Spoletonline
Edizione del 20 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 21:34:53
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Agenzia Bonifazi Immobiliare Spoleto
Spoletonline
Punto Salute Foligno
cerca nel sito
Lavanderia La Perfetta Self
Libreria Aurora
Spoleto Cinema al Centro
Pc Work
Centro Dentistico Cristina Santi
Agriturismo Colle del Capitano
Fondazione Giulio Loreti
Ristorante Albergo LE CASALINE
The Friends Pub
Civico 53
Parafarmacia Serra
Mrs Sporty
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Vus Com
Aldo Moretti S.r.l.
TWX Evolution
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Stampa articolo

Società, 26 Settembre 2017 alle 01:05:24

'Spoleto Spazi Riaperti' fa centro: torna a nuova vita l'edicola di piazza Torre dell'Olio

La struttura si trasforma in un info point turistico a disposizione di tutti nei fine settimana. Skate Park alla Posterna, il Comune ci crede [Commenti]


Filippo Partenzi

Torna a nuova vita l’edicola di piazza Torre dell’Olio, riattivata e trasformata in un info point turistico dalla sezione locale di Cittadinanzattiva in collaborazione con il Municipio ed altre associazioni del territorio nell’ambito del progetto “Spoleto Spazi Riaperti”. 


La struttura, per ora, offrirà a tutti i visitatori materiale informativo e prodotti editoriali sulla storia e sui luoghi di maggior interesse della città e della Valnerina mentre nelle prossime settimane diventerà un vero e proprio “contenitore” di iniziative a carattere ludico, sociale ed aggregativo. A gestirla tenendola aperta nei fine settimana sarà un’apposita squadra di volontari, ai quali si aggiungeranno a breve alcuni studenti della città per svolgere il periodo di alternanza scuola-lavoro. 


L’appello alla popolazione Ma per raggiungere l’obiettivo prefissato servirà la collaborazione della popolazione e dei commercianti: da qui l’appello a chiunque intenda partecipare di farsi avanti e di proporre iniziative in grado di rianimare la piazza e le vie limitrofe, contrastare il degrado che sta caratterizzando da ormai diverso tempo la parte alta della città e valorizzare le giovani generazioni. L’intenzione è quella di “andare sempre più verso una gestione includente e orientata alla libera espressione di idee con finalità di utilità sociale e di interesse generale. Periodicamente verranno realizzate assemblee di autogoverno partecipato per confrontarsi sulle linee generali di indirizzo delle attività e sulla loro realizzazione”.


La lista dei beni dimenticati Prosegue quindi a gonfie vele il progetto “Spoleto Spazi Riaperti”, avviato a dicembre da Cittadinanzattiva al fine di ridare vita ai luoghi inutilizzati del centro storico come ad esempio l’ex cinema “Corso”, le ex carceri in piazza San Domenico, il chiostro del monastero della Stella, la zona sottostante l’anfiteatro romano, il giardino interno di piazza Campello, via Fontesecca, via delle Felici, palazzo Zacchei Travaglini di via Filitteria, via Plinio il Giovane, l’ex mattatoio di via Martiri della Resistenza, l’ex caserma “San Giovanni”, vicolo San Giuseppe ed il parco del “Chico Mendez”.


Uno skate park alla Posterna L’elenco comprende anche la piazza situata sopra il parcheggio della Posterna, che il Comune vorrebbe riqualificare realizzando al suo interno il primo skate park pubblico della città. L’amministrazione ha già iniziato a muoversi contattando diverse aziende del settore e richiedendo dei preventivi di spesa: restano ora da trovare i fondi necessari. L’opera è ritenuta strategica in quanto permetterà di mettere a disposizione delle giovani generazioni uno spazio aggregativo facilmente accessibile nell’acropoli. Inoltre contribuirà a valorizzare la piazza, rendendo così più agevole trovare cittadini e commercianti inte-ressati ad aprire nuove attività nei locali vuoti situati vicino al percorso meccanizzato.



Commenti (3)

Commento scritto da abbeh il 26 Settembre 2017 alle 07:35
una specie di centro sociale con la benedizione di una Amministrazione dichiaratasi di destra ma che sin dall'inizio ha fatto solo cose e assunzioni di sinistra. Avanti fino alla fine grandi camerati


Commento scritto da Spazi riaperti e altro il 26 Settembre 2017 alle 10:08
Bisognerebbe studiare delle iniziative che invogliano a investire a Spoleto anche i cittadini di altre regioni. Così facendo, potrebbero portare delle idee nuove e originali che potrebbero permettere alla città di uscire dal suo torpore. Quello che si è innescato a Spoleto è un circolo vizioso che non consente ai cittadini di uscire dal proprio seminato, dalle proprie idee troppo vincolate alle proprie abitudini. Se si desidera veramente dare una "scossa" all'economia della città, bisogna sapersi aprire, accettare e condividere anche le idee e le iniziative degli altri. Anche se questo desiderio non riguarda Spoleto, è soprattutto facendo così che si sono sviluppate le grandi metropoli!.


Commento scritto da il Qualunque il 26 Settembre 2017 alle 15:58
Mi sembra un approccio ad un trattato di economia urbanistica, con la grande affermazione “che così iniziarono e svilupparono le grandi metropoli.”

Ma invece di tante chiacchiere perché non attivarsi a fare qualcosa di concreto? Cosa possono fare questi attivisti per mettere in pratica effettivi esempi che diano la spinta a rinnovare ?

Oppure ( può essere una idea…)perché non dare anche questo spazio e altri che sono liberi alla cooperativa il Cerchio loro hanno ben dimostrato come si fa in più campi , dal sociale allo svago ed eventi, e anche gestione delle sale cinema.



Aggiungi un commento [+]
Aldo Moretti S.r.l.
Sicaf Spoleto
Supermercati della convenienza offerte speciali
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Stile Creazioni
Bar Moriconi
Principe
Associazione Cristian Panetto
Bonifica Umbra
Bar Kiss
Ristorante La Pecchiarda
Perugia Online
De.Car. Elettronica
Ferramenta Bonfè
Lavanderia La Perfetta
Performat Salute Spoleto
Lavanderia La Perfetta
TWX Evolution
Spoleto Cinema al Centro
Pizzeria Mr Cicci