Spoletonline
Edizione del 18 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 19:18:42
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Punto Salute Foligno
Spoletonline
Agenzia Bonifazi Immobiliare Spoleto
cerca nel sito
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Civico 53
Ristorante Albergo LE CASALINE
Libreria Aurora
Pc Work
TWX Evolution
Mrs Sporty
Vus Com
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Lavanderia La Perfetta Self
Spoleto Cinema al Centro
Aldo Moretti S.r.l.
The Friends Pub
Centro Dentistico Cristina Santi
Agriturismo Colle del Capitano
Parafarmacia Serra
Fondazione Giulio Loreti
Stampa articolo

Ambiente e Territorio, 28 Settembre 2017 alle 11:09:27

Cresce la popolazione dei cervi nel Parco nazionale dei monti Sibillini

[Commenti]

I risultati del 9° censimento del cervo, svoltosi lo scorso 22 settembre, confermano la crescita di questa specie nel Parco. In particolare, mediante l’ascolto del tipico vocalizzo emesso dai maschi nel periodo degli accoppiamenti (bramito), sono stati contati un numero compreso tra 64 e 70 individui, 


concentrati soprattutto nell’area di Visso e Castelsantangelo sul Nera. Sulla base di valutazioni riguardanti il numero medio di individui che compongono gli “harem”, cioè i branchi di femmine e giovani difesi da ogni maschio riproduttore, è possibile stimare una popolazione complessiva tra i 450 e i 510 cervi, il che indica un presumibile incremento di circa il 15% rispetto allo scorso anno.


Questo maestoso e nobile animale, che da sempre ha abitato questi monti e da cui si era estinto circa due secoli fa, è tornato così a ripopolare i boschi dei Sibillini, grazie a un progetto di reintroduzione realizzato dal Parco a partire dal 2005. Il monitoraggio del cervo, effettuato anche tramite l’utilizzo di foto e video trappole, fa parte del progetto WOLFNET 2.0 della direttiva “biodiversità” del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con lo scopo di monitorare la popolazione di lupo, specie di interesse comunitario, e delle sue prede naturali tra le quali, appunto, il cervo.


Il censimento è stato effettuato di notte dai tecnici del Parco con la collaborazione del personale del reparto Carabinieri Forestali “Parco Nazionale Monti Sibillini” e la partecipazione di 41 volontari, i quali hanno potuto immergersi nella magia della natura, sotto il cielo stellato e nel silenzio interrotto solo dai potenti e suggestivi bramiti. Un’esperienza emozionante che ha ripagato gli effetti delle temperature piuttosto basse. L’attività quest’anno ha assunto un significato particolare, anche di speranza, per il territorio duramente colpito dai gravi eventi sismici dello scorso anno.



Commenti (1)

Commento scritto da giuly il 28 Settembre 2017 alle 13:48
In quelle zone, Visso e Castelluccio, la natura non è stata benigna, il terremoto ha portato solo devastazione, che almeno la stessa lo sia con questi bellissimi animali, che crescano in pace, lontani dai bracconieri, e siano un bel vedere per i nostri occhi...


Aggiungi un commento [+]
Associazione Cristian Panetto
Principe
Pizzeria Mr Cicci
Aldo Moretti S.r.l.
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Bar Kiss
Supermercati della convenienza offerte speciali
Bar Moriconi
Performat Salute Spoleto
Bonifica Umbra
Ristorante La Pecchiarda
Ferramenta Bonfè
TWX Evolution
Sicaf Spoleto
Stile Creazioni
Spoleto Cinema al Centro
Lavanderia La Perfetta
Lavanderia La Perfetta
De.Car. Elettronica
Perugia Online