Spoletonline
Edizione del 20 Gennaio 2018, ultimo aggiornamento alle 21:25:28
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
BEXB
Spoletonline
Agenzia Bonifazi Immobiliare Spoleto
cerca nel sito
TWX Evolution
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Libreria Aurora
Spoleto Cinema al Centro
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Mrs Sporty
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Maison del Celiaco
Pc Work
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
AROF Agenzia Funebre
Ristorante Albergo LE CASALINE
Stampa articolo

Traffico & viabilità, 17 Ottobre 2017 alle 18:55:48

Riaperta in maniera provvisoria la strada provinciale 209 “Valnerina”

Concluso il primo stralcio di lavori di messa in sicurezza del tratto nel comune di Visso. Presente il ministro Delrio: 'Intervento di straordinaria importanza' [Commenti]

“Si tratta di un intervento di fondamentale importanza, dobbiamo riconquistare la nostra bellissima terra un pezzo alla volta”. A parlare è il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, intervenuto oggi alla cerimonia di riapertura provvisoria al traffico locale della strada provinciale 209 “Valnerina”: il tratto nel comune di Visso, gravemente danneggiato dal terremoto dello scorso 30 ottobre,


torna transitabile con il senso unico alternato alle autovetture e ai veicoli con massa inferiore a 3,5 tonnellate in tre fasce orarie (7-8, 12-13, 17-18) che nelle prossime settimane, una volta completate le attività di protezione dei versanti, verranno progressivamente incrementate. “Gli interventi - ha affermato il presidente di Anas Gianni Vittorio Armani - sono molto complessi data la grave situazione idrogeologica generata dal sisma. Di concerto con i Comuni di Visso, Ussita, Castelsantangelo, la Provincia di Macerata e la Regione Marche abbiamo avviato una sinergia impostando i lavori in modo da consentire questa prima riapertura provvisoria per dare respiro al traffico locale, altrimenti costretto a lunghi ed estenuanti percorsi alternativi”.


I danni prodotti dal sisma Nello specifico l’area in questione era stata compromessa da una frana di oltre 60 mila metri cubi e da una diffusa caduta di massi provenienti dal costone roccioso. Criticità parzialmente risolte grazie ai lavori di ricostruzione e di messa in sicurezza avviati due mesi fa dopo una serie di indagini geologiche e rilievi tecnici, per un investimento complessivo di oltre 10 milioni di euro. Le operazioni effettuate finora sono consistite nella realizzazione di una pista provvisoria di circa 600 metri in corrispondenza della frana, nella bonifica dell’intero versante, nel disgaggio dei massi pericolanti, nella demolizione della galleria artificiale, nell’installazione di ulteriori barriere paramassi e nella costruzione di un alveo provvisorio sul quale è stato temporaneamente spostato il fiume Nera. Ora l’obiettivo è quello di rendere pienamente percorribile la strada entro marzo.


Gli interventi in programma I lavori rientrano nel primo stralcio del “Programma di ripristino delle strade colpite dal sisma”, che prevede 500 interventi per un importo complessivo stimato in circa 474 milioni di euro. Si tratta, in particolare, di interventi sulle strade in gestione Anas che non era stato possibile eseguire in regime di emergenza per l’entità dei danni che richiedevano rilievi tecnici e una approfondita fase di progettazione nonché di interventi di ricostruzione da eseguire su strade di competenza di Comuni, Province e Regioni che, in base al decreto legge n. 205 del 11/11/2016, hanno deciso di delegare all’attuazione di Anas in qualità di Soggetto Attuatore di Protezione Civile.


La situazione della galleria “San Benedetto” “Questo intervento permette a due comunità di ricongiungersi” ha affermato l’assessore regionale Giuseppe Chianella, presente insieme al presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e ai sindaci dei Comuni interessati, aggiungendo che “i lavori stanno procedendo anche sulla galleria San Benedetto sulla strada statale 685 delle Tre Valli Umbre: nonostante alcune criticità sul tratto marchigiano, la riapertura è prevista fra febbraio e marzo”.



Commenti (1)

Commento scritto da Bastonate e acqua fresca! il 17 Ottobre 2017 alle 22:45
Io vorrei sapere che festeggiate.

Per un intervento del genere un anno è un tempo biblico.

Se si va avanti di questo passo, la ricostruzione la finiamo nel 2200!


Aggiungi un commento [+]
Necrologio
Pizzeria Mr Cicci
Bonifica Umbra
Sicaf Spoleto
Spoleto Cinema al Centro
De.Car. Elettronica
TWX Evolution
Gabetti Immobiliare
Guerrini Macron Store
Associazione Cristian Panetto
Performat Salute Spoleto
Ferramenta Bonfè
Principe
Supermercati della convenienza offerte speciali
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Perugia Online