Spoletonline
Edizione del 22 Novembre 2017, ultimo aggiornamento alle 21:51:34
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Punto Salute Foligno
Spoletonline
Aldo Moretti S.r.l.
cerca nel sito
The Friends Pub
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
TWX Evolution
Vus Com
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Spoleto Cinema al Centro
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Pc Work
Parafarmacia Serra
Centro Dentistico Cristina Santi
Mrs Sporty
Libreria Aurora
Lavanderia La Perfetta Self
Aldo Moretti S.r.l.
AROF Agenzia Funebre
Ristorante Albergo LE CASALINE
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Agriturismo Colle del Capitano
Stampa articolo

Terni - Cronaca, 23 Ottobre 2017 alle 18:50:10

Firenzuola, residenti sul piede di guerra: 'Ignorati dal Comune'

Soste selvagge e degrado urbano malgrado una petizione e gli impegni presi oltre due anni fa. E c'è chi guarda verso Spoleto... [Commenti]


Daniele Ubaldi

"Se il Comune di Acquasparta ci ignora, allora noi ignoreremo il Comune di Acquasparta". Sono esasperati i residenti di Firenzuola, popolosa frazione di Acquasparta che ha il solo difetto di essere ubicata al di qua del valico dello Scoppio, sul versante spoletino. "Da sempre, con rarissime eccezioni - dichiara il rappresentante


della frazione, Nazzareno Laurenti - l'istituzione locale considera questa realtà la Cenerentola del proprio territorio. A nulla, per il momento, sono valsi i nostri continui appelli e progetti relativi alle numerose necessità della nostra frazione. Neanche con il cofinanziamento regionale del Psr, pari all'80% del totale delle somme da investire per i miglioramenti urbani, ha spinto il Comune a fare la propria, piccola parte".


La scusa, neanche a dirlo, è la mancanza di fondi nelle casse comunali. Eppure Firenzuola, con i suoi oltre 150 abitanti, garantisce un gettito fiscale costante al proprio ente locale. E non si sta certo parlando di richieste milionarie. "Per esempio - continua Laurenti - il rifacimento della piazzetta di Firenzuola, comprensivo della realizzazione di un marciapiede che unisca la frazione con la località Cisterna senza pericoli per i pedoni, costerebbe in tutto circa 60 mila euro, 48 mila dei quali finanziabili dalla Regione Umbria con il Psr. Ebbene, il nostro amato Comune non ha intenzione neanche di stanziare i circa 12 mila euro eventualmente residui, che invece il sindaco aveva promesso pubblicamente in assemblea. A ciò si aggiungano la mancanza totale di servizi quali la polizia municipale, la sicurezza e la gestione dei parcheggi. In alcuni casi le auto parcheggiate da qualche maleducato intralciano persino l'ingresso principale al centro storico di Firenzuola (come nella foto, ndr). Malgrado le nostre continue segnalazioni, anche protocollate, nessuno si è mai visto qui da noi per far rispettare la legge".


Quasi tre anni fa, proprio da Firenzuola era partita una petizione con 118 firme, consegnata al sindaco di Acquasparta. Nella petizione i cittadini chiedevano alcuni interventi urgenti da parte dell'ente, quali il recupero del centro storico sia sotto il profilo igienico-sanitario sia dal punto di vista urbanistico, il ripristino della via circonvallazione del centro (tuttora non transitabile, ndr), la realizzazione di un parcheggio (tuttora non esistente, ndr) e altro ancora. Ad oggi nulla è stato avviato da parte dell'amministrazione comunale, che pure si era impegnata nella persona del sindaco, nel corso di una assemblea pubblica svoltasi a marzo del 2015 proprio a Firenzuola, davanti anche all'assessore regionale Paparelli, oggi vicepresidente della Regione Umbria.


"Questo Comune non ha ritenuto opportuno muoversi neanche a seguito dei recenti eventi sismici - conclude Laurenti -, che pure hanno provocato il visibile smottamento di un terreno di proprietà comunale ricadente nella nostra frazione, con pericoli concreti per un numero considerevole di abitazioni private. A questo punto non ci rimane, stante l'immobilismo del sindaco e dell'amministrazione, che rivolgerci direttamente alla seconda commissione permanente della Regione Umbria, nelle persone del presidente Eros Brega, il vicepresidente Emanuele Fiorini e tutti i sei membri commissari, affinché discutano almeno loro la nostra petizione. Nel frattempo, come abitanti di Firenzuola, stiamo valutando altre iniziative sia legali sia civiche, quali ad esempio un possibile, futuro passaggio sotto il Comune di Spoleto, realtà a noi più affine anche dal punto di vista geografico grazie alla quale disponiamo dei servizi minimi indispensabili. Non è un caso che Firenzuola, negli ultimi anni, si stia progressivamente spopolando: senza la presenza dell'istituzione diventa impossibile continuare a vivere qui".



Commenti (2)

Commento scritto da Giorgio il 24 Ottobre 2017 alle 16:59
" stiamo valutando altre iniziative sia legali sia civiche, quali ad esempio un possibile, futuro passaggio sotto il Comune di Spoleto" ........a mbè!!!!!!!!.....facete proprio n'affarone!!!!!!!!!!


Commento scritto da Il Veggente. il 25 Ottobre 2017 alle 08:36
A Firenzuola c'è qualcuno che non si rende conto di fare il salto dalla padella nella brace.


Aggiungi un commento [+]
Aldo Moretti S.r.l.
Supermercati della convenienza offerte speciali
Bonifica Umbra
Ristorante La Pecchiarda
Sicaf Spoleto
Stile Creazioni
Lavanderia La Perfetta
Performat Salute Spoleto
Guerrini Macron Store
Associazione Cristian Panetto
Principe
Bar Moriconi
Lavanderia La Perfetta
Gabetti Immobiliare
Perugia Online
TWX Evolution
Pizzeria Mr Cicci
Necrologio
Spoleto Cinema al Centro
Ferramenta Bonfè
De.Car. Elettronica