Spoletonline
Edizione del 19 Novembre 2017, ultimo aggiornamento alle 21:02:21
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Punto Salute Foligno
Spoletonline
Punto Salute Foligno
cerca nel sito
The Friends Pub
Ristorante Albergo LE CASALINE
TWX Evolution
Pc Work
AROF Agenzia Funebre
Bonifazi Immobiliare Spoleto
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Parafarmacia Serra
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Centro Dentistico Cristina Santi
Vus Com
Mrs Sporty
Agriturismo Colle del Capitano
Lavanderia La Perfetta Self
Aldo Moretti S.r.l.
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Libreria Aurora
Spoleto Cinema al Centro
Stampa articolo

Spoleto - Politica, 02 Novembre 2017 alle 09:54:16

Pd: l' Operazione Panetto e Petrelli è un inaccettabile schiaffo alla città

[Commenti]

Svelato il futuro della ex Panetto e Petrelli. Un nuovo supermercato. Cronaca di una morte annunciata. Cosa pensa di questo la città? E' quello che si domandano i consiglieri del Partito Democratico Dante Andrea Rossi Paolo Martellini Laura Zampa e, soprattutto, quello che si


 stanno chiedendo da tempo gli oltre venti operai ed impiegati della storica tipografia, vanto del settore in ambito nazionale che, ormai, hanno terminato gli ammortizzatori sociali. Dipendenti, per i quali nulla in questi 3 anni è stato fatto dalla amministrazione Cardarelli e in special modo dal suo consigliere delegato Monini. Quella che sarebbe potuta ritornare ad essere un'area produttiva che avrebbe reintegrato gli operai, restituendo un pezzo importante di storia alla città, si sta delineando, ormai in modo dichiarato, come una "operazione privata" commerciale di chi, in qualche modo, avrebbe dovuto, invece, tutelare il rilancio di una storica attività imprenditoriale locale. Infatti la Costruzioni Collerisana s.r.l., di cui la Ze.Flor., holding della famiglia Monini detiene il 61 per cento, si è aggiudicata per circa la metà dell'importo della base d'asta (partita da 2 milioni e 400 mila euro) l'area della ex tipografia Panetto & Petrelli.
Chi garantisce alla Società Costruzioni Collerisana che in quell'area potrà essere costruito un nuovo supermercato? Si sta infatti parlando di un'area che, secondo l'attuale Prg, era ed è ancora destinata ad attività produttive. Forse che, l'intervento di alcuni giorni orsono, dell'assessore Cappelletti era volto a mettersi in tutela rispetto a future responsabilità per il cambio di destinazione d'uso da area ad attività produttiva ad area ad attività commerciale? A questo proposito il Presidente di Confcommercio Tommaso Barbanera lo ha già richiamato al suo ruolo e alle sue responsabilità. Come risponderà ora? Inoltre, se si fosse conosciuta la disponibilità ad un cambio di destinazione d'uso, magari altri avrebbero partecipato all'asta ed il prezzo si sarebbe alzato, mettendo in salvaguardia tutti i creditori della fabbrica ormai fallita.
A questo punto, qualche legittimo dubbio su tutto l'impianto dell'operazione è lecito.
Di certo, al Sindaco Fabrizio Cardarelli e al signor Zefferino Monini, nonché, consigliere comunale, delegato allo sviluppo economico, chiediamo quale valore abbia in favore della città questo progetto di apertura di un ennesimo supermercato a Spoleto.
Il signor Zefferino Monini intanto, con una clamorosa autorete, ha rimesso al Sindaco la delega allo sviluppo economico, sul cui conflitto di interesse abbiamo sempre nutrito peraltro seri e fondati dubbi, che emergono in tutta la loro evidenza anche in questa vicenda.
Al Sindaco vorremmo rivolgere alcune domande che crediamo ormai tutti cittadini si pongono: quali sono le iniziative che ha messo in campo il consigliere Monini per attirare in città nuove aziende? Quali interventi ha progettato per fare in modo che, alla già drammatica situazione delle medie imprese del territorio (dalla Isotta Fraschini e IMS, alla Novelli, Maran, Cementir), non si aggiunga quella delle piccole imprese, molte delle quali a conduzione familiare? Insomma, il consigliere Monini ha brillato per l'assenza non solo di iniziative, ma anche di idee o progetti per dare un futuro ai giovani di questa città.
Di fronte a questo ennesimo schiaffo a Spoleto, di cui, Zefferino Monini, si rende artefice con l'operazione sulla ex Panetto & Petrelli, altro non trova da dire che rimettere la delega, ma noi consiglieri del gruppo PD gli diciamo di dimettersi dal ruolo di Consigliere comunale, se gli è rimasta un minimo di dignità. E aggiungiamo che ugualmente dovrebbe fare Cardarelli con tutta la sua giunta, assessore Cappelletti in testa.


 



Commenti (8)

Commento scritto da Per qualcuno ogni occasione è buona. il 02 Novembre 2017 alle 12:01
Questa volta sono d'accordo. Cardarelli e Monini dovrebbero dimettersi. Peccato che la richiesta non sia avvalorata dall'operato dei richiedenti.


Commento scritto da per chiedere il 02 Novembre 2017 alle 13:20
ma perche' avete firmato solo in tre quando come gruppo Consigliare PD siete in SEI.

Non e' che qualche PD ci azzecca qualche cosa?.


Commento scritto da Signor Smith il 02 Novembre 2017 alle 17:25
Ma sino alla rivelazione della presenza di Monini nell'impresa "supermercato" andava tutto bene? Chi aveva chiesto le dimissioni di Monini, prima di ieri? E siamo poi così sicuri che "un ennesimo supermercato" non serva? Questi signori che hanno deciso di investire in questa impresa sono degli idioti di passaggio? O persone che conoscono la realtà locale e si sono fatti due conti? Perché, altrimenti, scartata l'opportunità di un altro supermercato, scartato il rimbecillimento dei soggetti interessati... rimangono solo alternative criminali, a cui non voglio credere.

Mi piace l'idea del supermercato? No. Tanto per essere chiari.


Commento scritto da daniela de gregorio il 02 Novembre 2017 alle 23:12
Solo una ricostruzione cronologica per Signor Smith. Che nella sede della Panetto&Petrelli sarebbe stato aperto un supermercato (l'ennesimo, come dice anche lei) era un rumor di cui ha parlato per primo il presidente della Confcommercio Barbanera (trova l'intervento qui su Spoletonline). Chi poteva immaginare se no che a qualcuno venisse in mente di farlo? Quanti sono ora a Spoleto? Quattordici? Quindici? Mentre altrove si parla di chiusure per mancanza di utenza e mentre a Fabbreria nessuno ha aperto manco una bancarella. Si mormorava anche il nome di chi era nella società coinvolta in quel progetto, ma data la carica politica, si sperava che: A) quel nome, per correttezza, non ci fosse veramente. B) che se c'era, avrebbe puntato su progetti alternativi per quel sito. Insomma, ci avrebbe stupiti. Una specie di Cucinelli locale.Tanto che su un altro giornale online era apparso lo studio di un giovane architetto spoletino che aveva immaginato di riconvertire quell'area in modo entusiasmante. Poi è venuta fuori la certezza della doppietta in contemporanea: supermercato e Monini. Insomma quello che fa indignare gli spoletini e sono tanti ( i social ne sono testimoni) non è Monini che investe in qualche cosa. Ma Monini che investe in qualcosa che la Confcommercio e la maggioranza degli spoletini ritiene negativo per la città. Lei mi dirà che l'investimento è positivo per Monini. Evviva! Ma Monini ora è un politico e per di più ha come carica quello di progettare cose economicamente utili per Spoleto. Il sedicesimo supermercato è economicamente utile per Spoleto? Esiste uno studio su come porterà benefici agli spoletini? Ci sono cifre che dimostrano la bontà politica e sociale di una tale iniziativa? Venti posti di lavoro, si dice: Domanda: quanti altri persi altrove? Si è calcolato questo? Un politico dovrebbe fare questo. Un imprenditore non lo fa. Ma Monini è uomo politico. Conflitto di interesse, dunque? Bè, deve averlo visto Monini stesso se ha deciso di ridare la delega che aveva. Un po' tardi, però ....


Commento scritto da IL COMPAGNO il 03 Novembre 2017 alle 08:19
Buongiorno,

ho letto in questi giorni molti commenti, per la maggior parte, commenti ignoranti ( ma ignoranti non per offesa, ma per il fatto che si apre bocca e gli si da fiato, cosa che in città sembra esser lo sport preferito). Il consigliere con delega allo sviluppo economico sig. Monini è vero è stato assente per ormai 3 anni e che non ha apportato il tanto valor aggiunto che tutti si aspettavano, ( Le aziende moderne e spero che lo sia anche la Monini Spa sono governate da un board di manager, sotto la super visione dell'imprenditore ,quindi se aspettavate il Monini illuminato che tirava in alto le sorti dell'econimia cittadina, avete fatto un errore dall'inizio) fatte le dovute premesse vorrei farvi riflettere su vari punti e rispondete nel vostro inconscio o pubblicamente come riterrete più opportuno.



1) La Collerisana SRL ( Monini + Alberetti ) hanno comprato in un asta non so se fallimentare un terreno, con un immobile. TUTTI NOI POTEVAMO PARTECIPARE.



2) Tutti parlano dell'ennesimo supermercato, ERRORE !!!!!!! la guida nielsen classica il LIDL ( sperando che sia quello ) come un soft Discount, strutture che per 80% hanno prodotti non di marca, o meglio in questo caso tedeschi, e un 20% prodotti di Marca Brend.

Visto l'innumerevole crescita di perdita di posti di lavoro e minor capacità d'acquisto queste strutture aiutano !

3) State tranquilli che non faranno concorrenza ne al Tigre ne alla Coop ne all'Emi ne tantomeno al Conad. Queste strutture fanno la guerra a EUROSPIN e TODIS. Cari concittadini che non mettete il naso fuori da questi 4 monti. LIDL è premiato ogni anno per qualità e rapporto prezzo.

4) Persone che portano in esempio la distribuzione organizzata del nord Europa, ma siamo troppo nel macro, l'Italia viene divisa in 4 micro zona da nielsen, non vedo come dobbiamo vedere gl'altri paesi,

5) Tanti hanno parlato che il comune doveva costruire il polo Scolastico .. VERO VERISSIMO non doveva far accaparrare l'asta alla società

6) Qualche delirante cittadino voleva dei cinema e ludoteche comunali, ma siamo tornati al tempo del soviet ? i cinema statali? nessuno ha voluto aprire un cinema stop, perchè avrà valutato non redditizio il suo ritorno di investimento.

7) Tutti che vi scagliate contro la Collerisana SRL ? perchè ? beati loro che possono ancora investire capitali. avranno valutato che la mossa porti un elevato Roi dell'investimento. quindi a voi cosa importa ? spero per loro che vada bene perchè senno cosa ci faranno con una struttura del genere ?

8) Qualcuno in altri articoli parla che il figlio del sindaco lavora alla Monini ......aggiungo io .....ALLORA ? forse è invidioso che l'enfante di Caldarelli lavori li ?

9) CARI CONCITTADINI ogni persona nasce libera di agire nella legalità dello stato dove vive , e nessuno può ledere la libertà dell'altro,quindi CON I PROPRI SOLDI SI FA QUELLO CHE VUOLE E NON DEVE CERTO CHIEDERE CONSENSO CITTADINO.



Vi ricordo che non amo questa giunta, non amo l'operato di questa giunta e dei singoli consiglieri e assessori. però uno stop ci vuole. Questo atteggiamento è la rovina della città quando lo capirete sarà troppo tardi.


Commento scritto da cittadino curioso il 03 Novembre 2017 alle 09:19
egregio sig. Smith , forse lei non ha capito che il sig. Monini vuole semplicemente intraprendere una speculazione , comprando a quattro baiocchi un bel complesso "industriale" e rivenderlo in tempi brevi ad un soggetto molto "discusso" che vuole aprire l'ennesimo centro commerciale di basso profilo. Quindi a lui non interessa se funzionerà o meno questa altra "cattedrale" . Inoltre sottovaluta il fatto che magari in quell'area si creeranno altri problemi di viabilità e di decoro urbano!!


Commento scritto da pro veritate il 03 Novembre 2017 alle 11:44
"Si sta infatti parlando di un'area che, secondo l'attuale Prg, era ed è ancora destinata ad attività produttive."

Solenne falsità! Il PRG la classifica B0, che significa insediamenti residenziali, in cui è consentita anche l' attività commerciale.

Almeno leggete le carte!



Commento scritto da sempre curioso il 03 Novembre 2017 alle 17:47
ma perche' il PD ha fatto un comunicato firmato solo da tre Consiglieri su sei?

Niente sta curiosità non me la vuole togliere nessuno.



Aggiungi un commento [+]
TWX Evolution
Sicaf Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Bar Kiss
Associazione Cristian Panetto
Aldo Moretti S.r.l.
Performat Salute Spoleto
Ristorante La Pecchiarda
Bonifica Umbra
De.Car. Elettronica
Stile Creazioni
Gabetti Immobiliare
Lavanderia La Perfetta
Perugia Online
Necrologio
Principe
Guerrini Macron Store
Pizzeria Mr Cicci
Bar Moriconi
Supermercati della convenienza offerte speciali
Ferramenta Bonfè
Spoleto Cinema al Centro