Spoletonline
Edizione del 17 Novembre 2017, ultimo aggiornamento alle 09:31:38
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
BEXB
Spoletonline
Adcomm
cerca nel sito
Pc Work
Lavanderia La Perfetta Self
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Centro Dentistico Cristina Santi
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Vus Com
Spoleto Cinema al Centro
Libreria Aurora
Bonifazi Immobiliare Spoleto
The Friends Pub
Ristorante Albergo LE CASALINE
Agriturismo Colle del Capitano
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Aldo Moretti S.r.l.
AROF Agenzia Funebre
TWX Evolution
Mrs Sporty
Parafarmacia Serra
Stampa articolo

Salute e Sanità, 11 Novembre 2017 alle 10:50:24

Lo Spoleto City Forum lancia 8 proposte per l'integrazione degli ospedali di Spoleto e Foligno

Il documento è stato consegnato all'assessore regionale Barberini. Numeri in crescita per il nosocomio locale [Commenti]

i è tenuto ieri, presso la sede dell’Assessorato a Perugia, l’incontro fra l’Assessore alla sanità dell’Umbria, dr. Luca Barberini, ed una delegazione dello Spoleto City Forum. La delegazione, oltre a ringraziare l’Assessore per la disponibilità dimostrata, gli ha consegnato ufficialmente un documento-proposta teso ad individuare possibili soluzioni per la giusta razionalizzazione dei servizi sanitari fra i due maggiori Nosocomi dell’USL n° 2.


La decisione del City Forum di accelerare i tempi ed assumersi comunque una responsabilità propositiva, è scaturita dal prossimo, imminente, avvio delle procedure per la predisposizione del nuovo Piano Sanitario Regionale, ipotesi questa che è stata confermata dallo stesso Assessore. L’incontro è stato particolarmente cordiale e costruttivo, avendo acquisito la volontà dello stesso Barberini di prendere in seria considerazione le proposte in parola, ed elaborarle nello spirito che ha mosso la Regione nella individuazione del nuovo polo ospedaliero Foligno-Spoleto, cercando di salvaguardare la dignità di entrambi i territori, in virtù di ciò che gli stessi esprimono.  


Si è preso anche atto che ultimamente le attività all’interno del nostro Ospedale, hanno rilevato una crescita incoraggiante, passando da 140.000 prestazioni, rilevate fino allo scorso anno, alle attuali  150.000, con un incremento in proiezione del 7%. Di particolare rilievo la crescita della chirurgia vascolare, dell’ortopedia, dell’oculistica, della radiologia e, soprattutto, della radioterapia, passata da 8.000 a 13.000 prestazioni.


Di seguito si riporta il documento di proposta presentato ufficialmente all’Assessore:                                                                              


RAZIONALIZZAZIONE DEI SERVIZI SANITARI FRA I PRESIDI OSPEDALIERI DI FOLGNO E SPOLETO


PROPOSTE DELLO SPOLETO CITY FORUM


Lo Spoleto City Forum, realtà multi associativa operante da anni nel Comune di Spoleto, ha elaborato il presente documento di proposta, da presentare ufficialmente all’Assessore Regionale alla Sanità, dr. Luca Barberini, in occasione dell’incontro del 10 novembre 2017. Il documento stesso è la risultante di approfondita analisi della situazione attuale e remota che ha interessato i servizi ospedalieri e territoriali del comprensorio spoletino, esperita attraverso confronti con tutti i soggetti interessati, ed esperienze maturate direttamente dalle varie Associazioni aderenti.


L’oculatezza, la meticolosità e l’oggettiva obiettività di approfondimento, vogliono dare al documento la giusta equità propositiva, considerando le proposte stesse come indispensabili e non riducibili, per una giusta e dignitosa razionalizzazione fra le due realtà ospedaliere. Nel compendiare le richieste di che trattasi, si sono tenuti in debita considerazione i principi generali che hanno caratterizzato sin dall’inizio la elaborazione da parte della Regione del  progetto di progressiva costruzione del Polo Ospedaliero in parola, così come presentato recentemente in apposito incontro.


Si è tenuto conto cioè della volontà istituzionale di salvaguardare la mobilità e la intercambiabilità dei professionisti, nonché l’esigenza di garantire la centralità del paziente. Il tutto con l’auspicio reciproco di arrivare alla formazione di una cultura collaborativa, di condivisione e compartecipazione, nel rispetto di una dignità territoriale. Per il City Forum, il termine razionalizzazione dei servizi, nonché costruzione del Polo Ospedaliero, sta a significare la disponibilità degli abitanti di Spoleto di recarsi a Foligno per alcuni servizi di eccellenza e, di contro, quella dei folignati di venire a Spoleto per altri. Fermo restando, ovviamente, il mantenimento di alcuni servizi in entrambi gli Ospedali. Una azione a senso unico, sarebbe soltanto una integrazione verso una singola realtà, fattore questo assolutamente non accettabile.


Anche perché la salvaguardia dei servizi sanitari, per un territorio come quello spoletino, significherebbe il mantenimento di posti lavoro, fattore particolarmente importante vista la crisi economica e produttiva dell’area. Lo Spoleto City Forum ha auspicato sin dall’inizio che i vari soggetti, istituzionali e non, interessati alla gestione e salvaguardia dei servizi sanitari, si pronunciassero in maniera ufficiale e definitiva. Alla presenza però di silenzi, di temporeggiamenti, di interventi assolutamente palliativi e sporadici, le Associazioni aderenti hanno deciso di rompere ogni indugio e diventare protagoniste di una proposta concreta ed attuabile.


Di seguito, ed alla luce di quanto su esposto, si riportano le proposte di salvaguardia e potenziamento di alcuni servizi presso il nosocomio spoletino:


- SALVAGUARDIA DIPARTIMENTO DI EMERGENZA URGENZA- DEA 1 LIV.


Per poter garantire tale pecularietà, occorre mantenere nella pienezza operativa (h 24), soprattutto il servizio di rianimazione e cardiologico.


Alla carenza di personale medico di anestesia, si contrappone la ben più grave situazione della Cardiologia, attualmente ridimensionata, sia per organico che per erogazione dei servizi (compresa la fisioterapia), fattore questo che ne impedisce ogni razionale programmazione.


Il non adeguare tale servizio, significa compromettere nel tempo il mantenimento dell’emergenza urgenza.


AREA  CHIRURGICA



  1. Mantenimento delle doppie strutture complesse di chirurgia generale, con attuazione concreta della SSD per ciò che concerne la Chirurgia Robotica;

  2. Prevedere la disponibilità totale di tutte le attuali sale operatorie al servizio degli interventi di cui al punto a) (compresi gli interventi urologici), dirottando gli interventi chirurgici di minore rilevanza, ovvero quelli poliambulatori ali, in altri spazi, da individuare nell’ambito della stessa struttura ospedaliera.  In mancanza di ciò, ed in alternativa, tali interventi potrebbero essere spostati in altre strutture già operativeche.

  3. Istituzione di una SSD per interventi di Proctologia;

  4. Istituzione di un Centro per pazienti laringectomizzati.


ONCOLOGIA



Collocazione di una Struttura Complessa, a disposizione dei due Presidi, con possibilità di collegamento alle cure palliative (Area Nord), Terapia del Dolore e potenziamento della Radioterapia.


AREA MEDICA - GERIATRIA



  1. Oltre al mantenimento dei servizi basilari di medicina, prevedere strutturalmente un servizio geriatrico extraospedaliero, quale riferimento territoriale, con annessi servizi di fisioterapia, RSA, Poliambulatori Territoriali;

  2. Potenziamento della Ortopedia Geriatrica e Protesica


OSTETRICIA E GINECOLOGIA



  1. Salvaguardare il Punto Nascite, anche attraverso la concentrazione dell’utenza della vicina Valnerina, al fine di contribuire al raggiungimento dei parametri previsti; salvaguardare comunque il servizio, con provvedimenti in deroga alla normativa stessa;

  2. Potenziamento del servizio di Ginecologia per diventare sempre più attrattivo nel contesto territoriale più ampio.


CONVENZIONI  EXTRA USL



Facendo riferimento alla convenzione già stipulata fra l’Ospedale di Foligno e l’Ospedale S. Maria della Misericordia di Perugia, soprattutto per i servizi maxillofacciali, prevedere che i benefici di tale convenzione siano allargati a tutte le strutture facenti parte del richiamato Polo Ospedaliero, così come per  altre convenzioni in futuro contratte.


AREA  AMMINISTRATIVA  E  GOVERNANCE



Nessun Dirigente o componente della Governance della USL2, spesso nominati fra le disponibilità in organico  e non vincitori di concorsi, è spoletino.


Al di là della valenza professionale e della correttezza comportamentale, ci sembra strano che nessun dipendente apicale, nato e residente a Spoleto, possa avere i requisiti necessari per ricoprire posti direzionali e di responsabilità, come avveniva nel passato recente e remoto.


LISTE  DI  ATTESA



Al fine di ridurre i tempi delle attuali liste di attesa, soprattutto per esami diagnostici, si rende auspicabile l’attuazione di specifiche convenzioni con strutture private operanti nel territorio spoletino.


CONSIDERAZIONI FINALI


Si ribadisce il concetto che le proposte suddette riguardano alcuni servizi ospedalieri che dovrebbero trovare indicazione di eccellenza ed unicità nel contesto della razionalizzazione, fermo restando la salvaguardia di servizi collaterali di non secondaria importanza, la cui erogazione dovrà avvenire in entrambe le Strutture. Un approfondimento a parte dovrà essere esperito anche per ciò che concerne i Servizi Sanitari Territoriali, anch’essi comunque rientranti nei principi di integrazione fra i territori.



Commenti (26)

Commento scritto da Huffington Post il 11 Novembre 2017 alle 11:19
"Nessun Dirigente o componente della Governance della USL2, spesso nominati fra le disponibilità in organico e non vincitori di concorsi, è spoletino".

Una perla di saggezza giuridica quella del venditore di fumo Sergio Grifoni, che fa letteralmente rabbrividire! Qualcuno gli ha detto che il requisito per fare i dirigenti non è la residenza, perchè altrimenti ci sarebbe la violazione dell'art. 3 della Costituzione? Fino a quando certe parole escono dall'elettricista Meduri non ci si deve certo meravigliare. Ma, da uno che ha fatto l'assessore per una vita e che nella sua mente aspira a fare addirittura il Sindaco, certe affermazioni fanno cadere le braccia! Nel merito, il City Forum si conferma di essere la cassa di risonanza del presidente avisino venditore di bufale, con proposte che non potranno mai diventare realizzabili e che sono solo fumo negli occhi per quattro allocchi ed altrettante allegre Comari!!



Commento scritto da Giudizio di un cittadino il 11 Novembre 2017 alle 12:19
Per la vostra interessante iniziativa è il caso di definirvi: "I magnifici sei" Questa sì che si può chiamare saggezza! Ora si spera soltanto che il Popolo spoletino, in fatto di sanità per il futuro, possa sentirsi più tranquillo.


Commento scritto da fabien il 12 Novembre 2017 alle 01:11
per le liste di attesa,invece di convenzioni esteren ,non sarebbe opportuno utilizzare a tempo pieno le apparecchaiture esistenti anche per quei settori che potrebbero essere ridimensionati?


Commento scritto da Massimo Astolfi il 12 Novembre 2017 alle 08:51
Questi signori del City Forum, ad iniziare dal capo bastone Grifoni, fanno tenerezza per quanto non riescano a capire che l'ospedale non e' piu' come lo si intendeva quaranta anni fa! Grifoni dovrebbe dirci come mai non si e' battuto con lo stesso ardore quando soppressero la Usl spoletina per andare sotto Foligno! E' solo un Masaniello che pensa di guadagnare consensi difendendo l'ospedale, quando sa che ormai Spoleto diventera' la stampella geriatrica di Foligno ! L'ignoranza in materia sanitaria di questo Club di demagoghi e' certificata dal fatto di non aver speso una parola sulla medicina del territorio, che e' il vero punto nodale dell'assistenza sanitaria e sul quale verranno dirottate sempre piu' risorse! Giuridicamente agghiacciante la posizione sulla governance! Ci sarebbero anche gli estremi per una denuncia per attentato alla Costituzione!! Sul piano politico, poi, si conferma che Grifoni usa il Pd come fosse l'acquasantiera! Fossi nel segretario Montini lui si che sarebbe da deferire ai Garanti per quello che sta facendo ! La stessa cosa non si puo' dire di Meduri che sarebbe come sparare sulla Croce Rossa!!


Commento scritto da XXX il 12 Novembre 2017 alle 16:27
TUTTI INSIEME APPASSIONATAMENTE.

Ma allora dov'è il problema!


Commento scritto da AHAHAH il 13 Novembre 2017 alle 07:36
Bella Comitiva. Grifoni? da 20 anni che smanetta e vende fumo nel City Forum. Una volta dal centro, una volta da sinistra, una volta da destra.......risultati????? ZEROOOOOO.

se fa ancora nel 2017 proposte che facevano del 2000 e l' Ospedale va sempre peggio, ancora avete la faccia di fare questa spicciola demagogia propagandistica.



Commento scritto da Stelvio Gauzzi il 13 Novembre 2017 alle 16:03
Capisco perfettamente che non potranno mai esserci 39.000 commenti favorevoli per una iniziativa fatta,. Capisco anche, pensa te, che ognuno di noi abbia più o meno delatori o estimatori. Ma non capirò mai colui o colei che si cimenta a scrivere post anonimi ed offensivi di persone che invece, nel bene o nel male, mettono la propria faccia su ciò che fanno. Ma se voi ANONIMI pensate di essere più bravi, più intelligenti, più puliti intellettualmente e politicamente, perché non firmate ciò che scrivete e vi assumete le vostre responsabilità ?..... almeno i cittadini avranno il modo di conoscere voi e le vostre idee, magari idee migliori di quelle espresse fino ad ora dai rappresentanti del City Forum ......altrimenti viene il dubbio che dietro a questi nomi farlocchi e fittizzi si celino personaggi di dubbio gusto e francamente inaffidabili.....Per quanto riguarda Grifoni, portavoce e non Presidente del City Forum, ha sempre negato il suo interesse per candidarsi a Sindaco di questa città .... magari uno degli anonimi potrebbe essere la persona giusta .... peccato che non ha il coraggio di firmare le proprie idee.

Stelvio Gauzzi... . ...


Commento scritto da Tommaso Barbanera il 13 Novembre 2017 alle 19:20
Concordo tutto quello che ha scritto Stelvio Gauzzi.L' ospedale di Spoleto e' un patrimonio che deve essere tutelato a tutti I livelli . il city forum e' un' associazione che da anni sta portando avanti questa istanza nell 'interesse della collettivita'.Tommso Barbanera


Commento scritto da lo spoletino il 13 Novembre 2017 alle 19:26
I commenti dei sig.ri Post e Astolfi e forse di qualche altro che si celano nell\'anonimato hanno la stessa firma Ed è veramente avvilente che si possa usare un modo di esternare le proprie idee cercando gettare discredito su chi ha come sempre messo la faccia e il proprio impegno sulla sanità di Spoleto E il city forum è stato la sintesi gestita correttamente dall\'amico Sergio Grifoni con tutti i suoi componenti quali delegati dalle rispsettive associazioni di appartenenza . Forse ci si dimentica o si vuole che che l\'Istituzione che decide il futuro della sanità E\' SEMPRE LA GIUNTA REGIONALE e non le forme associative che possono solo proporre e BASTA Poi per altro ha detto molto bene il commentatore precedente il sig Stelvio Gauzzi


Commento scritto da Marco Bucca il 13 Novembre 2017 alle 20:01
Buonasera, Volevo astenermi dall'esprimere commenti verso i "SOLITI IGNOTI", che non meritano commenti, sicuramente meritano di far parte del Cast Televisivo omonimo sulla RAI, così di certo ci facevamo quattro risate a vederli/e in faccia, ma non ce l'ho fatta, perché non ritengo giusto offendere gratuitamente le Associazioni Spoletine, Il City Forum e le persone che si impegnano attivamente per il bene altrui.

Questi/e cittadini che si celano dietro dei nickname operano come i franchi tiratori, tentando di screditare il City Forum che da tempo di adopera per il bene della Città, e che forse dà fastidio, ma a noi da più fastidio farci portare via tutto dalla nostra Città, ed in modo particolare il Nosocomio Spoletino, che altrimenti senza la continua attenzione del City Forum verso le Istituzioni cittadine e regionali, sicuramente avrebbe avuto già un epilogo ben diverso.

Condivido in pieno e mi associo al commento di Stelvio Gauzzi esprimendo da cittadino, tutta la mia solidarietà, la mia stima ed il mio apprezzamento all’operato di coloro che si impegnano (Piero Meduri, Sergio Grifoni, e tutti gli altri/e) tramite il City Forum a tenere alta la guardia verso il NOSTRO Ospedale.



Commento scritto da Leroux Michèle il 13 Novembre 2017 alle 20:27
Faccio parte del City Forum da molto tempo e so quanto Sergio Grifoni ha a cuore le sorti dell'ospedale di Spoleto (e non mire per diventare sindaco). Qualche anno fa abbiamo fatto la raccolta di 17.000 firme per evitare il declassamento dell'ospedale. Con questa petizione siamo andati alla Regione, c'è stato anche un consiglio comunale aperto con la governatrice Marini. Ci hanno fatto tante promesse ma purtroppo senza nessun riscontro. Forse questa volta è la volta buone. E finché potremo si lotterà per il nostro ospedale.


Commento scritto da Renzo Berti il 13 Novembre 2017 alle 21:50
Le posizioni del City Forum sono assolutamente legittime! Quello che invece mi lasciano un po' perplesso sono le posizioni "pirandelliane" dell'amico Sergio Grifoni che vorrebbe far convergere il Pd sulle posizioni del City Forum! Il suo problema e' che non ha ancora capito come si sta in un partito, essendo stato solo a capo di liste civiche da lui stesso fondate e dirette! Spero per lui che lo faccia in buona fede. Altrimenti ne dovrebbe trarre le conseguenze...

Ps. Caro Sergio volevo tranquillizzare sia te che i tuoi fans! Quando devo dire qualcosa lo faccio con nome e cognome!!

Con immutata amicizia.


Commento scritto da Antonella Fedeli il 13 Novembre 2017 alle 22:28
Che tristezza questi concittadini,tutti pronti ad attaccare sul piano personale.....mi astengo dal difendere Sergio Grifoni lui non ha bisogno di avvocati ,ma tutti questi commenti offensivi ,anonimi,privi di sostanziali commenti. danno fastidio. Il Cityforum è sempre a disposizione dei cittadini per qualsiasi chiarimento,decine di associazioni del territorio che cercano di collaborare per il miglioramento di Spoleto,e voi,anonimi,Rambi da tastiera chi siete per giudicare ,offendere,denigrare il lavoro di tutti?.....


Commento scritto da velleitario il 13 Novembre 2017 alle 23:37
Max rispetto per il pensiero altrui.Ma faccio fatica a comprendere le comari sul ballatoio fornite da un potenziale notevole di qualunquismo,come atteggiamento di indifferenza o sfiducia nei confronti di tutti e tutto compreso il sistema e la politica.Questi individui ex alunni prediletti di Karl Raimund Popper,si scatenano senza essere propositivi,contro persone(non a busta paga della politica)che utilizzano parte del proprio prezioso tempo, per la comunità.Io credo invece,persone da sostenere fattivamente,in quanto esercitano una utilissima forma di politica di prossimità nella quale ogni cittadino è chiamato a svolgere.Non a caso ho definito gli scolari di Popper individui mentre ho definito chi si spende per la comunità persone.Quest'ultimi si prodigano per mettere al centro l'uomo,non come individuo dell'avere ma persona dell'essere e della responsabilità.Voglio ringraziarvi per la vostra disponibilità e competenza nel trattare questioni cosi complesse.Ve ne sono grato.Poi ci sono le menti mediocri,sono coloro i quali condannano tutto ciò che oltrepassa la loro capacità.Ad maiora.


Commento scritto da Sergio Granelli il 14 Novembre 2017 alle 00:54
Quante volte ci siamo sentiti dire "ma voi spoletini" come se fossimo degli extraterrestri! A pensarci bene mica hanno tutti i torti. E si perché siamo una piccola entità che invece di restare uniti per fronteggiare importanti problematiche che riguardano la nostra collettività, facciamo del tutto per farci del male.

Ma almeno che lo si faccia a viso aperto! E no. Meglio godersi il momento, senza patemi d'animo, dinanzi al proprio pc.

Da qui il disappunto e l'amarezza di chi con altruismo si è impegnato e si impegna dedicando il proprio tempo libero a favore della gente.

Quello che infastidisce è il pensare che probabilmente sono persone che si conoscono e addirittura che frequentano gli stessi nostri ambienti. E che magari sono i primi a salutarti e a stringerti la mano.

Ebbene si, egregio " huffington" sono uno degli "allocchi", sì come sarcasticamente da lei definiti, che non sopporta l'ipocrisia ne tanto meno chi si permette si insultare in forma anonima i propri simili.



Commento scritto da m.rutilia coccetta il 14 Novembre 2017 alle 01:23
Come componente del City Forum conosco bene il suo operato, pertanto

ritengo le offese insignificanti, inopportune e infondate. Mi piacerebbe tuttavia

guardare in faccia tutti coloro che, nell\'ombra, lanciano alla rinfusa strali

avvelenati e, visto che si ritengono tanto competenti, invitarli a collaborare con

noi per il bene della nostra città.Giova a qualcuno questo atteggiamento

disfattista?



Commento scritto da Ras il 14 Novembre 2017 alle 15:19
Da anonimo ad anonimo : veramente è il commento del sedicente Huffington Post che fa rabbrividire per i toni offensivi colmi di acredine e malanimo in attacchi personali. Le associazioni aderenti al City Forum insieme al TDM, quattro allocchi, allegre comari e il portavoce Grifoni sono impegnati da anni nella salvaguardia del nostro ospedale che senza il loro apporto sarebbe stato chiuso già anni fa.



I lettori di Sol sanno bene con quanti comunicati e articoli è stata documentata l'intensa



attività del Tdm e del City Forum, attività assolutamente estranea a chi sta solo a guardare e non a fare, per manifesta incapacità, criticando e contestando l'operato altrui.



Chissà a chi è perché il City Forum fa tanto ombra!?


Commento scritto da rossana il 14 Novembre 2017 alle 15:46
Scusa Renzo Berti, ma che c'entrano le posizioni del Signor Grifoni e le sue aspirazioni politiche rispetto alle proposte pubblicate nell'articolo che hai commentato riferendoti personalmente a lui? E poi, come mai t' interessano tanto le sue prese di posizione per le quali hai scomodato addirittura Pirandello? Il City Forum, dovresti saperlo, non è associabile a nessun partito.


Commento scritto da Americo Montini il 14 Novembre 2017 alle 17:09
Gent.mo Direttore, non mi soffermo sul contenuto del documento “Sanità” consegnato ed illustrato all’Assessore Regionale Luca Barberini da parte dello Spoleto City Forum. Ovviamente non per l’importanza dei contenuti, tra l’altro sentiti, noti e condivisi, ma per il fatto che sull’argomento sanità sono stati promossi innumerevoli incontri e dibattiti che hanno portato alle medesime conclusioni. Ricordo nel 2017, il 7aprile il convegno a Villa Redenta promosso dal PD di Spoleto, il 24 maggio l’ incontro "Sanità, insieme è meglio", organizzato dall'Assessorato alla Salute, Coesione sociale e Welfare e dall'Azienda Usl Umbria 2 , a TREVI dove sono state avanzate proposte e soluzioni in grado di attuare quel nuovo modello di assistenza sanitaria sostenuto dall’assessore Barberini, finalizzato al reale miglioramento del servizio per ogni cittadino, il vero obiettivo da raggiungere. Decisivo e’ lo sforzo messo in campo per raggiungere l’obiettivo di una stretta sinergia fra i due presidi ospedalieri Spoleto-Foligno "per poter realizzare attività ed esiti di qualità nella USL 2”. Detto ciò invece mi preme sottolineare il fatto che anziche’ incoraggiare queste positive iniziative, se vogliamo anche solo di sollecito, senza ovviamente screditarne il valore del contenuto, si tenta di contrastarle denigrando coloro che si prodigano da molto tempo con impegno e costanza per arrivare ad una conclusione positiva del problema. Non conosco colui che si cela dietro”Huffington Post” e il Sig. Massimo Astolfi ma non reputo corretto che, con i loro interventi, possano screditare persone come Piero Meduri, che conosco personalmente ed il cui percorso di vita è stato segnato da un impegno serio, onesto, capace ed altruista. Doti che, senza secondi fini, ha messo e mette a completa disposizione della comunità cui appartiene, dopo aver lasciato il suo lavoro.

Grazie per l’ospitalità



Commento scritto da TDM SPOLETO il 14 Novembre 2017 alle 17:12
Il T.D.M ringrazia quanti, di fronte alle ingiurie gratuite di "coraggiosi" anonimi rivolte al City Forum, hanno voluto dimostrare il proprio disappunto evidenziando l'impegno costante delle associazioni nella difesa del nostro ospedale. Il T.D.M. ricorda, inoltre, che l'associazionismo non ha alcun potere reale: può interloquire con le autorità sanitarie e soprattutto informare i cittadini delle carenze e delle disparità nella gestione della Sanità con la speranza che ognuno senta il dovere di partecipare direttamente ad azioni volte a migliorare le cose.

Quanto al Sig. Huffington post il T.D.M. lo informa che le nostre volontarie hanno acquisito in venti anni di attività , una vasta conoscenza dei problemi sanitari per cui la sua offensiva etichetta "quattro allegre comari" non le riguarda proprio. Ma forse il tono stizzoso e malevolo che contraddistingue lei, Sig. Post, l'avrà acquisito da qualche comare di cui evidentemente ella si circonda!


Commento scritto da Renzo Berti il 14 Novembre 2017 alle 20:08
Esimia Rossana, mi consenta: "ma io e lei abbiamo mai magnato li facioli insieme ?", come avrebbe detto il mio amico sindaco di Foligno Nando Mismetti . Detto questo, le ribalto la domanda: perchè si interessa dei miei rapporti politici con Sergio Grifoni con cui condivido l'appartenenza allo stesso Partito, ovvero il Pd? Grifoni sa bene, perchè mi conosce da una vita, che detesto le furbate ! E sa anche bene che il Pd aveva elaborato una proposta sull'integrazione degli ospedali di Foligno e Spoleto approvata dall'Assemblea comunale, ma non volutamente presentata all'assessore regionale Barberini, in attesa di condividerla con il City Forum, come aveva pubblicamente richiesto lo stesso Grifoni. Questo ai primi di agosto. Da quella data, il caro amico Sergio non ne ha più fatto menzione con nessun dirigente del Partito, salvo poi uscire alla "Carramba che sorpresa!" direttamente sui giornali, pensando di essere il primo della classe! Cosa che gli riesce sempre molto bene. Tanto dovevo per il rispetto della verità!


Commento scritto da Sergio Grifoni il 15 Novembre 2017 alle 08:17
Volevo informare Renzo Berti sul fatto di aver sempre distinto il mio ruolo di semplice portavoce delle Associazioni, dall' appartenenza politica. Politica che mai, e dico mai, e' entrata all'interno del City Forum e non sara' adesso lui certamente a portarcela.

Volevo inoltre ringraziare coloro che hanno espresso apprezzamenti e solidarieta' nei miei confronti, per le illazioni infamanti ricevute da anonimi commentatori. L'invito che mi permetto di avanzare a SOL, giornale prezioso per il nostro territorio, e' di non dare piu' spazio a commentatori anonimi che, anziche' argomentare le notizie riportate, utilizzano lo strumento informativo solo per infangare persone. Capisco che il comportamento di questi soggetti (o soggetto) potrebbe essere il frutto di represse psicopatie (magari provano soddisfazione nel denigrare da nascosto, come il piromane che assiste compiaciuto all'incendio appena appiccato) ma rischiano di vanificare lo sforzo di tante persone che, volontariamente, mettono a disposizione della comunita' tempo ed energie per l'esclusivo bene della stessa, come lo e' la salute pubblica. Grazie dell'ospitalita'.


Commento scritto da Rossana il 15 Novembre 2017 alle 19:36
Esimio Berti, "facioli" a parte , che c'azzeccano i suoi sproloqui con i contenuti dell'articolo sulle proposte del City Forum e i suoi commenti su Grifoni?


Commento scritto da Comitato 19 giugno il 15 Novembre 2017 alle 20:52
Non volevamo intervenire. Perché il dare addosso a Grifoni ci era ormai sembrato uno sport. Secondo perché ci sembrava esaurito lo spazio temporale dei commenti. Ma siccome vediamo che, nel merito, la questione continua ci permettiamo di dire la nostra. Grifoni si muove per future mire politiche? Non ci interessa, anzi. Grifoni è diventato antipatico perché “non si confronta”? Non ci interessa, anzi. Con chi si dovrebbe confrontare? Con i disfattisti? Con chi si limita ai commenti senza raccogliere mai l’invito a mobilitarsi o a suggerire proposte? Con un partito che a Foligno e a Perugia viene considerato meno di zero? Bene city forum, o piccolo gruppo di coraggiosi che dir si voglia! Questo comitato per quanto possibile è con voi.


Commento scritto da Granelli Sergio il 16 Novembre 2017 alle 14:56
Trovo perfettamente in sintonia l'accostamento dato, del piromane con la maldicenza anonima. Ora auspico veramente che non trovi pompieri disponibili a salvarlo dal fuoco che ha appiccato!


Commento scritto da Renzo Berti il 16 Novembre 2017 alle 15:35
Ormai siamo fuori tempo massimo per i commenti. Ma replico alla signora Rossana che, se ha un minimo di bon ton, potrebbe scrivere per esteso anche il cognome: dove sarebbero i miei sproloqui? Nel fare un discorso politico con il signor Grifoni che fa il gioco delle tre carte? Qui, se permette, ne ho letti altri di sproloqui: la malevolenza di certe persone che lei ben conosce, che si celano dietro la sigla Tdm per offendere professioniste di comprovata serietà? Sono forse entrato nel merito delle proposte, qualcuna apprezzabile, del City Forum? Ho solo sottolineato che Grifoni è un personaggio che sfrutta il vento secondo le convenienze ! Ripeto, se non lo abbia capito: Grifoni è uno che gioca lo stesso campionato con due maglie diverse!!! E questo, lui che ha fatto l'arbitro di basket, sa bene che è eticamente scorretto!! Fortunatamente non sono il solo a pensarla così!! Delle due l'una: o Grifoni fa l'autoproclamato (sic!) portavoce dell'on. Bocci o fa il portavoce del City Forum

Ossequi.

E la prossima volta, visto che non la conosco, mi chiami dott. Renzo Berti. La ringrazio.

Ossequi!!


Aggiungi un commento [+]
Associazione Cristian Panetto
De.Car. Elettronica
Performat Salute Spoleto
Bonifica Umbra
Perugia Online
Necrologio
Lavanderia La Perfetta
Aldo Moretti S.r.l.
Bar Moriconi
TWX Evolution
Pizzeria Mr Cicci
Bar Kiss
Gabetti Immobiliare
Ristorante La Pecchiarda
Supermercati della convenienza offerte speciali
Sicaf Spoleto
Ferramenta Bonfè
Spoleto Cinema al Centro
Guerrini Macron Store
Lavanderia La Perfetta
Principe
Stile Creazioni