Spoletonline
Edizione del 12 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 15:12:20
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Aldo Moretti S.r.l.
Spoletonline
Agenzia Bonifazi Immobiliare Spoleto
cerca nel sito
AROF Agenzia Funebre
Centro Dentistico Cristina Santi
Vus Com
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Spoleto Cinema al Centro
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Parafarmacia Serra
Lavanderia La Perfetta Self
Ristorante Albergo LE CASALINE
Libreria Aurora
The Friends Pub
TWX Evolution
Pc Work
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Agriturismo Colle del Capitano
Mrs Sporty
Stampa articolo

Società, 06 Dicembre 2017 alle 14:45:28

Reinserimento sociale dei detenuti, la casa di reclusione di Maiano punto di riferimento regionale

Firmato oggi l'accordo per la nascita del primo polo interistituzionale [Commenti]

È stato firmato stamani, nella sede del Palazzo Comunale di Spoleto, il primo Accordo per la Costituzione dei "Poli interistituzionali come centri di innovazione e monitoraggio delle azioni programmate a livello nazionale" ai sensi del Protocollo d'intesa MIUR - Ministero della Giustizia del 23 maggio 2016 ( Art 2, lettera- n).


Due gli accordi firmati, uno di livello regionale e uno di livello territoriale per Spoleto, finalizzati al coordinamento delle iniziative a favore dell'integrazione della popolazione detenuta, al diritto ad un percorso scolastico adeguato alle capacità effettive di ognuno, alla condivisione, scambio e circolazione delle esperienze in atto, della documentazione, dei materiali, delle ricerche di settore, all'istituzione di un canale diretto tra supporto scolastico, progetti per il ricongiungimento familiare e inserimento lavorativo dei detenuti.


Erano presenti per il Comune di Spoleto il vicesindaco Maria Elena Bececco, per l’accordo di livello regionale la presidente del Centro Studi Scuola Pubblica Anna Grazia Stammati, il Provveditore Amministrazione Penitenziaria Toscana Umbria Antonio Fullone, il Presidente del Tribunale di Sorveglianza Roberto Ferrando, il Direttore generale dell’ufficio scolastico Regionale Antonella Iunti, il Dirigente dell’ufficio interdistrettuale di esecuzione penale esterna Toscana Umbria Salvatore Nasca, dirigente istruzione e formazione Regione Umbria Adriano Bei.  Per l’accordo territoriale il Direttore Casa di Reclusione di Maiano Luca Sardella e il Comandante Marco Piersigilli, l’ufficio di sorveglianza di Spoleto Grazia Manganaro, ufficio esecuzione penale esterna Maria Biondo, il direttore della Rocca Albornoziana di Spoleto Paola Mercurelli Salari e i dirigenti scolastici IIS Sansi Leonardi Volta Roberta Galassi IPSEOASC “De Carolis” Fiorella Sagrestani e Centro Provinciale Istruzione Adulti di Perugia Angela Maria Piccionne, per la rete delle scuole ristrette Giorgio Flamini e Alessandro Togoli.


La scelta del territorio, come prima sede di un Polo Interistituzionale, è stata determinata da vari fattori: la presenza del Cesp e la rete delle scuole ristrette, che da anni sperimentano un metodo operativo, mirato alla definizione di interventi adeguati alla condizione dei "ristretti"; la comprovata disponibilità dell'amministrazione penitenziaria che ha partecipato ai lavori anche a livello regionale, con la presenza delle figure apicali del Provveditorato regionale Toscana e Umbria;  l'apertura dimostrata dagli enti territoriali, in particolare dal Polo museale dell'Umbria e dalla Rocca Albornoziana di Spoleto per i percorsi di reinserimento dei detenuti; la consapevolezza e l'attenzione con la quale la dirigente scolastica dell'llS "Sansi-Leonardi-Volta" ha condiviso il modello laboratoriale di istruzione e formazione all'interno dell'istituto penitenziario; la presenza di una magistratura di sorveglianza accorta e partecipe ai percorsi dei detenuti; l'interesse al progetto evidenziato già nell'ambito del seminario svolto a luglio a Spoleto, dal Garante dei Detenuti del Lazio e dell'Umbria. 


Sede del Polo Regionale sarà la Casa di reclusione di Maiano che negli incontri svolti ha ufficialmente confermato la disponibilità ad ospitare la sede del Polo Interistituzionale Umbro, destinando a tale scopo i locali posti al terzo piano della torre progettata dall'architetto Lenci, predisponendone ristrutturazione e arredo, in modo da renderla operativa in tempi brevi.



Commenti (5)

Commento scritto da Bastonate e acqua fresca! il 07 Dicembre 2017 alle 09:00
Io non ho mai fatto del male ad alcuno, tuttavia nessuno pensa ad inserirmi socialmente in un qualsiasi lavoro.

Se avessi sbagliato e fossi un "ristretto" oggi sarei reinserito, se fossi nero e sbarcato in Italia avrei pasti e alloggio, ma essendo un semplice italiano per bene vivo come posso.

Anche se voi vi credete assolti siete lo stesso coinvolti, dice il poeta.


Commento scritto da batta il 07 Dicembre 2017 alle 11:57
E' iniziata una lunga campagna elettorale


Commento scritto da Giorgio il 07 Dicembre 2017 alle 12:34
Perfettamente d'accordo!!!!! Centrato il punto in pieno, se non sei un delinquente con almeno un paio d'anni di condizionale, o un clandestino sono c...i tuoi !!!!!!! Se sei una persona per bene che vivi e hai vissuto sempre nel rispetto delle regole arrangiati non c'è nessuno che pensa a te !!!!!


Commento scritto da Libero pensiero il 08 Dicembre 2017 alle 12:18
Azioni del genere dovrebbero essere svolte in silenzio, senza dargli troppo risalto e senza fargli troppa pubblicità. Infatti, visto che si parla di persone emarginate nella società, che andrebbero seguite e reinserite, è bene far presente che in Umbria, come del resto in altre regioni d'Italia, ci sono centinaia di migliaia di persone oneste, per non dire milioni, che non hanno mai commesso reati di nessun genere, ma che, purtroppo, si trovano in condizioni economiche pessime. Persone completamente tagliate fuori dalla società, dimenticate e abbandonate a se stesse. Sarebbe meglio che "Il punto di riferimento regionale e nazionale" dei politici convergesse su di queste. E non di dargli l'impressione, con alcuni interventi, di una maggiore trascuratezza, di indifferenza e di abbandono nei loro confronti, occupandosi spesso del reinserimento di coloro che lo meritano di meno. Se quel gesto deve esserci, deve avvenire dopo! Dopo avere ridato dignità, sicurezza e speranza ai cittadini che realmente lo meritano. Che lo meritano soprattutto per aver saputo resistere alle tentazioni di commettere alcuni generi di reati che possono scaturire dalla miseria e dalla disperazione. Da parte della classe politica è auspicabile che ci sia una maggiore attenzione, un maggior impegno e un maggior rispetto verso questa categoria di persone. Allora sì che ci sarebbe un motivo valido di cui andare fieri come punto di riferimento. E di conseguenza ne trarrebbero maggiori benefici anche i detenuti. Ma come si sa, per molti politici, le considerazioni dei cittadini sono solo parole al vento. Sono come le foglie morte, che, trasportate dal vento, svolazzando qua e là, qualcuna di loro, sfiorandoli, si deposita sui loro pensieri. E gli ricordano che sta per finire l'autunno e che sta arrivare l'inverno. L'inverno della loro carriera. E allora, per farsi perdonare, emanano un ultimo gemito. Ma è troppo tardi. Per molti di loro, la morte politica, nella diagnosi degli elettori, è già avvenuta.


Commento scritto da Crowley il 08 Dicembre 2017 alle 12:59
La Vicesindaca è molto sensibile verso certe questioni(non mi sembra sia la prima iniziativa in questione su questo versante),e non dico che sbagli.Esistono però, anche persone dal casellario giudiziario immacolato e in difficoltà che non se le caga nessuno a livello politico,e crepano e s'ammalano nel dimenticatoio.La Bececco dovrebbe aprire il cuore anche verso queste categorie........ma forse non lo fa perchè portano meno punteggio.Per concludere giunta pessima e pessima scelta fatta nel votarla


Aggiungi un commento [+]
De.Car. Elettronica
Lavanderia La Perfetta
Principe
Ferramenta Bonfè
Ristorante La Pecchiarda
Associazione Cristian Panetto
Necrologio
Gabetti Immobiliare
Supermercati della convenienza offerte speciali
Spoleto Cinema al Centro
Stile Creazioni
Sicaf Spoleto
Bonifica Umbra
Pizzeria Mr Cicci
Perugia Online
Lavanderia La Perfetta
TWX Evolution
Guerrini Macron Store
Performat Salute Spoleto