Spoletonline
Edizione del 18 Gennaio 2019, ultimo aggiornamento alle 21:10:14
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Ristorante Al Palazzaccio
Ristorante Albergo LE CASALINE
Parafarmacia Serra
La Piazzetta delle Erbe
Electrocasa Spoleto
Fondazione Giulio Loreti
Centro Ottico Emmedue
Tuber experience - Campello
Pc Work
AROF Agenzia Funebre
Norcineria Severini Perla
Arte Infusa
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Ristorante Pecchiarda
Libreria Aurora
Il Calzolaio
Spoleto Cinema al Centro
Stampa articolo

Le soffitte di SOL, 03 Marzo 2005 alle 05:00:00

3 Marzo SAN TIZIANO Vescovo del VI secolo

Non sono molti, nel calendario, i Santi che ripetono il nome anzi, il cui nome fu ripetuto dal grande pittore di Pieve di Cadore, l'artista più ammirato e onorato del 500; il ritrattista degli Imperatori, al quale secondo la tradizione non sembrò indecoroso allo stesso Carlo V, raccattare da terra il pennello. Nel caso del nome di Tiziano si può dire che sia stato illustrato dall'arte molto più che dalla santità, perchè i Tiziani santi non soltanto sono pochi, ma sono tutti oscuri, almeno nel senso della loro rinomanza nel mondo.
Le notizie sul conto di Tiziano, oggi festeggiato, la cui memoria sopravvive nella città di Brescia, dove visse e morì, sono scarse.

Tiziano fu Vescovo saggio nell'insegnamrnto della dottrina, generoso nell'esercizio della carità verso i poveri e i bisognosi; zelante nel compiere i doveri del suo stato; umile nel portamento personale; esemplare nella sua condotta agli occhi del popolo e del clero; assiduo nella preghiera; energico nella sua azione. Fu anch'egli, come tutti i pastori delle comunità cristiane del tempo, attivo costruttore e restauratore di chiese.
Tutte queste qualità non furono evidentemente, caratteristiche esclusive di San Tiziano. Sono anzi le virtù di tutti quelli il cui nome è tra i santi del Calendario. La santità è sempre una, e le virtù che la compongono sempre le stesse, fin quasi alla monotonia.Ma sempre diverse le sfaccettature della personalità dell'uomo, o della donna che le incarna; i caratteri di una certa società; gli ideali, o i problemi di un certo tempo. Quando la personalità del Santo è quasi ignota, il tempo lontano, i tratti della società incerti, non resta che ripetere, fin quasi alla monotonia, l'elenco delle virtù, sempre le stesse, che costituiscono la santità e che non possono mai mancare, anche se mancano le notizie. Tale fu il caso di San Tiziano, Vescovo di Brescia, la cui santità fu confermata dai miracoli, da vivo come da morto. Ma anche questi sono caratteri comuni a tutti i Santi e non certo esclusivi del Vescovo Tiziano che morì a Brescia verso il 526 e venne sepolto nella cattedrale, dove ancora si trovano le sue reliquie.
A tutti coloro che portano il nome Tiziano, porgiamo Affettuosi Auguri di buon Onomastico.


Mariangela



Abbazia Albergo e Ristorante
Spoleto d'inverno
Multiservizi Spoleto
Principe Store
Lavanderia La Perfetta
Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno
Il Biologico Spoleto
Estetica Creola
Il Macigno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Pizzeria Mr Cicci
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Bonifica Umbra
Associazione Cristian Panetto
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Bar Moriconi
Spoleto Cinema al Centro
L'Altro Forno
Bonucci
Panificio Montebibico