Spoletonline
Edizione del 16 Ottobre 2018, ultimo aggiornamento alle 21:31:30
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Agenzia Bonifazi Immobiliare Spoleto
Spoletonline
Agenzia Bonifazi Immobiliare Spoleto
cerca nel sito
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Libreria Aurora
Agriturismo San Vito
Rafting Nomad
Casale La Palombara
Ristorante Al Palazzaccio
Ristorante Albergo LE CASALINE
Pc Work
TrattOliva
AROF Agenzia Funebre
Arte Infusa
Spoleto Cinema al Centro
Agriturismo Colle del Capitano
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Ristorante Pizzeria San Giuliano
Parafarmacia Serra
Tuber experience - Campello
Ristorante Pecchiarda
Stampa articolo

Lavoro, 10 Gennaio 2018 alle 16:08:53

Ex Novelli, domani (11) nuovo vertice al Mise

Il consigliere regionale della Lega Fiorini: 'Vergognosa gestione della vicenda da parte di Pd e sindacati' [Commenti]

“È in programma domani, 11 gennaio, un importante incontro al Ministero dello sviluppo economico, nell’ambito del quale dovrebbero essere rese note delle indicazioni per il prosieguo della gestione dell’attività della Ex Novelli, in seguito alla bocciatura della proposta del concordato da parte del Tribunale che ha annullato la vendita dell’azienda, definendo il contestuale fallimento di Alimentitaliani della famiglia Greco”. 


Il capogruppo Lega Umbria, Emanuele Fiorini, invoca “chiarezza” nella gestione di questa fase ed auspica “una veloce risoluzione che permetta all’azienda di ripartire preservando il proprio patrimonio produttivo ed occupazionale”. Il leghista critica fortemente la gestione della vicenda da parte del PD nazionale e locale: “Mentre Renzi sbandiera a tutto il mondo dati completamente distorti sulla crescita occupazionale italiana e mentre in Umbria la Giunta Marini continua a parlare di “livelli di crescita”, fuori dai palazzi del potere della sinistra c’è una regione che soffre quotidianamente la morsa della crisi. Il 2018 è iniziato male, molto male, per l’Umbria. Perugina, Maran, Colussi, Ast, Ex Novelli solo per fare alcuni esempi: le pagine di quotidiani, telegiornali e on line sono piene di articoli riguardanti vertenze aperte, questioni occupazionali critiche, sempre più posti di lavoro a rischio. Vogliamo soffermarci proprio sulla questione della Ex Novelli in quanto emblematica di come le cose vengono gestite. Tale vicenda testimonia a pieno l’incapacità e l’inadeguatezza sia dei sindacati Cgil, Cisl e Uil che della presidente Marini e dell’assessore Paparelli: tutti loro hanno accolto i compratori calabresi come salvatori della patria, senza valutarne a pieno i trascorsi, arrivando così a svendere un patrimonio umbro ad un solo euro e mettendo seriamente a rischio il futuro di 700 lavoratori e altrettante famiglie. Come mai nessuno si è preoccupato di approfondire il passato di questi signori prima di mettergli in mano l’azienda? Non sarà perché la stessa famiglia Greco, che ha manifestato anche l’intenzione di acquisire Alitalia, è molto amica dell’ex premier Matteo Renzi? In tale frettolosa operazione di giungere ad una conclusione della vicenda solo per fini elettorali, sono stati allontanati compratori seri del nostro territorio pronti ad investire, ma messi alla porta perché senza le spalle coperte dalla politica. Senza contare che al tavolo delle trattative sono sempre stati esclusi quei sindacati autonomi che chiedevano di fare attenzione a certi personaggi. La stessa Lega Umbria ha convocato la famiglia Greco in Commissione regionale, esternando dubbi e incertezze sulle reali “potenzialità” del gruppo calabrese. Nessuna di queste voci è stata ascoltata con la conseguenza di mettere a rischio un importante patrimonio produttivo ed occupazionale della regione”.



Umbria Dent
Abbazia Albergo e Ristorante
Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno
Multiservizi Spoleto
Il Biologico Spoleto
Estetica Creola


Commenti (16)

Commento scritto da mago il 10 Gennaio 2018 alle 18:28
A me renzi sta sulle palle ma vedo che é circondato da amici.. Greco é amico di renzi.. La sig.ra delle buste della spesa é amica di renzi.. Forse anche il Papa é amico di renzi.. Quello che é certo é che Berlusconi é amico di Renzi..ahhahahah


Commento scritto da Sara il 10 Gennaio 2018 alle 20:30
Se hanno chiuso nn è x colpa di Renzi,è la colpa dei padroni che si sono mangiati tutto, xchè fino a quando queste imprese le hanno portate avanti i genitori tutto ok..poi appena prendono in mano i figli ecco la sorpresa,,,nn siamo colpe a chi nn centra nulla!;x quanto riguarda i sacchetti stiamo facendo una rottura xchè prima nn ce li facevano pagare??ora perché lo hanno detto allora si dà una rottura.....la colpa è nostra cera gente che prendeva sacchetti e li portava a casa,chi li buttava x strada chi li sprecava ora vedrai che tutto sto spreco nn c'è!!ritornando al lavoro,la disoccupazione è in calo ci sono fabbriche,come quelle di Campello,la tecnocar.... vanno benissimo e come mai?? perché i padroni hanno la testa sanno gestire,la Maran fino a quando c'era il padre tutto ok,ora tutto in fallimento!!no Renzi sono i giovani che pensano alle auto a farsi grandi stipendi e mandano a p.....e il lavoro,,andate a vedere ora la ex Novelli ora??io lavoro li!! stipendi regolari il lavoro c'è e questo perché? perché sanno gestire non si presentano con il macchinone e a noi operai non pagano,gli ex imprenditori padroni ex Novelli(figli)si facevano vacanze, Macchine grandi,e ha noi ci tenevano senza stipendi 13esime negate 14esime arretrate e la prendete con Renzi???se le cose non le sapete informatevi!!!ah un ultima cosa i tagli che hanno fatto ora alla ex Novelli sono stati tutti gli impiegati e impiegate sedute a prendere aria in ufficio,e questi tagli grazie alla legge Renzi


Commento scritto da Stipendi regolari? il 11 Gennaio 2018 alle 11:36
....non è che sia poi così difficile, specialmente se non paghi i fornitori....


Commento scritto da @Sara il 11 Gennaio 2018 alle 11:47
Eccone un altra che non si è accorta che l'Italia è stata colpita da una crisi dei consumi del ceto medio mai vista e che ha mandato in crisi tutte le aziende che non potevano esportare...

Il problema è come è stato gestito il dopo che fa ribrezzo, a partire dal MISE ai sindacati, al Tribunale, agli amministratori che in 5 anni di gestione hanno raddoppiato i debiti, serve altro?

Cara Sara, si informi lei , anzi studi le carte che è tanto brutto dover essere costretti chissà sotto che minacce...a scrivere certi commenti.



Commento scritto da CHI SA il 11 Gennaio 2018 alle 12:10
Devo ringraziare Sara , che, nonostante errori grammaticali gravi, ci ha chiarito le cose.

Ti ringrazio anche da parte dei miei figli , e di un tuo collega che ha lavorato, come dici tu seduto a prendere aria in ufficio... beh prima di parlare pensaci, perchè devi sapere che gente che ha lavorato per anni a Spoleto è stata trasferita a Terni, con il medesimo contratto che avevano a Spoleto. Hanno lavorato per anni senza dir nulla, poi perchè arrivano i nuovi padroni, si mettono in sciopero, per difendere il proprio posto di lavoro, cacciati via. Ma vergognati ! Come ad agosto volevate fare sciopero perchè non vi arrivava lo stipendio.... come mai dici che tutto è regolare. Ti auguro che tu continui a lavorare, ma ricordati che non si getta fango su i colleghi di lavoro, che hanno pagato già abbastanza. Ti ringrazio nuovamnte.


Commento scritto da CHI SA il 11 Gennaio 2018 alle 12:10
Devo ringraziare Sara , che, nonostante errori grammaticali gravi, ci ha chiarito le cose.

Ti ringrazio anche da parte dei miei figli , e di un tuo collega che ha lavorato, come dici tu seduto a prendere aria in ufficio... beh prima di parlare pensaci, perchè devi sapere che gente che ha lavorato per anni a Spoleto è stata trasferita a Terni, con il medesimo contratto che avevano a Spoleto. Hanno lavorato per anni senza dir nulla, poi perchè arrivano i nuovi padroni, si mettono in sciopero, per difendere il proprio posto di lavoro, cacciati via. Ma vergognati ! Come ad agosto volevate fare sciopero perchè non vi arrivava lo stipendio.... come mai dici che tutto è regolare. Ti auguro che tu continui a lavorare, ma ricordati che non si getta fango su i colleghi di lavoro, che hanno pagato già abbastanza. Ti ringrazio nuovamnte.


Commento scritto da indipendente il 11 Gennaio 2018 alle 13:24
Effettivamente, se non paghi gli stipendi, il macchinone e il vestitino attillato danno un po' fastidio...


Commento scritto da Mark Hollis il 11 Gennaio 2018 alle 15:26
Ho letto un commento poco sopra di una certa Sara, e sono dovuto correre in bagno a vomitare!!!! Un commento così, che mostra disprezzo verso i colleghi di ufficio che certamente non prendevano aria, anzi, mostra un livello di intelligenza vicino allo zero. Se l' italia è ridotta male è anche a causa di questi ruffiano che non sanno nemmeno raccontare le cose con un minimo di lealtà!!! Ti auguro ogni bene misera persona!!!


Commento scritto da Chi sa 2 il 11 Gennaio 2018 alle 15:47
Volevo fare i complimenti a Sara per la sua acuta analisi riguardo alla situazione della ex Novell e anche alla famiglia Greco che ha raggiunto il suo scopo: DIVIDI ET IMPERA


Commento scritto da Mark Hollis il 11 Gennaio 2018 alle 16:47
Cara Sara vedo che hai poche idee e ben confuse. Ti consiglio vivamente di imparare l' italiano innanzitutto, forse ti è morta la maestra in prima elementare. Non vorrei che perdessi il lavoro anche te perchè dalla persona che dimostri di essere potresti anche morire di fame!!!!


Commento scritto da Sara il 11 Gennaio 2018 alle 17:26
Caro signor CHI Sa,io nn sparlo dei colleghi anzi il contrario io mi sono lamentata che c'erano impiegati in ufficio a prendere Aria, soprattutto segretarie donne,e qui lo diciamo tutti non solo io, tutti gli operai/e parliamo di ciò è ora non ci lamentiamo assolutamente, perché stiamo a posto con gli stipendi e con il lavoro,e ripeto se le cose sono andate male per parecchie aziende è xchè hanno sperperato hanno mangiato tutto,come mai la tecnocar,Umbria cuscinetti, mastro raphel,meccanotecnica,,,,,vanno bene?? perché la sanno gestire perché pagano regolari e se vanno in giro con le macchine grandi li fanno bene perché all' operaio non fanno mancare gli stipendi,invece qui dove lavoro io, arrivavano,comandavano vestiti eleganti grandi macchine autista,e noi operai?20ore lavorative e zero soldi!!informatevi voi invece di parlare,si vede che questi grandi imprenditori falliti sono amici vostri...


Commento scritto da Giacomo il 11 Gennaio 2018 alle 22:56
Per "Sara" perchè non scrivi il tuo vero nome è cognome? Forse perchè tu sei quella/o che ha fatto la spia facendo licenziare un collega dopo che aveva dato un giudizio sui greco?? Per quanto riguarda gli impiegati prima di parlarne sciacquati la bocca, non sai nemmeno quanti straordinari NON PAGATI si sono fatti in questi ultimi anni, perchè non parli delle cene che avete fatto a casa vostra invitando i "capi"?? Vogliamo parlare delle cene che hanno fatto i "capi" invitando le operaie???? Cambiano gli "imprenditori" ma le abitudini mai......


Commento scritto da demos il 11 Gennaio 2018 alle 23:26
Purtroppo racconti molte menzogne.....Informati bene, perchè molti operai ruffiani, che regalavano tartufi e facevano cenette di cacciagione prendevano stipendi molto più alti di quegli impiegati che onestamente facevano il proprio lavoro per portare avanti le proprie famiglie, per non far morire le speranze e i sogni dei propri figli. Non meriteresti neanche una risposta, ma ti dovresti vergognare delle tue falsità!!!!


Commento scritto da Non è colpa dei poliitici.... il 12 Gennaio 2018 alle 14:48
Non puoi dire di conoscere i fatti aziendali solo perchè raccogli le uova o conti le galline, io fossi in te rifletterei prima di parlare e mi informerei di piu sui veri numeri cara collaboratrice... il livore non ti porta da nessuna parte. Certe persone si servono anche di quelli come te per promuovere i loro obiettivi, sono i veri padroni, quelli che ti comandano a bachetta senza che tu te ne accorga...


Commento scritto da velleitario il 12 Gennaio 2018 alle 14:54
Quando ho letto questo articolo,ho subito percepito di essere in presenza di un nuovo profeta,di un nuovo genio nel firmamento della politica regionale/nazionale.Sicuramente studioso della filosofia politica di Thomas Hobbes e John Locke,nonchè ex allievo del politologo Giovanni Sartori.Cosi articolate,puntuali,realistiche,soprattutto prive di faziosità nelle argomentazioni siffatte dal referente per la provincia di Terni della Lega Nord,membro di:Seconda Commissione Consigliare Permanente Commissione Di Inchiesta Analisi e Studi su Criminalità Organizzata INFILTRAZIONI MAFIOSE Tossico Dipendenze e Qualità Della Vita,all'assemblea legislativa regione Umbria,il ragioniere nato a Terni(in linea con la cultura unitaria solidale Ternana).Tuttavia emergono alcune considerazioni;oltre la propaganda elettorale l'azzimato dal furore iconoclastico,invoca chiarezza(come i Sanculotti dell'Ancien Regime) nella gestione della vicenda da parte del Partito Democratico locale e Nazionale di fronte ai dati sbandierati al mondo intero(peraltro forniti da ISTAT)come inadeguatezza dei sindacati CGIL,CISL,UIL colpevoli di aver accolto i compratori Calabresi....ecc,ecc..Poi la domanda geniale:come mai nessuno si è preoccupato di approfondire il passato di questi signori compratori Calabresi amici di Renzi in quanto hanno manifestato l'intenzione di acquisire Alitalia.......Veramente stucchevole!!Quali sono le fonti di informazione?Da quale galassia arriva costui.....Il membro di seconda commissione di inchiesta sulla CRIMINALITA',INFILTRAZIONE MAFIOSE dell'assemblea legislativa della regione Umbria oltre lo zelo e lo sdegno politico verso coloro i quali non vogliono riprendere i lavori dopo la pausa pranzo Leghista di Terni/Umbria si è fatta questa domanda?Si è data una risposta?Ad maiora


Commento scritto da basilio rapucci il 13 Gennaio 2018 alle 14:21
Vista la situazione, mi sembra chiaro che la vicenda sia stata gestita male.

Ora se la responsabilità sono di chi ha amministrato, oppure se siano da attribuire a soggetti diversi, queste sono cose di poco conto.

La cosa che è chiara è che una Azienda che per anni ha distribuito stipendi con i quali diverse centinaia di famiglie hanno vissuto in modo più o meno dignitoso, oggi molte di queste famiglie, non hanno più questo sostentamento ed altre vedono minacciato il proprio futuro.

Il governo del paese e quello della nostra Regione se hanno avuto una importanza decisiva sui successi ottenuti, per corrispondenza simmetrica, si devono accollare anche gli insuccessi, e questo ( relativo alla gestione delle ex Aziende Novelli) rappresenta di sicuro un grave insuccesso.

Se non ho capito male alla prospettiva del fallimento della famiglia Novelli, oggi si è sostituito il fallimento della famiglia Greco, che se non sbaglio, questa si presenta addirittura con un patrimonio modificato ( in meno) nei valori immobiliari.

I creditori, i dipendenti ecc. si augurano che ci sia una possibilità a ritornare indietro alle condizioni di partenza ovvero con i valori patrimoniali originali.

L'articolo e qualche commento si limitano a mettere in evidenza aspetti che si prestano ad essere considerati solo come semplice polemica elettorale, per i dipendenti e per i creditori questa è una questione che ha una importanza decisamente superiore.

Mi auguro che i cittadini siano capaci di superare lo sterile steccato dei partiti per affrontare i problemi reali del paese, quelli che incidono in modo determinante nella qualità della vita di tutti i giorni.


Aggiungi un commento [+]
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Grisanti Arreda
Lavanderia La Perfetta
Bonifica Umbra
Lunch Cafè
Pizzeria Mr Cicci
Principe
Sicaf Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Spoleto Cinema al Centro
Il Pianaccio
Performat Salute Spoleto
Taverna del Pescatore
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Associazione Cristian Panetto
Guerrini Macron Store
Bar Moriconi