Spoletonline
Edizione del 19 Febbraio 2018, ultimo aggiornamento alle 10:46:13
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
BEXB
Spoletonline
Adcomm
cerca nel sito
Spoleto Cinema al Centro
Parafarmacia Serra
AROF Agenzia Funebre
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Maison del Celiaco
Pc Work
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Ristorante Albergo LE CASALINE
Mrs Sporty
Libreria Aurora
Stampa articolo

Ambiente e Territorio, 27 Gennaio 2018 alle 12:04:08

Legambiente: 'Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini rappresenta risorsa importante per la ripresa economica delle aree terremotate”

Al via il tavolo per la rinascita del territorio tra l’Ente e l'associazione [Commenti]

“Riteniamo molto grave l'iniziativa avviata dalla Comunanza agraria di Castelluccio di Norcia di raccolta firme per uscire dal Parco Nazionale dei Sibillini, 


così come sono gravi gli attacchi arrivati anche dalla Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini e da alcuni sindaci umbri e marchigiani contro il Parco, reo di aver solo richiesto al comune di Norcia il rispetto di alcune prescrizioni per la realizzazione di alcune opere – è il commento di Antonio Nicoletti responsabile aree protette e biodiversità di Legambiente Onlus – perché sanno bene, soprattutto chi ha ruoli istituzionali, che l'emergenza post terremoto e la ricostruzione possono essere gestite in modo adeguato nel rispetto delle norme di salvaguardia previste, sia dal regime di tutela imposto nei territori delle aree protette, che dalle norme che derivano dall’applicazione delle Direttive comunitarie per la tutela di specie e habitat prioritari di cui sono garanti le Regioni ”.


“Abbiamo forte il sospetto che qualcuno tenti di forzare l’interpretazione delle leggi e le presunte limitazioni poste dall'Ente Parco come grimaldello per fare, in questo territorio straordinariamente ricco di risorse naturali e paesaggistiche, quello che non è concesso dalle norme e dalla logica – continua Legambiente. Crediamo pure che ci sia molta strumentalità nelle critiche rivolte al parco che bloccherebbe la realizzazione delle opere utili alla ripresa dell’economia del Parco. Un sospetto che nasce dalla presa d’atto che, dopo che il parco ha dato il suo parere sul discusso progetto del Deltaplano migliorandolo in molte parti rispetto alla proposta iniziale, nessuno ha più la fretta iniziale. Vogliamo ricordare agli abitanti di Catelluccio, ai Sindaci e alla Presidente Marini che l'economia di quei territori, caratterizzata dall'agricoltura, a cominciare dalla tanto famosa lenticchia, dalla filiera della trasformazione agroalimentare e dal turismo, dipende molto dalla presenza del tanto vituperato Parco”.


“Serve invece un patto, tra comunità, amministrazioni locali e regionali, Ente Parco e associazioni ambientaliste, come Legambiente, per immaginare e lavorare insieme per il futuro di quei territori che non possono prescindere da una ricostruzione rigorosa, rispettosa delle norme e che garantisce salvaguardia e valorizzazione del patrimonio naturale. E è per questo – conclude Legambiente – che il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e Legambiente hanno costituito il “Tavolo della Rinascita”, un tavolo per costruire insieme un percorso di valorizzazione del territorio, ma anche per trovare soluzioni alle tante criticità irrisolte da tanto tempo”.



Commenti (2)

Commento scritto da il cospaiese il 28 Gennaio 2018 alle 15:44
Attenti a disgregare il Parco, a meno che non si voglia procedere ad una massiccia cementificazione. Dove i Parchi ci sono e funzionano, portano sviluppo e ricchezza oltre ad una grande qualità della vita. Non mi sembra che le Comunanze, oltre a fare gli interessi di alcuni soggetti facilmente individuabili, abbiano realizzato altrettanto.

Perpetua et firma libertas


Commento scritto da Antonio Razzi il 29 Gennaio 2018 alle 01:55
Questo non credo...

Egregio cittadino della Repubblica di Cospaia (spero che gli altri capiscano), questi termini da anni '70 -massiccia cementificazione, colata di cemento, ed altre amenità- Le riponga nello scaffale della libreria che senz'altro possiede.

Legambiente ( i nomi degli adepti sono sempre avvolti, -tranne il Presidente Nicoletti- come nelle indagini polizziotesche, "dal più stretto riserbo" ) mi sembra sempre più interessata a perfezionare lo stoppino del lume a petrolio, ignorando che nel frattempo è stata inventata l' elettricità.

Lo stesso compianto prof. Bernardino Ragni, a voi vicino, e che per molti versi contestavo, proponeva progetti che mettessero a sistema sia le risorse dei territori che la permanenza della popolazione.

Non credo che questa posizione Vi porti molto lontano....questo non credo.

A meno che questo Vi serva per aumentare la Vostra forza contrattuale....con chì?

ah, saperlo....



Aggiungi un commento [+]
Necrologio
De.Car. Elettronica
Stile Creazioni
Guerrini Macron Store
Performat Salute Spoleto
Pizzeria Mr Cicci
Sicaf Spoleto
Associazione Cristian Panetto
Ferramenta Bonfè
Supermercati della convenienza offerte speciali
Lavanderia La Perfetta
Bonifica Umbra
Perugia Online
Principe
Lavanderia La Perfetta
Gabetti Immobiliare
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Spoleto Cinema al Centro