Spoletonline
Edizione del 21 Febbraio 2018, ultimo aggiornamento alle 22:42:52
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
BEXB
Spoletonline
Agenzia Bonifazi Immobiliare Spoleto
cerca nel sito
Spoleto Cinema al Centro
Maison del Celiaco
AROF Agenzia Funebre
Mrs Sporty
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Libreria Aurora
Ristorante Albergo LE CASALINE
Agriturismo Colle del Capitano
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Parafarmacia Serra
Pc Work
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Stampa articolo

Traffico & viabilità, 14 Febbraio 2018 alle 09:31:13

'Zone 30' in centro, si chiudono oggi (14) i termini per partecipare alla manifestazione d'interesse

Il Comune alla ricerca di operatori economici a cui affidare la redazione del progetto definitivo ed esecutivo [Commenti]


Filippo Partenzi

L’obiettivo è quello di rendere sempre più fruibile il centro storico, liberandolo progressivamente dalle auto, e potenziare la mobilità dolce. Ecco perché per il Comune il progetto riguardante l’istituzione di “Zone 30” in varie aree della parte alta della città, per un costo complessivo di 200 mila euro, riveste un’importanza strategica. 


“È inserito all’interno di ‘Agenda Urbana’ - spiega l’assessore Antonio Cappelletti - e permetterà di aumentare la sicurezza dei pedoni, ridurre l’inquinamento e collegare meglio le vie interessate con i parcheggi di struttura ‘Spoletosfera’ e Posterna”. E così, dopo aver approvato nei giorni scorsi il piano di fattibilità tecnico-economica messo a punto da un “pool” di dipendenti comunali, l’amministrazione è ora alla ricerca di operatori economici interessati ad occuparsi della redazione del progetto definitivo ed esecutivo e disposti a fornire l’assistenza tecnica necessaria per ottenere l’autorizzazione paesaggistica e della Regione. 


L’importo totale per lo svolgimento delle attività previste è pari a 13.539,32 euro e per partecipare alla manifestazione d’interesse c’è tempo fino alle ore 13 di oggi, con le istanze che dovranno pervenire esclusivamente tramite Pec all’indirizzo comune.spoleto@postacert.umbria.it. Diversi i requisiti richiesti ai soggetti intenzionati a partecipare, tra cui quello di aver svolto nell’ultimo quinquennio servizi afferenti ai temi della mobilità e dei trasporti per conto di altri Comuni. “Una volta scaduti i termini - è scritto nel testo dell’avviso pubblicato sul sito del Comune - si procederà ad elaborare un elenco dei soggetti ammessi che saranno poi invitati alla successiva gara attraverso una lettera contenente elementi dettagliati in merito ai criteri di valutazione delle offerte e alla stipulazione del contratto”.


Il progetto coinvolgerà soprattutto gli assi viari di viale Matteotti e viale Martiri della Resistenza lungo i quali verranno installati attraversamenti pedonali rialzati e un dissuasore elettronico dotato di pannello luminoso per la rilevazione della velocità. In programma anche la creazione di una corsia delimitata da paletti riservata ai pedoni in via del Trivio (nel tratto compreso fra corso Garibaldi e via dei Gesuiti) e la realizzazione di percorsi ciclo/pedonali in via Interna delle Mura e in vicolo degli Orti.


 



Commenti (4)

Commento scritto da Signor Smith il 14 Febbraio 2018 alle 09:55
A me paree che il centro storico di Spoleto sia già fruibile. Molto fruibile. Troppo spesso è semideserto. Certe sere "fuori stagione" sembra una città deserta... e non credo saranno i "dissuasori" od i limiti a 30 km/h a risollevare la situazione.


Commento scritto da Monica il 14 Febbraio 2018 alle 12:15
Scusate vorrei capire che significa il tutto...! Tranne nel periodo estivo ( Festival) ed il ponte di Pasqua, il centro storico è il deserto dei tartatari...! Si dice di lasciare la macchina e muoversi con la mobilità alternativa allora: il senso unico alternato di via Brignone è il festival dello smog. Semafori interminabili che asciano passare al massimo tre macchine. Motori accesi infinitamente ( rischi altrimenti di non fare in tempo a riaccenderli perchè è subito rosso) sia a Piazza campello, sia a piazza del Mercato sia davanti alla Biblioteca. Dal lunedì al giovedì se arrivi con il treno o con un passaggio o devi partire, i residenti sono costretti a farsela a piedi perchè non c'è modo di arrivare in centro. Si parla di ripopolare il centro storico ma come si pensa di farlo quando vivere su è il festival della scomodità? Problemi di parcheggio a parte, sei costretto a prendere la macchina per tutto, pure per il supermercato. Altro che dissuasori o mobilità alternativa!


Commento scritto da L'osservatore il 14 Febbraio 2018 alle 21:15
Speriamo che vada meglio del piano regolatore!!!! L'assessore aveva promesso a proposito del piano regolatore che lo stesso sarebbe stato approvato entro il primo anno di sindacatura🤥


Commento scritto da RAS il 17 Febbraio 2018 alle 11:43
Ogni nuova iniziativa finora ha fatto solo peggiorare la situazione e l'amministrazione comunale non sa più cosa inventare. Di sicuro aver realizzato la mobilità alternativa, che è stata voluta a tutti i costi, dopo venti anni dalla sua progettazione senza avere una visione consapevole delle conseguenze sulle realtà del territorio, è stato un errore madornale e irreparabile. I risultati sono sotto gli occhi di tutti e lo scarso utilizzo delle scale mobili non ha certo migliorato la situazione del centro storico, anzi : con tutti gli anni impiegati per la loro realizzazione ha danneggiato gravemente le attività produttive e reso sempre più scomoda e difficile la vita dei residenti.Qualcuno dice che gli Spoletini non meritano un impianto così bello e prestigioso,.è vero proprio non si meritavano..... questa fine!


Aggiungi un commento [+]
Bar Moriconi
Principe
De.Car. Elettronica
Performat Salute Spoleto
Gabetti Immobiliare
Supermercati della convenienza offerte speciali
Necrologio
Lavanderia La Perfetta
Spoleto Cinema al Centro
Guerrini Macron Store
Sicaf Spoleto
Associazione Cristian Panetto
Ferramenta Bonfè
Bonifica Umbra
Stile Creazioni
Perugia Online
Lavanderia La Perfetta
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Pizzeria Mr Cicci