Spoletonline
Edizione del 23 Giugno 2018, ultimo aggiornamento alle 16:09:54
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Costa D'Oro
Spoletonline
Costa D'Oro
cerca nel sito
TrattOliva
AROF Agenzia Funebre
Pc Work
Parafarmacia Serra
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Azienda Agricola Bocale
Rafting Nomad
Agriturismo Colle del Capitano
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante Albergo LE CASALINE
Arte Infusa
Stampa articolo

Ambiente e Territorio, 19 Febbraio 2018 alle 12:43:24

In arrivo 660mila euro per riqualificare il patrimonio edilizio ed ambientale di Monteluco

Finanziato con fondi del Psr il progetto elaborato dal Comune: ecco tutti gli interventi previsti [Commenti]

Riqualificare e potenziare il patrimonio delle aree rurali della Montagna Spoletina - ricadenti nelle due aree Natura 2000 Monteluco e Bassa Valnerina - nell'ottica dello sviluppo sostenibile, preservando il patrimonio Naturale-Culturale, rifunzionalizzandone  parte del patrimonio edilizio,


ripristinando 72km di itinerari anche attraverso nuova segnaletica e sistemi interattivi e incentivando la fruizione slow/consapevole/sostenibile e la pratica di attività sportive ed outdoor.  È stato finanziato per 666mila euro dalla Regione Umbria  nell’ambito del Programma di sviluppo rurale - Misura 7.5.1 “Investimenti in infrastrutture ricreative, informazione/infrastrutture turistiche su piccola scala - beneficiari pubblici” - Il progetto “Lucus - Centro di promozione del turismo slow - cultura spiritualità e natura - da Spoleto alla scoperta dell'Umbria redatto dall’Ufficio ambiente del Comune di Spoleto.  


Gli interventi danno risposte concrete ai residenti, alle aziende agro-zootecnico-forestali, alle attività turistico-ricettive, agli operatori economici e ai turisti, favorendo l'uso responsabile delle risorse e integrandosi con altri settori produttivi, dando nuova funzione al patrimonio edilizio esistente (ex-Tiro a Volo, ex- cava; ex-Centro Visite WWF e Campo sportivo) e migliorandone le prestazioni energetiche e l'accessibilità e fruibilità. Il progetto prevede infatti la ristrutturazione di strutture esistenti in degrado, con attenzione a ridurre il consumo energetico ed idrico, l'inquinamento luminoso, nonché alla accessibilità e fruizione integrata da diverse classi di utenza e di abilità: l’area del ex-Tiro a Volo viene ripensata come rifugio escursionistico, Centro di Documentazione e Museo interattivo della Rete Natura 2000; l’ex-cucina del Convento già centro Visite del WWF Bivacco Info-Museo; il campo sportivo come “Campo del Prato”; l’ex cava come “Cava di Sport e Avventura” e punto affitto attrezzature.


In relazione a tali strutture è in atto la sottoscrizione di un accordo tra Comune di Spoleto ed Agesci Sezione Regionale che intende eleggere il Monteluco a Centro Scout in sostituzione delle sedi danneggiate in Valnerina dal recente sciame sismico e si è dichiarata disponibile a coordinare, tramite giovani imprese e cooperative, la gestione dell’intero sistema della Montagna Spoletina anche con finalità didattico-formative-informative.


Il progetto si propone tra l’altro di ripristinare, su una rete di circa 72 Km, alcuni itinerari storico-tradizionali, riconnettendoli con la rete escursionistica regionale (Cammino Francescano, Ex Ferrovia Spoleto-Norcia, Sentiero degli Ulivi, Ippovia Regionale) e organizzandoli in percorsi tematici di scienza e cultura ambientale. Potenzia e innova inoltre l'informazione turistico-escursionistica completando la segnaletica anche attraverso sistemi interattivi. Il progetto, integrando interventi già realizzati, crea il Centro di Promozione Permanente del Turismo Slow della Montagna Spoletina, puntando su Wildlife and Wellness Economy.



Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno


Commenti (6)

Commento scritto da PAOLO il 19 Febbraio 2018 alle 13:00
Leggo con estrema soddisfazione degli interventi che verranno eseguiti. Un 'intervento che non leggo è quello da fare urgentemente all'Eremo di Sant'Antonio ormai allo sfacelo completo , rifugio per extra , tossici e spacciatori.


Commento scritto da Diogene il 19 Febbraio 2018 alle 13:43
SARA' L'INIZIO DI UN ......... GRANDE RISVEGLIO ? ? ?

SPERIAMO ! ! !


Commento scritto da è SEMPRE COSì il 19 Febbraio 2018 alle 18:46
DURANTE LA CAMPAGNA ELETTORALE SONO SEMPRE SVEGLI


Commento scritto da Un Drone il 19 Febbraio 2018 alle 19:16
Cito... omettendo e riassumendo...(....Ippovia Regionale, e organizzandoli in percorsi tematici di scienza e cultura ambientale. Potenzia e innova inoltre l'informazione turistico-escursionistica completando la segnaletica anche attraverso sistemi interattivi. Il progetto, integrando interventi già realizzati, crea il Centro di Promozione Permanente del Turismo Slow della Montagna Spoletina, puntando su Wildlife and Wellness Economy."

La "Capitale dell'Umbria nello Stato Ecclesiastico" - tale era Spoleto- Città con un suo Contado ed orgogliosa del suo patrimonio di storia, architettura, urbanistica e potere, anche politico, -aggiungo- questo è diventata! Un meteorite in mezzo ai campi!

Morta come città, come economia, come cultura, come interazione e sinergia con il sistema Umbria, priva di qualunque rilevanza in questa Regione, con esponenti politici che si litigano un bidone di benzina-VUOTO, aggiungo- ritorna ai sentieri, alle pecore, ad un sistema offensivamente "DOLCE", per far dimenticare a tutti quanto sia "AMARA" la realtà di coloro che hanno la sventura di vivere, o forse sopravvivere in questo luogo, che forse diverrà un "polo di eccellenza" per psicologi e psichiatri, utili per sollevare dalla depressione, che si cura, ma è pur sempre una malattia.

Una realtà che continua a guardarsi l'ombelico, per quindici giorni l'anno diventa "IL FESTIVAL", poi per il resto ascolta il capocantiere Loretoni che conta i cubetti di porfido di Piazza del Mercato, e lo racconta un giorno sì e l'altro pure.

Dico questo con profondissima amarezza, credetemi, ma se ogni botte dà il vino che ha, questa botte, credo, è piena di aceto.

Un'ultima cosa, forse quella da trattare con più rispetto.

Il Sindaco Fabrizio Cardarelli, che ho comunque nel cuore, si spese fino ai limiti del difendibile per far rientrare Spoleto nel cosiddetto "cratere".

Questo era dovuto ad una valutazione tra disagi e vantaggi, che però avrebbero dovuto essere saggiamente gestiti.

Dove sono ora i saggi?

Considerate tutto quello che ho scritto solo come come una manifestazione di affetto...come per un'amante che ti tradisce.



Commento scritto da Paolo Galli il 19 Febbraio 2018 alle 19:40
Il linguaggio è irritante. Speriamo che la pratica porti qualche frutto.


Commento scritto da RAS il 20 Febbraio 2018 alle 11:58
Se il Drone avesse visto il film "L'ora più buia" sarebbe meno disfattista e magari si attrezzerebbe per migliorare le cose anziché abbandonarsi alle aspre critiche e al pessimismo con cui, secondo lui, praticamente "non c'è più niente da fare"!!!

Un amante tradito può perdonare e ritrovare un amore addirittura più bello di prima se fosse capace di accettare anche i momenti di crisi e cercasse di superarli positivamente, sempre che il proclamato affetto sia vero.


Aggiungi un commento [+]
Lavanderia La Perfetta
Bar Moriconi
Principe
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Bonifica Umbra
Spoleto Cinema al Centro
Sicaf Spoleto
Performat Salute Spoleto
Pizzeria Mr Cicci
Guerrini Macron Store
Necrologio
Perugia Online
Lavanderia La Perfetta