Spoletonline
Edizione del 17 Dicembre 2018, ultimo aggiornamento alle 14:32:46
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Spoleto Cinema al Centro
Pc Work
Tuber experience - Campello
La Piazzetta delle Erbe
Parafarmacia Serra
Libreria Aurora
AROF Agenzia Funebre
Agriturismo Colle del Capitano
Norcineria Severini Perla
Ristorante Pecchiarda
Ristorante Albergo LE CASALINE
Il Calzolaio
Centro Ottico Emmedue
Electrocasa Spoleto
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Arte Infusa
Ristorante Al Palazzaccio
Stampa articolo

Lavoro, 13 Marzo 2018 alle 11:53:38

Ex Novelli, Saverio Greco indagato per bancarotta fraudolenta

Il Comune preoccupato: 'Vicenda grave, accertare le responsabilità che hanno portato a questa situazione' [Commenti]

“Le notizie apparse sugli organi di stampa in relazione al procedimento penale avviato dalla Procura di Castrovillari contro Saverio Greco per l'ipotesi di bancarotta fraudolenta destano particolare allarme”. A parlare è l’amministrazione comunale che, attraverso una nota, è intervenuta sulla vicenda Novelli.


“L'allarme non è purtroppo solo provocato dalle presunte condotte che vengono addebitate agli acquirenti del Gruppo Novelli ma anche dalle circostanze che sarebbero emerse circa i fatti che hanno preceduto e consentito quella vendita. In sede di convocazione avanti al Mise l'opzione di cessione al Gruppo Greco fu infatti prospettata come la migliore scelta possibile che poteva essere effettuata in quel momento così come veniva suggerito dagli amministratori dell'epoca del Gruppo Novelli. Oggi dobbiamo prendere atto che quegli stessi amministratori non solo non avrebbero rispettato il piano di concordato approvato dal Tribunale di Terni ma avrebbero addirittura raddoppiato il debito esistente”. 


Per il Comune “occorrerà dunque verificare come sia stato possibile che tutto questo sia potuto accadere nell'ambito di una procedura che doveva essere controllata dagli organi del concordato e come sia stato possibile che questa situazione non sia stata adeguatamente rappresentata ai soggetti istituzionali che venivano convocati al tavolo del Mise per condividere scelte attestate come le migliori possibili. Non pare peraltro che adeguata informazione sia stata offerta ad alcuno a partire dai lavoratori che in buona fede manifestavano per spingere verso una scelta che gli veniva prospettata come salvifica e che oggi subiscono sulla propria pelle questo difetto di informazione. Il complesso delle circostanze che stanno purtroppo solo oggi emergendo appare grave e ci auguriamo che quanto meno possano essere accertate le responsabilità che hanno condotto a tutto questo. Il Comune di Spoleto per quello che sarà necessario farà la sua parte anche per evitare che fatti cosi gravi non abbiano più il verificarsi”.



Il Macigno
Lavanderia La Perfetta
Multiservizi Spoleto
Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno
Il Biologico Spoleto
Abbazia Albergo e Ristorante
Estetica Creola


Commenti (20)

Commento scritto da Open your eyes il 13 Marzo 2018 alle 12:41
Senza farla complicata...comprateve uno specchio

compratene uno alla Marini, uno a Paparelli e scrivete direttamente i nomi dei sindacati come primi indiziati che alle volontà politiche dall'alto...hanno eseguito gli ordini senza mettere in dubbio che c'era qualcosa di storto....

Ora che la copertura del Bomba è saltata vengono fuori le magagne...


Commento scritto da Effetto Votazioni il 13 Marzo 2018 alle 13:48
Sarà un caso che tutti si sono svegliati (Finanzieri compresi) dopo il 4 marzo? e quanto dovremo aspettare per conoscere la verità sul marciume di questa vicenda?





Commento scritto da basilio rapucci il 13 Marzo 2018 alle 15:58
A questo punto scendono in campo anche gli illuminati rappresentanti della nostra comunità.

Da quando apprendiamo da questo comunicato stampa, i ns rappresentati si meravigliano di quanto fatto dai rappresentanti Regionali .

Una domanda sciocca:

Ma loro non si erano presentati in opposizione alla maggioranza Regionale?

In questi giorni abbiamo appreso che gli stessi su iniziativa del PD, ma ancor prima per iniziativa della maggioranza dominante di rinnovamento....., che c'è nell'aria un tentativo di fidanzamento, tra i due soggetti.

In verità la simpatia è nata molto prima di questa ufficializzazione, e di fatto i due sono anni che convivono.

In poche parole dalle prime simpatie alla corresponsione di amorosi sensi, corresponsione che potrebbe sfociare anche in un bel matrimonio con tanto di celebrazioni ufficiali il passo non è poi così lontano.

Abbandoniamo per un attimo il romanzo per ritornare alla realtà.

La storia del fallimento della Ditta Novelli e dei successivi tentativi fatti per il suo salvataggio hanno prodotto solo dei peggioramenti della situazione di partenza.

La cosa che non è nota è che in questa Azienda ci sono anche delle proprietà degli spoletini.

Si tratta della proprietà dell'ex Congregazione.

Questi terreni ( circa un centinaio di ettari sono stati affittati al gruppo Novelli), terreni che poi sono rimasti nei cespiti oggetto di cessione prima al gruppo di amministratori istituzionali e poi alla successiva gestione.

La domanda che rivolgo ai nostri Amministratori è la seguente:

La nostra Amministrazione ha sempre incassato i canoni dovuti, oppure questi sono solo rappresentati nelle scritture contabili come crediti?

La risposta a questa semplice domanda ci potrebbe far ricredere sulla eventuale buona fede dei nostri amministratori.

In attesa di conoscere questo aspetto, ringrazio gli autori dell'articolo per l'opportunità che ci ha riservato.







Commento scritto da Sara il 13 Marzo 2018 alle 17:34
Ancora vi fidate dei sindacati??loro sono i primi responsabili!!


Commento scritto da chi sa il 13 Marzo 2018 alle 18:52
Rapucci , io non so chi tu sia, dunque ho tutto il rispetto, ma sono ben due volte che scrivi le stesse cose.

Ti preoccupi di quello che hanno o no incassato le amministrazioni pubbliche? Ma indignati e chiedi spiegazioni di quello che volevano portare a Spoleto. Volevano portare "l'illegalità" ... perchè questa gente ha fatto dell'illegalità e della prepotenza la sua ricchezza.

Ma purtroppo hanno trovato un giudice e dei lavoratori che gli hanno messo i bastoni tra le ruote . L'ho sempre detto : andate a vedere che gente sono. Se la gente comune, come me riesce a trovare delle notizie , ma che ti pare che un Ministero ha problemi ad indagare su questa gente?

Questi qui da noi ce li ha portati il Ministero, ma ci rendiamo conto?

Comunque era ora ..... e ora voglio vedere se la f"Sig,ra Sara"" o chi come lei prova a dire che "bella gente " è questa !!!! Mi faccio una bella risata.....



Commento scritto da Grecucci il 14 Marzo 2018 alle 00:00
Gli unici colpevoli nel ,aver dato l'azienda a sti 4 buffoni e relativi cugini, sono le alte cariche del mise (castano e bellanova) ma ora che il PD ha.fatto la fine che meritava tutti se la fanno sotto.... la finanza inoltre dovrebbe chiedere i libri contabili delle aziende Novelli dal 2009 al 2012 scommettete che qualcosa esce fuori???


Commento scritto da chi sa il 14 Marzo 2018 alle 08:49
Ecco si è palesata la famosa "Sara" con il suo commento inadeguato.

Come, ha fatto non so quanti commenti, di chi bella gente era questa, che vi trattavano bene e che avevano fatto fuori, finalmente, la gente che stava "prendendo aria " . Ora rido io come hai riso tu per tanti mesi...... rido perchè questa è la gente che hai tanto "amato".

I sindacati hanno le loro colpe , ma quelli come te il doppio, perchè avete goduto sulla pelle dei vostri colleghi e anche grazie a loro che tante magagne sono uscite fuori..... Ora rido ...



Commento scritto da Sara il 14 Marzo 2018 alle 10:58
X chi sa::caro signore che nemmeno ti firmi, l'altra volta hai accusato me invece io metto il nome nn ho paura!! comunque rispondo alla tua domanda...io l'altra volta ho scritto che queste persone hanno licenziato persone che stavano sedute a leccare e basta,tutte le cocchette oche che andavano dietro agli imprenditori e queste grandi signore di ufficio a noi operaie e operai che stavamo al confezionamento o nell' altro reparto quando ci incontravano o noi andavamo in ufficio si chiudevano il naso per non sentire l'odore,belle operaie vero??se loro stavano sedute li tutte belle è stato grazie a noi che ci siamo fatte un mazzo tanto!! questo era il mio concetto!!io ho solo detto delle operaie che nn facevano niente durante le ore lavorative!!!


Commento scritto da chi sa il 14 Marzo 2018 alle 12:10
Cara Sara,

1°anche io lavoro per me sono colleghi gli operai e gli impiegati... sono sempre colleghi non faccio distinzione.Dunque per me è incredibile leggere le tue "belle " parole. Forse ci volevi stare tu al loro posto a leccare???

2° io mi sono ben dichiarata a suo tempo, sono la moglie di uno degli impiegati di Terni (tuoi colleghi) che sono stati messi in cassa integrazione solo per aver difeso il loro posto di lavoro. Hanno chiesto anche il vostro appoggio , che gli avete ben negato e tra questi ci sarai anche tu. Bravi!!!!Questi anche se lavorano a Terni sono comunque tuoi colleghi e c'avete riso sopra a quello che gli è successo.

Ora grazie anche alla loro tenacia le magagne sono uscite e ora chi ride????

Dietro ai tuoi colleghi ci sono delle famiglie e figli ... abbi rispetto almeno per loro.

Ora sotto a chi tocca....



Commento scritto da Mark Hollis il 14 Marzo 2018 alle 13:33
Cara Sig.ra Sara sarebbe bebe che facesse nomi e cognomi di queste impiegate che stavano li a passarel' aria!!! Tra l' altro mi risulta che qualche operaia abbia invitato i calabresi a cena a casa loro. Ci sono purtroppo tracce su facebbok che testimoniano questo. Io penso che sia stato inopportuno godere di licenziamenti di persone con figli a carico. Tra l' altro un' azienda non va avanti solo con operai, che rispetto tantissimo, ma anche con impiegati/e. Li dentro il mazzo se lo sono fatto anche gli impiegati. Mi risulta che tra i tuoi colleghi operai che e ne erano diversi che prendevano signori stipendi. Chi te lo ha messo in quel posto sono proprio i tuoi colleghi operai. Concludo dicendo che la signora che faceva cenette ai Greco, e questo lo sanno tutti, ora sputa veleno contro la famiglia calabrese. Non queste capocce non poteva finire diversamente!!!!


Commento scritto da Mark Hollis il 14 Marzo 2018 alle 13:41
Io comunque consiglio alla Sig,ra Sara che si arrampica sugli specchi di fare pace con il cervello.....se lo ritrova!!!!


Commento scritto da Sara il 14 Marzo 2018 alle 20:01
Caro CHI SA!!!firmati invece di nasconderti dietro ad un nome falso!!!le tue amiche certo che hanno fatto saltare tutto perché li hanno visto che nn c'era trippa x gatti che tanti complimenti i nuovi imprenditori nn li facevano,ecco perché!!!io rido invece e tanto!! Io almeno nn devo leccare e se esco esco a testa alta senza ringraziare nessuno a differenza delle tue amiche che nn le hanno più permesso di leccare!!io poi a differenza tua ho messo il mio nome!!e una cosa ti dico se me ne vado da lì io ho già trovato e senza conoscenze!!!se hai voglia di lavorare si trova e senza fare il cagnolino!!!! quindi finiscila tu di scrivere commenti Schiocchi e senza una firma!!per caso li c'era tua moglie a lavorare?? perché ti rode tanto mi sembra!! nel caso rido io ahahah


Commento scritto da Sara il 14 Marzo 2018 alle 22:53
Ops,scusa volevo scrivere se ci lavorava tuo marito? siccome il tuo commento ancora nn era stato inserito nn sapevo se eri donna o uomo!! comunque x me puoi ridere come vuoi! c'è una grande differenza xrò che tuo marito sta già a casa!!io noooooo!!e x ora qui si lavora a pieni ritmi e lo stipendio lo prendiamo!!! quindi io nn riderei tanto sapendo di avere un marito disoccupato


Commento scritto da Aurelio Fabiani il 15 Marzo 2018 alle 08:32
La solita storia.adesso tocca al padrone della Novelli, 4 anni fa al padrone della Pozzi, chi fa bancarotta e chi non paga i contributi agli operai. L'uno amico della Lega e l'altro del PD. Scannarsi tra lavoratori ma soprattutto cercare il "protettore" politico più responsabile non serve a niente. Come constatare che la burocrazia sindacale non tutela i lavoratori ma i propri rapporti politici e con le direzioni aziendali è giusto ma è cosa vecchissima di decine di anni. Il vero problema è che senza mobilitazione, lotta e unione tra i lavoratori non si va da nessuna parte e la precarizzazione e il licenziamento è sempre dietro l'angolo. Dividi et impera è storia vecchia. Non delegare ai sindacati e ai partiti, prendere in mano il proprio destino, scegliere dal basso i propri rappresentanti. Quando tutto questo è stato fatto, non ora e non qui, i lavoratori vincevano e il posto di lavoro era più sicuro. Purtroppo quasi niente è stato fatto per sventare progetti di liquidazione e mosse politiche speculative e questo è il risultato. Il minimo è organizzarsi subito e far capire che la sola controparte del padrone sono i lavoratori stessi.


Commento scritto da chi sa il 15 Marzo 2018 alle 09:40
ahahaha ... Sara : " mi sono ben dichiarata" FEMMINILE.. "moglie " FEMMINILE...... Non sono un uomo!!! Leggi bene invece di dire sempre sempre quello. Te sei firmata , ma dove non esisti solo tu come Sara.

Comunque con quest'ignoranza ,in ogni senso , vai poco avanti! Fidati!



Commento scritto da Sara il 15 Marzo 2018 alle 14:38
X chi sa...se sai leggere ho scritto infatti che ancora nn era stato pubblicato il tuo commento e nn sapevo se eri donna o uomo!!! comunque ti dico una cosa fai il conto di quando hanno aperto a oggi poi vedi che con la mia ignoranza come dici tu sono andata avanti benissimo, meglio andare avanti essere rispettata e se serve essere ignoranti, rispondere quando serve piuttosto di andare avanti con conoscenze o cenette!!!io poi nn ho mai scritto che sono contenta x gli operai xchè tuo marito ê come noi,io ho solo parlato di Donne no uomini che erano in ufficio!! perché tuo marito sicuramente è stato un operaio come noi che nn c'è tempo nemmeno di respirare lui lo sa come ci trattavano e come ci trattano tutto ora!!e vedere noi farci un.... Grosso piangere perché piangi anche,e poi vedi le grandi donne che ti ridono in faccia nn è bello!! nei miei commenti nn ho mai mai scritto degli operai soprattutto degli uomini mai!!!!ma solo impiegate di ufficio Donne


Commento scritto da basilio rapucci il 15 Marzo 2018 alle 16:54
Caro/cara Chi sà

Una persona che non si qualifica ( con nome e cognome), non dovrebbe avere alcun diritto ad esprimere giudizi sui commenti fatti.

Mi sembra singolare il preambolo usato:

" Basilio Rapucci "non sò chi tu sia..."

Uno che non ha il coraggio di firmarsi che si presenta con una frase del tipo: io non sò chi tu sia ...., non mi sembra che si presenti nel migliore dei modi.

Nonostante questa premessa negativa le rispondo dicendo che sono più di due volte che in contesti diversi pongo questo quesito.

In questo caso la domanda era rivolta all'autore dell'articolo che si presenta in nome e per conto dell'attuale amministrazione.

La domanda non mi sembra marginale ed inoltre non mi sembra che la stessa non sia pertinente agli argomenti trattati.

I beni di cui parlo sono i nostri ( quindi anche i suoi), in questo momento non dobbiamo discutere se quanto deciso in passato è stato corretto o meno, in questo caso in qualità di cittadino che paga le tasse ho chiesto ( a chi dovrebbe sapere) se abbiamo incassato regolarmente tutti i ratei di affitto dovuti.

A lei questo argomento non interessa perchè sà, io purtroppo non ho questa fortuna e continuo a chiedere informazioni al riguardo.



Commento scritto da chi sa il 15 Marzo 2018 alle 17:39
Per Rapucci: mi dispiaccio se Lei si è offeso, ma non ha letto bene, perchè dopo "Rapucci , io non so chi tu sia", ho scritto " dunque ho tutto il rispetto". Infatti porto rispetto per quello che ha scritto , ma sinceramente leggere richieste su chi ha pagato e come , alì'amministrazione pubblica , a fine mese alla mia famiglia e alle famiglie di tutti i lavoratori della ex Novelli non gliene frega niente. Sono arrabbiata ,si,perchè come tutti i lavoratori e le rispettive famiglie, abbiamo sofferto per 5 lunghi anni e poi alcuni si sono visti togliere da sotto il naso "il diritto al lavoro" senza aver fatto nulla di grave ,se non scioperare per difendere il proprio diritto .

Io ogni giorno guardo il "mio di portafoglio" e non quello dell'amministrazione pubblica. Grazie



Commento scritto da Armando il 16 Marzo 2018 alle 00:03
Caro Aurelio Fabiani ha detto la sacrosanta verità, è quello che hanno sempre sostenuto molti dipendenti che ora sono fuori.....ma quando in una azienda ci sono degli imbecilli che godono perchè quasi tutti gli impiegati sono andati a casa, mi creda c' è poco da fare, ed è la fine che si merita questa azienda. Ho sempre sostenuto, che questa situazione con l' unione si poteva ribaltare ma ognuno stupidamente ha pensato di salvare il suo culetto con giochini raccapriccianti, ma temo che non lo salverà nessuno e di questo sono il primo ad esserne dispiaciuto!!


Commento scritto da Sara il 16 Marzo 2018 alle 13:22
Caro Armando cerchi di nn offendere tanto,qui limbecille è lei, nessuno gode degli operai,del impiegati lei nn sa come loro si siano comportate con noi operai/e e se ora stanno a casa è xchè loro insieme hai grandi imprenditori.... lasciamo stare se lei nn sa!!! quando noi nn prendevamo una lira soprattutto gli operai di Terni guarda caso che invece le segreterie uscivano con gli stipendi!!! quindi le dico con onestà che mi dispiace x gli operai tantissimooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo ma x le impiegate nooooooooooooooooooooooooooo


Aggiungi un commento [+]
Pizzeria Mr Cicci
Bonifica Umbra
Associazione Cristian Panetto
Bonucci
Bonifazi Immobiliare Spoleto
L'Altro Forno
Principe
Spoleto Cinema al Centro
Panificio Montebibico
Il Pianaccio
Bar Moriconi
Stile Creazioni