Spoletonline
Edizione del 10 Aprile 2020, ultimo aggiornamento alle 12:55:02
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Ristorante Albergo LE CASALINE
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Ristorante al Palazzaccio
Alimentari Di Cicco Pucci
Parafarmacia Serra
Spoleto Cinema al Centro
Electrocasa Spoleto
Agriturismo Posto del Sole
Ristorante Pecchiarda
Axis Italy
Libreria Aurora
Osteria della Torre
Stampa articolo

Editoriale, 25 Aprile 2018 alle 15:40:57

25 aprile: i valori della Resistenza negli occhi dei ragazzi del Pc

Cortei in tutta l'Umbria. A Todi con le bandiere contro una giunta che nega all'Anpi il patrocinio per le celebrazioni [Fotogallery, Commenti]


Daniele Ubaldi

In Umbria sono 4 mila e 500, almeno secondo le ultime elezioni politiche. Ma 4 mila e 500 elettori comunisti significano anche 4 mila e 500 militanti, comunisti. Quello alla falce e martello, si sa, non è un voto di compromesso: votare un partito di ispirazione marxista non è come dare "una mano"


all'amico candidato nel Pd o nel Movimento o nel centrodestra. Il voto comunista è un voto consapevole, impegnato, di chi non mira a vincere le elezioni ma a fare delle elezioni un mezzo di trasmissione di idee e filosofia. E' naturale, pertanto, che siano stati proprio i comunisti, oggi 25 aprile, a far sentire più di tutti la propria voce nelle piazze di mezza Italia e di tutta l'Umbria, a cominciare da Perugia e Terni ma anche, soprattutto, a Todi, dove la giunta comunale ha negato - prima nella storia dell'Italia postfascista - il patrocinio all'Anpi per le celebrazioni dell'anniversario della Liberazione.


Eredi di coloro che più di ogni altro subirono la dittatura e pagarono con la vita la volontà di Resistere e liberare l'Italia, i comunisti del 2018 continuano sulla "strada iniziata dalla Resistenza per la liberazione dei lavoratori dallo sfruttamento capitalistico, per la pace, contro la sopraffazione imperialista per l'indipendenza nazionale". Nelle piazze, per le strade colorate di rosso, i militanti del Pc e del nutrito gruppo giovanile Fgc hanno ricordato le parole di Luigi Longo, comandante delle Brigate Garibaldi: "La posta della lotta è grandiosa, le forze da affrontare e da distruggere sono ancora importanti, le difficoltà da vincere sono enormi. Ma noi dobbiamo affrontare con ferrea volontà tutte le difficoltà, dobbiamo rimuovere decisamente ogni ostacolo, bandire ogni esitazione, ogni debolezza; dobbiamo essere duri nella lotta e nel sacrificio, perché dobbiamo vincere".


E allora la Liberazione, festa divenuta quasi imbarazzante per coloro che ben pensano e che, volenti o nolenti, rappresentano oltre il 90% della popolazione italiana, è prima di tutto di questi ragazzi impegnati, unico esempio di gioventù che alle ore piccole e alla discoteca preferisce l'impegno politico, la cultura della memoria, la nostalgia del futuro e l'ostinazione nella resilienza al pensiero unico globalizzato che sembra non risparmiare più nulla. Buon 25 aprile a chi lo onora.



Salute e Bellezza Tracchegiani
Cioccolateria Vetusta Nursia
Lavanderia La Perfetta
Azienda Modena
Multiservizi Spoleto
Il Biologico Spoleto


Commenti (5)

Commento scritto da Paolo Galli il 25 Aprile 2018 alle 19:27
Credevo che la Pravda non si stampasse più.


Commento scritto da Bodkin17 il 26 Aprile 2018 alle 00:48
Al di là dell'ironia gratuita, è un fatto che i comunisti hanno dato un contributo determinante alla Liberazione, pagando un altissimo tributo di sangue. L'Italia che ci ritroviamo non è certo quella per cui tanti ragazzi hanno dato la vita più di 70 anni fa. E l'ignobile episodio di Todi lo dimostra.


Commento scritto da . il 26 Aprile 2018 alle 00:55
Sig. Galli, può sempre consolarsi con il Popolo d'Italia, ormai molto diffuso in Italia.


Commento scritto da Max il 26 Aprile 2018 alle 01:22
Per fortuna articoli di questo genere...La faziosità del corriere dell'Umbria è veramente insopportabile.


Commento scritto da Bodkin17 il 26 Aprile 2018 alle 20:20
Concordo. Il Corriere dell'Umbria si è trasformato in un fogliaccio scandalistico. È un affronto all'intelligenza degli umbri, indipendentemente dalla loro collocazione politica.


Aggiungi un commento [+]
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Spoleto Cinema al Centro
Visit Scheggino
Bonifica Umbra
Associazione Cristian Panetto
Trattoria del Passo d'Acera
Bar Moriconi
Bar ristorante Belli - Spoleto
Acqua Evo
Terminal alle Mattonelle
Bar delle Miniere
La Fabbrica del Gelato
Principe Store
Adicom
Il Pianaccio