Spoletonline
Edizione del 07 Aprile 2020, ultimo aggiornamento alle 15:10:41
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Parafarmacia Serra
Ristorante Albergo LE CASALINE
Ristorante Pecchiarda
Spoleto Cinema al Centro
Axis Italy
Alimentari Di Cicco Pucci
Osteria della Torre
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Electrocasa Spoleto
Libreria Aurora
Ristorante al Palazzaccio
Agriturismo Posto del Sole
Stampa articolo

Spoleto - Editoriale, 22 Giugno 2018 alle 10:07:34

Braccia tese e polemiche sterili: la città ritrovi la voglia di crescere

Gli spoletini, domenica prossima, decidano sulle prospettive e non su vecchie goliardate


Daniele Ubaldi

Di chi è il braccio alzato che imbarazza il Pd? Il punto lo solleva, neanche a dirlo, Marco Brunacci nel suo City Journal, a proposito del ballottaggio di domenica 24 giugno a Spoleto. Brunacci, nel suo editoriale "Pole politik", parla apertamente di "palude", riferendosi alla politica spoletina. Una palude in


cui il Pd consente alleanze tra destra e sinistra mascherate da liste civiche, mentre il centrodestra con il candidato magistrato Umberto De Augustinis cerca di assicurarsi la benevolenza dei 5 stelle. Sullo sfondo, la dialettica e le riflessioni politiche che scompaiono, lasciando spazio al mero agonismo.


Una palude, scrive Brunacci, in cui "da ogni cespuglio è possibile che arrivi la schioppettata decisiva".
Ma il collega di City Journal va oltre, ipotizzando di una foto che ritrae uno dei protagonisti della nuova strana alleanza Pd-civica-destroide con il braccio alzato, teso, "molto teso, durante una manifestazione pubblica", giungendo a ipotizzare che per alcuni somigli molto a un saluto romano.


Magari, se uno guarda bene la foto - che ovviamente esiste - si intravede persino un ciondolo a forma di croce celtica al collo del protagonista: ma tant'è. La croce celtica è scomparsa da tempo da quel collo, come anche le cattive frequentazioni, intese sia come persone sia come luoghi di pellegrinaggio, di almeno un dirigente locale del Partito democratico.


E allora almeno Spoletonline ha deciso di gettare acqua sul fuoco, dato che la città e il suo territorio hanno bisogno non di odio ma di pacificazione, non di estremismi ma di moderazione e lavoro concreto, non di polemiche sterili ma di programmi fecondi. Il braccio teso immortalato in uno scatto può voler dire molto ma anche molte altre cose: questo gli elettori del centrodestra, dei 5 Stelle, del Pd, di Camilla Laureti e di Maria Elena Bececco lo sanno bene. Ecco perché dovranno decidere, domenica prossima, sulla base di programmi o di punti in comune e non sulle goliardate di qualcuno, peraltro risalenti a molto tempo fa. E' la prospettiva politica locale, regionale e nazionale che dovrà guidare la mano nel tracciare una croce domenica. Spoleto deve guardare avanti: ai suoi cittadini il compito di scegliere con quali occhi, con quali prospettive dovrà farlo. Altro che braccia tese.


Articolo chiuso ai commenti



Cioccolateria Vetusta Nursia
Lavanderia La Perfetta
Multiservizi Spoleto
Azienda Modena
Salute e Bellezza Tracchegiani
Il Biologico Spoleto


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Adicom
Visit Scheggino
Bar ristorante Belli - Spoleto
Terminal alle Mattonelle
Spoleto Cinema al Centro
Il Pianaccio
Associazione Cristian Panetto
Bonifica Umbra
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
La Fabbrica del Gelato
Trattoria del Passo d'Acera
Bar delle Miniere
Bar Moriconi
Acqua Evo
Principe Store