Spoletonline
Edizione del 23 Settembre 2018, ultimo aggiornamento alle 19:45:22
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Adcomm
Spoletonline
Costa D'Oro
cerca nel sito
AROF Agenzia Funebre
Ristorante Al Palazzaccio
Rafting Nomad
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Parafarmacia Serra
Tuber experience - Campello
TrattOliva
Libreria Aurora
Arte Infusa
Casale La Palombara
Spoleto Cinema al Centro
Agriturismo San Vito
Ristorante Albergo LE CASALINE
Agriturismo Colle del Capitano
Pc Work
Ristorante Pecchiarda
The Kon
Ristorante Pizzeria San Giuliano
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Stampa articolo

Politica, 10 Luglio 2018 alle 14:29:46

Sanità, liste d'attesa da terzo mondo. Tracchegiani: 'Si può ovviare ricorrendo a privati agli stessi costi del ticket'

Il leader di Forza Italia Spoleto lancia già la carica per Umbria 2020: 'I cittadini hanno capito. Ormai manca poco' [Commenti]

Riceviamo e pubblichiamo da Aldo Tracchegiani, responsabile dipartimento Sanità di Forza Italia Umbria:


"E' antipatico e triste dover parlare di Sanità e politica, dato che la salute pubblica dovrebbe essere un valore universale e, in quanto tale, non dovrebbe mai essere scalfito dalle polemiche di parte. Tuttavia, la condizione disastrosa in cui versa il Servizio sanitario regionale in Umbria, distrutto con metodo - negli anni - da una politica scellerata e suicida


messa in atto dalla Regione Umbria, ci impone di intervenire nuovamente. Dopo l'uscita dello scorso ottobre, nella quale auspicavamo una corretta gestione aziendale e sociale della salute pubblica, che da sola impegna oltre l'80% del bilancio regionale, dobbiamo constatare che nulla è cambiato. Quella che era una potenziale eccellenza nazionale è stata trasformata, "grazie" alle continue interferenze della politica regionale, in una "macchinetta" sanitaria qualsiasi, come e peggio di tante altre sparse per l'Italia.


Senza dilungarci sulla politicizzazione dei Primariati, sugli sbilanciamenti di organico tra un reparto e l'altro, sulla mobilità passiva - in aumento preoccupante - dei "pendolari del dolore", vale a dire pazienti umbri che per curarsi si recano in altre regioni, ci basta porre l'attenzione sulle liste d'attesa interminabili, che molte volte superano i dodici mesi di durata, per comprendere come il Servizio sanitario regionale, checché ne dicano i massimi amministratori e responsabili, faccia ormai acqua da tutte le parti.


Mammografie, visite urologiche, colonscopie e altre prestazioni particolarmente delicate e importante non possono richiedere mesi e mesi di attesa: un'attesa che, in alcuni casi, si rivela superiore all'intero arco di un anno. I risultati, alla lunga, sono lo specchio della cattiva gestione. Come responsabile regionale per la Sanità di Forza Italia, ma anche come medico, ritengo non più rinviabile una riforma radicale del Sistema sanitario regionale, che inquadri finalmente strutture pubbliche e private in un'ottica di sinergia ed eccellenza. Proprio dai privati, in alcuni determinati casi, si può attingere per ridurre sensibilmente i tempi di attesa eliminando un disservizio, senza per questo incidere sulle tasche degli utenti. E' possibile farlo, si tratta solamente di porre i professionisti non appartenenti alla Sanità pubblica nelle condizioni idonee per esercitare agli stessi prezzi del ticket, garantendo loro - cioè - quanto serve per rimanere nell'ambito della sostenibilità imprenditoriale.


Nessuna magia, quindi: soltanto buonsenso e spirito di servizio. Tutte doti che - ovviamente - nulla hanno a che vedere con i capobastone del Pd, che da decenni gestiscono la Sanità pubblica regionale come fosse di loro esclusiva proprietà. Ma questo gli umbri lo hanno capito bene, e sono pronti a dare il benservito a un vecchio, pessimo modo di amministrare. Ci vediamo il prossimo anno. Manca davvero poco".



Abbazia Albergo e Ristorante
Estetica Creola
Il Biologico Spoleto
Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno
Umbria Dent
La Traviata - Teatro Lirico Sperimentale
Multiservizi Spoleto


Commenti (3)

Commento scritto da Alberto il 10 Luglio 2018 alle 17:59
Mi sembra che ci sia un leggero conflitto d'interessi in quanto dice il dottore o sono troppo malizioso ?


Commento scritto da Enzo il 11 Luglio 2018 alle 07:28
Il ticket lo pagano pochi,tra basso reddito,malattie croniche ecc.Andare nelle strutture private ,altro che ticket.Certo la situazione delle attese è divenuta insostenibile e va posto rimedio,Un'idea ? lavoro 24 h.con turni.Costo,se si facesse buon impiego del personale,forse come l'attuale.Bisogna provarci.Ma forse è solo utopia,fintanto che sarà tutto in mano alla politica e agli incompetenti raccomandati.Auguri.


Commento scritto da velleitario il 12 Luglio 2018 alle 07:56
Non è mia intenzione esercitare apologia a chicchessia.Da cittadino,per onorare la verità/realtà,con il max rispetto(quello espresso da Immanuel Kant)vorrei aggiungere alcune precisazioni(secondo mio giudizio)alla legittima narrazione di cui sopra.L'Umbria è tra migliori a livello nazionale,per efficienza sanitaria.A dirlo è l'istituto di ricerca Italiano Demoskopika che ha condotto un'indagine sulla base "dell'indice di performance sanitaria".Premiano la qualità della sanità ai vertici della classifica nazionale insieme a Emilia Romagna,Marche,Veneto,Toscana e Lombardia.L'istituto di ricerca non riscontra condizione disastrosa in cui versa il servizio sanitario Regionale Umbria distrutto negli anni da una politica scellerata suicida!! Men che meno,non è considerata una "macchinetta" sanitaria in mano a "Capuvastuni"(capobastone)PD,che nella gerarchia mafiosa detiene il potere decisionale..........Non emerge questo accadimento......veramente surreale.Inutile ritornare al IV secolo a.C a Asciepio o Esculabio ma l'accesso alla scuola Ippocratica era condizionato dall'impegno giurato dall'aspirante a osservare un codice di alto valore deontologico/etico.Ora è riscontrabile...?Allora si.........sinergie di eccellenza da utilizzare per ridurre sensibilmente i tempi di attesa agli stessi prezzi del ticket.Sono d'accordo per l'arrivederci al prossimo anno(manca poco davvero)....Pongo una semplice riflessione!Questa compagine che possibilità aveva di ottenere consenso se non alimentando paure e mistificazioni?Dove sono i talenti?Ma questa è un'altra storia.La verità trionfa da sola,la menzogna ha sempre bisogno di complici.(Epitteto)Ad maiora.



Aggiungi un commento [+]
Lavanderia La Perfetta
Spoleto Cinema al Centro
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Guerrini Macron Store
Grisanti Arreda
Principe
Centro Fisioterapico Clitunno
Performat Salute Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Pizzeria Mr Cicci
Mobili Regoli
Taverna del Pescatore
Il Pianaccio
Così è una svolta Pub
Bar Moriconi
Lunch Cafè
Associazione Cristian Panetto
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Sicaf Spoleto
Bonifica Umbra