Spoletonline
Edizione del 19 Settembre 2018, ultimo aggiornamento alle 11:49:08
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Adcomm
Spoletonline
Costa D'Oro
cerca nel sito
Casale La Palombara
Spoleto Cinema al Centro
Pc Work
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Azienda Agricola Bocale
AROF Agenzia Funebre
Agriturismo Colle del Capitano
Parafarmacia Serra
Arte Infusa
Agriturismo San Vito
Libreria Aurora
The Kon
Ristorante Al Palazzaccio
TrattOliva
Ristorante Albergo LE CASALINE
Ristorante Pizzeria San Giuliano
Rafting Nomad
Tuber experience - Campello
Ristorante Pecchiarda
Stampa articolo

Salute e Sanità, 12 Settembre 2018 alle 11:48:39

Spoleto, esperti, giuristi, associazioni a confronto sul biotestamento

Il 6 ottobre l'incontro dal titolo 'Le conversazioni necessarie, la comunicazione nel fine vita'


Il 31 gennaio 2018 è entrata in vigore la Legge 219 del 22 dicembre 2017: “Norme in materia di consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento”. Ogni persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, in previsione di un'eventuale futura incapacità di autodeterminarsi e dopo avere acquisito le necessarie 

informazioni mediche sulle conseguenze delle proprie scelte, può, con un documento denominato DAT, esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il proprio consenso o il rifiuto in merito ad accertamenti diagnostici, scelte terapeutiche, singoli trattamenti sanitari. In tale documento il soggetto che redige le DAT, indica altresì una persona di propria fiducia che ne faccia le veci e lo rappresenti nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie. (info uslumbria2: http://www.uslumbria2.it/notizie/disposizioni-anticipate-di-trattamento-dat)




La delicata materia relativa al biotestamento, in Italia al centro per anni di un acceso confronto per i risvolti etici, morali e sanitari, sarà dibattuta e approfondita a Spoleto, sabato 6 ottobre dalle 9 alle 17 nella sala Antonini della Rocca Albornoziana, da esperti, medici palliativisti, psicologi, giuristi e rappresentanti di associazioni. Da segnalare la presenza di Giuseppe Englaro, presidente dell’associazione “Per Eluana”.


L’importante evento “Le conversazioni necessarie, la comunicazione nel fine vita. La legge 219/17”, promosso nell’ambito del XXI convegno sulle cure palliative, è organizzato dall’associazione onlus Aglaia in collaborazione con l’Azienda Usl Umbria 2 - Servizio Formazione, Comunicazione e Relazioni Esterne, con il patrocinio di Regione Umbria, Comune di Spoleto, Società Italiana di Cure Pallative.

Il convegno vedrà la presenza, tra gli altri, di Simonetta Antinarelli, direttore distretto socio-sanitario di Spoleto, Marta De Angelis, medico palliativista Aglaia e coordinatore SICP Umbria, Umberto De Augustinis, sindaco di Spoleto, Maurizio Di Masi, giurista, Maria Stefania Gallina, responsabile servizio formazione, comunicazione, relazioni esterne Azienda Usl Umbria 2, Giada Lonati, direttore socio-sanitario Vidas di Milano, Bruno Mazzocchi, responsabile servizio cure palliative Asl di Grosseto e Paolo Trenta, presidente Osservatorio di Medicina Narrativa Italia.



Umbria Dent
La Traviata - Teatro Lirico Sperimentale
Abbazia Albergo e Ristorante
Estetica Creola
Il Biologico Spoleto
Multiservizi Spoleto
Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Bar Moriconi
Associazione Cristian Panetto
Performat Salute Spoleto
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Principe
Guerrini Macron Store
Mobili Regoli
Il Pianaccio
Grisanti Arreda
Pizzeria Mr Cicci
Lavanderia La Perfetta
Sicaf Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Bonifica Umbra
Spoleto Cinema al Centro
Così è una svolta Pub
Centro Fisioterapico Clitunno
Taverna del Pescatore
Lunch Cafè