Spoletonline
Edizione del 11 Dicembre 2018, ultimo aggiornamento alle 21:34:01
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Ristorante Al Palazzaccio
Electrocasa Spoleto
Centro Ottico Emmedue
Norcineria Severini Perla
Spoleto Cinema al Centro
Agriturismo Colle del Capitano
Ristorante Pecchiarda
Tuber experience - Campello
Pc Work
Libreria Aurora
Il Calzolaio
La Piazzetta delle Erbe
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Ristorante Albergo LE CASALINE
Parafarmacia Serra
AROF Agenzia Funebre
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Arte Infusa
Stampa articolo

Politica, 12 Ottobre 2018 alle 11:49:31

'Linee programmatiche di mandato 2018-2023 scarne e senza idee'

Camilla Laureti critica il documento del sindaco De Augustinis: 'Tra le assenze più gravi l'Europa ed il turismo' [Commenti]

“Un veloce esame dei problemi da tutti conosciuti, una sommaria ricognizione delle problematiche esistenti. Poi più nulla. Molte poche idee su come costruire la Spoleto di domani e risolvere le emergenze di oggi”. Così il consigliere comunale Camilla Laureti commenta le linee programmatiche di mandato 2018 - 2013 del sindaco Umberto de Augustinis.  


“Tra le assenze più gravi l'Europa, se non in brevi passaggi, in un momento in cui i fondi e i programmi europei possono essere una grande opportunità per lo sviluppo e l'occupazione della nostra città se ci si lavora seriamente e si è vicini ai cittadini che vogliono usufruirne. Anche la Cultura e il Turismo hanno diversi assenti in queste Linee di mandato dove non figurano mai le parole innovazione e tecnologia quando nel resto del mondo la tecnologia e l’innovazione vivono accanto alla cultura in un indissolubile binomio. E se oggi sembra una mancanza tra 5 anni si sentirà ancora più forte. E anche su questi importanti argomenti, oltre a idee ripescate da giunte precedenti, non ci sono né progetti né una visione sul futuro di questa città”.


“Solo alcuni esempi delle tante, tantissime lacune di questo documento, di questa scatola vuota. Eppure non è questo il dato peggiore. Quel che è peggio, infatti, è non poterlo migliorare dato che il documento è arrivato a poche ore dalla scadenza per poter presentare gli emendamenti e le integrazioni. Ma ognuna delle nostre proposte diventeranno mozioni, idee concrete e realizzabili per la città e che sono oggi la nostra unica occasione per incidere su questo documento. Un passo falso di questa Giunta, nel merito e nel metodo. Un altro brutto segnale di scarsa cultura istituzionale, per l'opposizione, per i cittadini, per la città”.



Lavanderia La Perfetta
Abbazia Albergo e Ristorante
Il Biologico Spoleto
Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno
Il Macigno
Multiservizi Spoleto
Scheggino - Il Borgo di Babbo Natale
Estetica Creola


Commenti (1)

Commento scritto da Parmenide il 13 Ottobre 2018 alle 14:35
Le considerazioni della Consigliera Camilla Laureti mi sembrano complessivamente pertinenti, con qualche distinguo.

Le “Linee di Mandato” , per definizione, sono una rassegna di obiettivi generali, che vanno poi implementati in realizzazioni fattuali, attraverso meditati piani di fattibilità. In effetti, rappresentano un contenitore, in attesa di più precisi contenuti.

Ricordo che i Sindaci Brunini, Benedetti e, anche, Cardarelli, hanno stilato delle Linee di Mandato (Brunini addirittura in carta patinata superlusso) che somigliavano, all’occhio di un osservatore non corrivo, ad un Simil-libro dei sogni.

Camilla Laureti, da persona esperta e sagace, nonché da ex-assessore della Giunta Cardarelli, sa bene che tra il dire delle linee di mandato ed il fare della concretezza pratica, c’è un passaggio fondamentale, che si chiama PIANO DI FATTIBILITA’.

In questa seconda fase, quella della fattibilità, è essenziale la collaborazione delle forze di maggioranza, ciascuna secondo le proprie capacità, al fine di definire le proposte di attuazione, a cominciare dai movimenti civici che sentono di avere maggiore contiguità e vicinanza con le aspettative dei cittadini.

Però, anche l’opposizione deve svolgere il suo ruolo, di stimolo, di proposta migliorativa; l’appello agli uomini e alle donne di buona volontà, per superare gli steccati ideologici, nell’ottica del Bene Comune, è più che mai attuale.

Mettersi con la matita rossa e blu a sottolineare gli errori o le manchevolezze altrui mi sembra che non porti da nessuna parte.





Aggiungi un commento [+]
Stile Creazioni
Bar Moriconi
Bonucci
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Bonifica Umbra
Principe
L'Altro Forno
Pizzeria Mr Cicci
Grisanti Arreda
Spoleto Cinema al Centro
Il Pianaccio
Panificio Montebibico
Associazione Cristian Panetto
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'