Spoletonline
Edizione del 21 Maggio 2019, ultimo aggiornamento alle 10:25:48
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Fondazione Giulio Loreti
Pc Work
Libreria Aurora
Calcio a 5 - Tiki Taka x Il Sorriso di Teo
Ristorante Pecchiarda
Il Cerchio 5 x 1000
Vus Com
Rafting Nomad
Ristorante al Palazzaccio
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
TrattOliva
Spoleto Cinema al Centro
AROF Agenzia Funebre
Ristorante Albergo LE CASALINE
Tuber experience - Campello
Stampa articolo

Società, 14 Maggio 2019 alle 10:17:22

Sabato 18 la presentazione del libro 'Isabella e Lucrezia, le due cognate. Donne di potere e di corte nell'Italia del Rinascimento'

All'appuntamento prenderanno parte Fausto Bertinotti e Stefano Folli

Una doppia biografia su due delle più famose protagoniste del Rinascimento italiano, Isabella d’Este marchesa di Mantova e Lucrezia Borgia duchessa di Ferrara, che divengono cognate in virtù del terzo matrimonio di Lucrezia con Alfonso d’Este: sabato 18 maggio 2019 alle ore 17


in sinergia con il Comune di Spoleto, è prevista alla Rocca Albornoz la presentazione del libro di Alessandra Necci "Isabella e Lucrezia, le due cognate. Donne di potere e di corte nell'Italia del Rinascimento". Oltre all’autrice intervengono Fausto Bertinotti e Stefano Folli. Previsti i saluti istituzionali di Paola Mercurelli Salari e Ada Urbani. Coordina Roberto Conticelli.


L’iniziativa rientra nel ciclo di incontri interamente dedicato ai Borgia che Sistema Museo, in stretta collaborazione con la Dott.ssa Paola Mercurelli Salari, direttore della Rocca Albornoz e Museo Nazionale del Ducato – Polo museale dell’Umbria, ha organizzato in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Lucrezia.


Erede di una grande dinastia, sottile stratega capace di vincere le più difficili partite dello scacchiere italiano, mecenate e collezionista, Isabella incarna il prototipo della donna politica cerebrale e ragionatrice, che antepone l’interesse dello Stato agli affetti. Lucrezia, figlia di un papa controverso e “carnale” come Alessandro VI, è invece capace di intense passioni e forti sentimenti, ma all’occorrenza si dimostra un’accorta governante e arriva a contendere a Isabella il primato di mecenate più celebrata della penisola. Le due cognate incrociano le loro esistenze con quelle dei maggiori personaggi del tempo, incarnando due diversi e significativi prototipi di “dame di potere e di corte”. Attraverso Isabella e Lucrezia, il libro racconta nel dettaglio l’Italia dell’Umanesimo e del Rinascimento, mettendone in evidenza la grandezza e la tragicità, gli splendori e le miserie, la complessità e le contraddizioni, gli individualismi e i particolarismi che le impediranno per molti secoli ancora di divenire uno stato unitario. È, dunque, una biografia ma anche un’analisi politica, che attraverso lo studio del passato, delle Signorie, del papato, dell’impero, dei regni nazionali, serve a comprendere meglio l’Italia di oggi. Perché la storia, come direbbe Benedetto Croce, "è sempre storia contemporanea".


Alessandra Necci è nata a Roma e ha un figlio, Lorenzo. È professore universitario e avvocato. Si è laureata in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma e specializzata a Sciences Politiques a Parigi dove ha lavorato e vissuto. Inoltre ha lavorato a lungo nelle Istituzioni ed è stata consigliere per le Relazioni esterne del Presidente del Senato. Ha pubblicato con Gangemi Storia di Nausicaa e con Marsilio Il prigioniero degli Asburgo. Storia di Napoleone II re di Roma (2011, due edizioni), Re Sole e lo Scoiattolo. Nicolas Fouquet e la vendetta di Luigi XIV (2013, due edizioni, Premio Fiuggi), Il Diavolo zoppo e il suo Compare. Talleyrand e Fouché o la politica del tradimento (2015, due edizioni, Menzione Premio Terriccio, Finalista Aqui Storia, Premio Eccellenze italiane nel mondo, Menzione 100 eccellenze italiane). È opinionista televisiva, ed è professore a contratto integrativo all’università LUISS Guido Carli. È Segretario generale della Fondazione Necci, per cui ha curato Memento. La mia storia, di Lorenzo Necci. È stata insignita della onorificenza di Chevalier de l’Ordre des Arts e des Lettres dal Mini.



Principe Store
Multiservizi Spoleto
Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno
Abbazia Albergo e Ristorante
Luigi Carletti - Solidarietà e Progresso
Azienda Modena
Azienda Modena
Salute e Bellezza Tracchegiani
Lavanderia La Perfetta
Il Biologico Spoleto


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Bar Moriconi
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
La Fabbrica del Gelato
Spoleto Cinema al Centro
Il Cerchio 5 x mille
Associazione Cristian Panetto
Bar delle Miniere
Centro Medico Giulio Loreti
Luigi Carletti - Solidarietà e Progresso
Il Giardino delle Naiadi
Marco Post Spoleto
Bonifica Umbra
Studio Veterinario Associato
Bonifazi Immobiliare Spoleto