Spoletonline
Edizione del 22 Novembre 2019, ultimo aggiornamento alle 16:55:08
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Unique - Palestre della Salute
Spoletonline
Unique - Palestre della Salute
cerca nel sito
Libreria Aurora
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante Albergo LE CASALINE
Ristorante Pecchiarda
Electrocasa Spoleto
Fondazione Giulio Loreti
Pc Work
Ristorante al Palazzaccio
Alimentari Di Cicco Pucci
Axis Italy
Tuber experience - Campello
Parafarmacia Serra
Stampa articolo

Area Vasta - Politica, 23 Maggio 2019 alle 21:44:37

Acquasparta verso le elezioni: i residenti di Firenzuola rispondono al candidato Alunni sul 'contratto' proposto ai due schieramenti

Sembra destinata a diventare il tormentone di questo finale di campagna elettorale acquaspartana, la storia del "contratto" proposto dai residenti di Firenzuola ai due candidati sindaci Alunni e Montani, il primo dei quali ha rifiutato di sottoscrivere l'impegno con la frazione mentre il secondo, pur chiedendo


un termine più lungo, ha firmato l'accordo insieme a tutta la propria lista civica. La firma, come si ricorderà, era stata posta dai residenti di Acquasparta come condizione per ascoltare ciò che i candidati avevano da dire, visto che la popolazione ha già sottoscritto e depositato una petizione per lasciare Acquasparta e passare sotto l'amministrazione di Spoleto.


Firenzuola, infatti, versa in condizioni a dir poco vergognose ormai da anni, abbandonata com'è dall'istituzione comunale i cui principali rappresentanti uscenti, a cominciare dal sindaco Romani, figurano proprio nella lista di Alunni. Pertanto i residenti chiedevano l'impegno scritto a dimettersi o a concedere la liberatori a Firenzuola per lasciare Acquasparta nel caso in cui, entro un certo numero di mesi, il sindaco eletto non fosse riuscito quantomeno ad avviare gli iter per la risoluzione dei punti manifestati nella petizione, dotare la zona di Collebianco di uno svincolo dignitoso e non più illegale come quello di cui dispone oggi e ristrutturare la sede della proloco rendendola idonea a trasformarsi in un centro di primo sfollamento in caso di nuova, scongiurabile calamità naturale come il sisma del 2016, appena percepito ad Acquasparta ma che a Firenzuola ha invece prodotto i suoi danni senza che il Comune sia mai intervenuto in maniera incisiva, anche presso le istituzioni superiori.


Ebbene dopo la notizia, data da Spoletonline, dell'avvenuta firma da parte di Montani e dei suoi candidati e del successivo rifiuto di Alunni di fare altrettanto, questa mattina il candidato sindaco sostenuto dall'amministrazione uscente ha inviato una lettera al nostro giornale, al rappresentante della frazione e anche in alcune case dei residenti, nella quale dice la sua sui motivi del diniego.
Di poco fa la replica dei residenti, pubblicata sul profilo Facebook "Firenzuola sfoghi", che Spoletonline riporta integralmente di seguito:


Rispondiamo al candidato Sindaco di Acquasparta, Sig. Alunni Umberto, in merito alla lettera pubblicata sul giornale Spoletonline cercando di fare chiarezza su molti punti da Ella tralasciati.


Innanzitutto il trattamento riservato alle rappresentanze delle due liste è stato il medesimo: infatti, entrambi i candidati si sono rifiutati di firmare il documento con le nostre richieste ed entrambi non sono stati ascoltati. Difatti in entrambe le occasioni la platea dei presenti si è alzata e ha abbandonato i locali della Pro Loco di Firenzuola. Nessuno ne ha impedito ne vietato il corretto svolgimento del comizio elettorale.


Entrambi i candidati hanno chiesto di ritornare con le loro proposte e ad entrambi è stato ribadito che, per essere ascoltati, avrebbero dovuto portare una lettera firmata con le proprie dimissioni o con l'impegno di dare la liberatoria alla frazione per poter passare ad altro Comune.
Lunedì 20 maggio, presso la sede della Pro Loco, si è svolto un incontro con un Suo emissario (che non è nemmeno tra i candidati della sua lista) con l'accordo che Lei si sarebbe presentato giovedì 23 maggio con gli intenti stabiliti quella sera e con la lettera firmata. Oggi leggiamo che ha cambiato idea, facendo anche del vittimismo, e rimangiandosi gli accordi presi. Riteniamo che trattare con Lei o con i Suoi emissari è stata l'ennesima presa in giro nei confronti dei cittadini di Firenzuola.


Vogliamo ora esprimerLe un pensiero. Una persona che si ritiene "capace" non dovrebbe avere problemi a sottoscrivere una lettera di intenti: in fondo il libretto con il programma elettorale non è una lettera di intenti, firmata dal candidato sindaco? Lei non ha scritto il suo libretto? Allora nella sua proposta elettorale non c'è praticamente nulla di nuovo per Firenzuola. Noi Le proponiamo di fare un salto di qualità nella politica cittadina. Basta con gli slogan e le promesse non mantenibili. Inizi a prendere impegni seri per la Frazione di Firenzuola e dei suoi abitanti, anzi Le dirò di più, prenda impegni seri con tutti i cittadini di Acquasparta, firmi le Sue dimissioni a scadenza, se non riuscirà a portare avanti gli impegni che ha scritto nel suo programma, per esempio entro la metà dell'eventuale Suo mandato. Ci metta la faccia, è una questione morale.
Un'ultima osservazione: noi abitanti di Firenzuola non siamo cittadini come tutti gli altri? Paghiamo le tasse come gli abitanti di Acquasparta "centro" ma, rispetto a loro, abbiamo servizi decisamente più scadenti.


Per farLe un esempio noi non disponiamo di linea telefonica ADSL mentre vediamo che nel suo programma vuole realizzare la Wi-fi per Acquasparta. Allora Le chiedo: "E le frazioni?" Noi di Firenzuola, per voi, siamo cittadini di serie B, paghiamo le tasse come se fossimo mucche da spremere ma non abbiamo diritto ad avere i servizi elementari quali parcheggi pubblici, giardini con giochi per bambini, marciapiedi, pulizia del paese, ecc... Credo che Le abbiamo dato tempo per valutare una controproposta e che non è stato costretto né "preso in ostaggio" da nessuno, anzi Le abbiamo dato una possibilità di venire (ahi, quanta fatica risalire il monte per due volte nel giro di dieci giorni, per andare a parlare con quei maleducati di Firenzuola...) a raccontarci i Suoi progetti dietro una "conditio sine qua non" della Sua firma.


Il Suo concorrente ha chiesto, come Lei, del tempo. Dopo qualche giorno è tornato con un impegno scritto che è stato da noi valutato e approvato. A quel punto ha potuto esporci le Sue idee, la Sua visione di Acquasparta e di Firenzuola. Lei no. Questi sono i fatti. Tutto il resto è "fuffa". Ai cittadini spetterà giudicare e decidere, con serenità, come orientare le proprie scelte nel democratico segreto dell'urna.


Articolo chiuso ai commenti



Salute e Bellezza Tracchegiani
Lavanderia La Perfetta
Cioccolateria Vetusta Nursia
Azienda Modena
Principe Store
Multiservizi Spoleto


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Il Pianaccio
La Fabbrica del Gelato
Bar Moriconi
Terminal alle Mattonelle
Associazione Cristian Panetto
Trattoria dei Paesi Nostri
Spoleto Cinema al Centro
Centro Medico Giulio Loreti
Yves Rocher
Bar delle Miniere
Visit Scheggino
Bonifica Umbra
Marco Post Spoleto
Bar ristorante Belli - Spoleto
Caffè dell'Angolo
SERFIN - Annuncio di LAVORO
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'