Spoletonline
Edizione del 16 Giugno 2019, ultimo aggiornamento alle 22:57:29
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Electrocasa Spoleto
Il Cerchio 5 x 1000
Pc Work
Tuber experience - Campello
Libreria Aurora
Rafting Nomad
Fondazione Giulio Loreti
AROF Agenzia Funebre
Vus Com
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante al Palazzaccio
Ristorante Albergo LE CASALINE
Ristorante Pecchiarda
Calcio a 5 - Tiki Taka x Il Sorriso di Teo
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
TrattOliva
Stampa articolo

Spoleto - Politica, 08 Giugno 2019 alle 12:36:47

Spoleto popolare e Alleanza civica sulla nuova palestra: 'Vittoria di Pirro'

'Persi 12 milioni già stanziati. Il miracolo è stato quello di diminuire i pani e i pesci' [Commenti]

Riceviamo e pubblichiamo dai gruppi consiliari Alleanza civica e Spoleto popolare:


La Vittoria di Pirro!


Bene la nuova palestra, ma a che prezzo!
Il sindaco De Augustinis ed il prode Assessore Flavoni, dopo aver perso risorse già stanziate per 12 milioni


di euro, gioiscono per l'ultimazione del progetto e del computo metrico per la realizzazione della Palestra dell'Istituto Alberghiero. 1,5 milioni di euro per realizzare una palestra da 700 mq (di cui 200.000 € a carico del Comune , 650.000 € dalla Provincia e 650.000 € dalla Croce Rossa Italiana)... sempre che poi le cose che vengono proclamate siano effettivamente concordate.


Se non avessero rinunciato al progetto del Polo scolastico e non avessero perso i finanziamenti già stanziati, la Palestra e le nuove scuole Dante Alighieri e Prato fiorito sarebbero state pronte realisticamente entro la fine del 2019, come sta succedendo per altri cantieri a Perugia, Foligno e Giano dell'Umbria. Ma sopratutto non sarebbe stato necessario usare i finanziamenti della Croce Rossa.


Si perché il risultato ottenuto è quello di avere una palestra con i soldi con i quali se ne sarebbero potute avere due. Non solo, tra le due si avrà la palestra più piccola.
Con il contributo della Croce Rossa Italiana avremmo potuto ristrutturare il Palatenda e avere un PalaCrocerossa da 2400 mq; non una semplice palestra ma un centro sportivo in grado di attrarre manifestazioni sportive o eventi e quindi turismo per Spoleto.


Perdiamo 250.000 € rispetto ai 900.000 € promessi dalla CRI e abbiamo sempre il Palatenda inutilizzabile se non per piccoli eventi con clima né troppo caldo né troppo freddo. Si può quindi accettare di sentir gridare al miracolo anche se questa volta si è riusciti nella discutibile impresa di ottenere la diminuzione dei pani e dei pesci.


Spoleto Popolare 


Alleanza Civica



Cioccolateria Vetusta Nursia
Salute e Bellezza Tracchegiani
Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno
Principe Store
Multiservizi Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Abbazia Albergo e Ristorante
Il Biologico Spoleto
Azienda Modena
Azienda Modena


Commenti (6)

Commento scritto da La vittoria di Pirro e le profezie di Tiresia il 08 Giugno 2019 alle 16:00
I commenti delle Consigliere Bececco e Laureti, apparentate anche in questa occasione, rivestono efficacemente la funzione di mettere a fuoco un paio di problemi , di non secondaria importanza. Naturalmente lo fanno dal loro punto di vista, per cui forse è opportuno procedere ad una integrazione, vale a dire:

• Il risultato di poter “liberare” il fondo vincolato di circa cinque milioni di euro (cresciuto peraltro negli ultimi cinque anni), ora disponibili per varie opere pubbliche, è stato conseguito a seguito della presentazione di un emendamento di legge sottoscritto da Briziarelli (Lega), Tesei (Lega), Lucidi (Mov.5 stelle). Non risulta la firma di alcun esponente di altri schieramenti, certo non il PD. Si dice, e va eventualmente verificato, che il Sindaco De Augustinis abbia personalmente contribuito alla preparazione del testo, tanto che l’emendamento passa sotto il nome di “sblocca Spoleto”.Va inoltre ricordato che, quando si sono trattate, in Consiglio Comunale, le complesse problematiche attinenti il DUP ed il Bilancio Preventivo ( e poi il Consuntivo), le opposizioni, comprese Bececco e Laureti, hanno preferito abbandonare l’aula consiliare

• Quanto alle scuole “Dante Alighieri” e “Prato Fiorito”, non è un segreto che la nuova Amministrazione ha avuto dei forti dubbi sulla necessità della demolizione, in presenza di pareri tecnici diversi. Inoltre, il progetto del Polo scolastico di San Paolo presentava forti criticità, che hanno consigliato un cauto approfondimento. Quindi , i circa dieci milioni previsti dalle misure post-terremoto non sono andati persi (peraltro si possono recuperare con i fondi del MIUR), erano semplicemente destinati ad opere di controversa utilità.E’ vero che l’abbattimento della Dante Alighieri poteva, forse, consentire l’edificazione di un certo numero di abitazioni di tipo residenziale, ma non sembra che questo fosse il motivo principale dell’ambizioso progetto

In conclusione, riprendo le parole della Laureti, quando auspica di “fare squadra”, e propongo di attuarle, completando l’informazione con i dettagli mancanti.





Commento scritto da Angelo il 08 Giugno 2019 alle 17:08
Mi sembra un commento GRANITIco, in pieno rinnovamento apparente.

A rigor di logica, se fosse andato tutto come pensato dall'amministrazione CARDARELLI-BECECCO avremmo avuto scuole nuove con tanto di palestra e il palatenda ristrutturato in PALA CROCEROSSA. Invece avremo una palestra e scuole riverniciate con una minor capacità di resistere ad eventi sismici. In sintesi grazie alle scelte politiche dell'amministrazione de agustinis, abbiamo dovuto scomodare il parlamento, abbiamobpetdo molti soldi che avrebbero fatto economia e soprattutto avremo scuole meno sicure (il vecchio non è come il nuovo), infine resta inutilizzabile il PALATENDA.

Non mi sembra una visione politica lungimirante, speriamo solo che finisca quanto prima


Commento scritto da OPEN YOUR EYES il 09 Giugno 2019 alle 09:45
Scuola a San Paolo.

Un progetto nato storto e sbagliato ab origine, fortuna che è stato rimandato fino all'annullamento.

La colpa della perdita del finanziamento va ricercata in chi lo aveva approvato e lo aveva sostenuto. tra cui il PD, che ha taciuto fino a decisione presa salvo poi prenderne le distanze e criticarlo aspramente.

Insomma va dove ti portano i like...alla Salvini.

Quindi di che parliamo?

Dell'aver evitato che si mortificasse ulteriormente il centro storico di Spoleto evitando problemi di viabilità?


Commento scritto da Baudolino La Sveglia il 09 Giugno 2019 alle 20:39
Il sindaco farebbe bene a tutelarsi rispetto a tali fandonie. Questo è stravolgimento della realtà.


Commento scritto da Andrea Santucci il 10 Giugno 2019 alle 09:52
Ma di cosa parlano questi SCIACALLI ed incompetenti ? Perché non dicono che sulla vecchia sede della DANTE ALIGHIERI era pronto il tavolo apparecchiato per gli imprenditori vicini a Zeffy e che poi sono quelli con cui é in affari per il LIDL da realizzare nell'area della Panetto & Petrelli? Ma questi signori dove vivono? Ve lo sareste immaginato il Polo scolastico nell'area di San Paolo con le vie di accesso all'ospedale già di per se problematiche? Non osiamo immaginare cosa succederà quando le ambulanze dovranno fare lo slalom tra le macchine che escono dal nuovo supermercato, un'opera inutile, commercialmente deleteria per una città allo stremo economicamente e una vergogna per l'impatto ambientale e paesaggistico!!


Commento scritto da Loreto il 10 Giugno 2019 alle 12:35
Perfetto Andrea Santucci! Provalo tu a fare capire la situazione lobbistica all'ANGELO VENDICATORE, che spara a salve col suo cannoncino BERTA, facendo finta di non sapere come stanno realmente le cose.

Si tratta forse di una logica a discount


Aggiungi un commento [+]
Associazione Cristian Panetto
La Fabbrica del Gelato
Studio Veterinario Associato
Centro Medico Giulio Loreti
Yves Rocher
Marco Post Spoleto
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Bar Moriconi
Bar delle Miniere
Il Pianaccio
Il Giardino delle Naiadi
Il Cerchio 5 x mille
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'