Spoletonline
Edizione del 14 Ottobre 2019, ultimo aggiornamento alle 00:03:42
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Electrocasa Spoleto
Parafarmacia Serra
Agriturismo Ristorante Borgo delle Mole
Team Dance Spoleto
Tuber experience - Campello
Spoleto Cinema al Centro
Pc Work
Ristorante Albergo LE CASALINE
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Ristorante al Palazzaccio
Fondazione Giulio Loreti
Accademia Scherma Spoleto
Vus Com
Ristorante Pecchiarda
Libreria Aurora
Stampa articolo

Spoleto - Ambiente e Territorio, 13 Giugno 2019 alle 09:32:59

Via Po, residenti esasperati: 'E' un serpaio'

A una settimana dalla pubblicazione delle norme sulla pulizia di fossi, canali e terreni, il Comune è il primo inadempiente [Fotogallery, Commenti]


Dan. Ub.

A otto giorni dalla diffusione, da parte dell'amministrazione comunale, di quanto disposto dall'ordinanza numero 29/2015 relativa a pulizia e manutenzione dei fossi, canali e terreni privati, che prevede multe da 50 a 500 euro per i trasgressori, il Comune di Spoleto potrebbe cominciare a dare l'esempio... su se stesso. Le immagini a corredo di questo servizio si riferiscono, infatti, alle immediate


adiacenze di via Po, a San Martino in Trignano, marciapiedi compresi. Tutta terra di proprietà del Comune di Spoleto ma che, evidentemente, non è soggetta all'ordinanza di cui sopra, dato che nessuno si è ancora sognato di venire a ripulirla.


"E' un serpaio - racconta a Spoletonline una signora che abita lì vicino - tutte le mattine vengo qua a passeggiare e non si vede mai nessuno che curi questi prati". "Tra l'altro - le fa eco un altro residente - alcuni di questi terreni potrebbero essere riconvertiti a orti, come a Spoleto alta. Visto che il Comune non sa cosa farsene, almeno non verrebbero lasciati nell'incuria". Come sempre in questi casi, va ricordato che Spoleto è un Comune dal territorio molto ampio, con ben 102 fra vocaboli e frazioni varie. Certo è, però, che San Martino in Trignano è una delle aree più popolose della città, e che la zona in questione si trova proprio a ridosso delle case popolari, in un punto di estremo interesse e densità demografica, tra l'altro facilmente accessibile dai mezzi incaricati della manutenzione del verde pubblico, leggasi A.Se. Spoleto.


Mancanza di fondi o di progettualità? Il quadro generale di Spoleto fa propendere per la prima delle due ipotesi, anche se non è ancora chiaro come l'amministrazione comunale intenda gestire alcune partite di interesse pubblico, a cominciare proprio dall'Azienda Servizi Spoleto il cui presidente, l'ingegner Cao (in pensione), a fine agosto dovrà essere sostituito secondo quanto disposto dalla legge 135 (converte il DL 95/2012) che fissa nella durata di un anno, e a titolo gratuito, la possibilità per le amministrazioni pubbliche di conferire incarichi o cariche nelle società controllate a persone che si trovano in stato di quiescenza. Certamente a settembre la successione alla guida dell'A.Se sarà materia di scontri politici all'interno della variegata maggioranza: ma questo ai cittadini non interessa più di tanto.
Sta di fatto che, a rigor di norma e di ordinanza, il primo ad essere inadempiente in città in quanto alla manutenzione del verde, è proprio il Comune.



Principe Store
Lavanderia La Perfetta
David Militoni - Lega Umbra
Azienda Modena
Paola Agabiti Urbani - Tesei Presidente
Cioccolateria Vetusta Nursia
Multiservizi Spoleto
Salute e Bellezza Tracchegiani


Commenti (5)

Commento scritto da giobatta il 13 Giugno 2019 alle 12:09


Toglietevi una curiosità,venite a vedere VIA DELLE ACCIAIERIE A S.CHIODO,sono anni e anni che nessuno si degna di tagliare la boscaglia lungo quasi tutta la via,la pulizia aspettava alla pozzi ma.................non parliamo poi del manto strradale.


Commento scritto da Spoleto il 13 Giugno 2019 alle 14:00
Vogliamo parlare del Torrente Tessino? Ma se gli Enti pubblici sono i primi a non rispettare l’Ordinanza come si pretende che la rispettino i cittadini?


Commento scritto da Spoleto il 13 Giugno 2019 alle 16:57
Vogliamo parlare del Torrente Tessino? Ma se gli Enti pubblici sono i primi a non rispettare l’Ordinanza come si pretende che la rispettino i cittadini?


Commento scritto da Davide il 13 Giugno 2019 alle 18:23
Problematica che riguarda ormai tantissime zone di Spoleto con conseguenze pericolose anche sulla viabilità poiché molti incroci hanno visibilità scarsa a causa dell'erba alta. Va bene che non avete i soldi per l'asfalto....ma che ci vuole a tagliare l'erba??? Probabilmente non ve ne frega niente!!! Che delusione questo Giunta!!!


Commento scritto da il tafano il 14 Giugno 2019 alle 15:36
a Spoleto il torrente che scende da colle risana a confine con il parcheggio della Palazzina Micheli. è tutto una pescolla, ambiente ideale per il proliferare di zanzare.

prima di minacciare cara la mia assessora fai tu il primo passo.!

ma spoleto ha la corsa dei vaporetti!


Aggiungi un commento [+]
Terminal alle Mattonelle
Bar ristorante Belli - Spoleto
Visit Scheggino
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
David Militoni - Lega Umbra
Caffè dell'Angolo
Centro Medico Giulio Loreti
Spoleto Cinema al Centro
Bonifica Umbra
Trattoria dei Paesi Nostri
Bar delle Miniere
Associazione Cristian Panetto
Yves Rocher
Bar Moriconi
Il Pianaccio
La Fabbrica del Gelato
Paola Agabiti Urbani - Tesei Presidente
Marco Post Spoleto