Spoletonline
Edizione del 22 Ottobre 2019, ultimo aggiornamento alle 16:45:08
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Vus Com
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Team Dance Spoleto
Alimentari Di Cicco Pucci
Axis Italy
Halo Respiro
Tuber experience - Campello
Libreria Aurora
Ristorante al Palazzaccio
Electrocasa Spoleto
Parafarmacia Serra
Accademia Scherma Spoleto
Agriturismo Ristorante Borgo delle Mole
Ristorante Pecchiarda
Ristorante Albergo LE CASALINE
Fondazione Giulio Loreti
Pc Work
Spoleto Cinema al Centro
Stampa articolo

Società, 11 Luglio 2019 alle 15:07:05

A Spoleto la presentazione del libro “La bici della felicità”

Oltre all'autrice presenti anche i giornalisti Tiberio Timperi, Mariarita Grieco e Gianfranco Ferroni [Commenti]

“La bici della felicità”. È questo il titolo del libro scritto da Ludovica Casellati, che il Comune di Spoleto presenterà a Palazzo Leti Sansi sabato 13 luglio. Il libro è il racconto di una scoperta, della passione dell’autrice per la bicicletta, di un modo di viaggiare e di conoscere il mondo. Un percorso che ha condotto la Casellati a compiere una vera e propria scelta di vita, arrivando a fare del cicloturismo la propria professione, attraverso il racconto, l’organizzazione di eventi ed  incontri.


L’appuntamento, che si terrà a partire dalle ore 18.00, vedrà la partecipazione, insieme all’autrice del libro, di Mariarita Grieco (caporedattore del TG2), Tiberio Timperi (giornalista e conduttore radiotelevisivo) e Gianfranco Ferroni (Italia Oggi).


“La Bici della Felicità” Sfrecciare con il vento nei capelli, fare lo slalom tra le auto in coda, imboccare una discesa a tutta velocità o raggiungere la cima di quella salita così ripida (magari con l'aiuto di una e-bike): quante sono le emozioni che regala la bici? Ludovica Casellati le ha scoperte per caso: invitata a fare un giro in bicicletta fra i castelli della Loira con il marito e il figlio, si è innamorata di questo modo di viaggiare. Che è semplicemente perfetto: si coprono lunghe distanze godendosi il paesaggio, si scorgono angoli altrimenti nascosti, si rimettono in ordine i pensieri, si gira bene da soli e in compagnia, e si resta pure in forma. Sempre più convinta dei pregi della bici, ha deciso di fare di questa scoperta una professione, promuovendo il cicloturismo sostenibile. A tutti quelli che, come lei, amano spostarsi pedalando ma senza l'ossessione della sfida e della velocità, è dedicato questo libro, nel quale spiega l'ABC del ciclista slow: come iniziare, quale attrezzatura acquistare, cosa valutare per scegliere il modello giusto, come coinvolgere la famiglia. E una volta inforcata la bici, dove si va? Ludovica suggerisce le città con le migliori piste ciclabili, i percorsi strutturati per un weekend nella natura, i centri europei e le vacanze più bike-friendly. Con l'invito a provare la bici almeno una volta: sarà amore a prima pedalata.


Ludovica Casellati ha una laurea in legge in tasca e una lunga esperienza da manager nel mondo della tv e della pubblicità quando, nel 2012, improvvisamente decide di lasciarsi tutto alle spalle per dedicarsi a tempo pieno alle sue grandi passioni: la scrittura, i viaggi e la bici. Nel 2013 fonda il magazine online viagginbici.com, punto di riferimento del cicloturismo e da allora inizia una nuova vita da giornalista su due ruote, arrivando a essere identificata in rete come «Ladybici». Ha ideato e organizza, tra le altre cose, l'Oscar italiano del cicloturismo con Cosmobike Show e l'Urban Award con l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (Anci). Nel 2017 lancia luxurybikehotels.com, il portale dove raggruppa gli hotel che offrono servizi di lusso ai ciclisti. Da settembre 2018 è anche editore di Viaggi del Gusto (vdgmagazine.it), storica testata di turismo ed enogastronomia. Ama pedalare, non correre.



Lavanderia La Perfetta
Cioccolateria Vetusta Nursia
Salute e Bellezza Tracchegiani
Principe Store
Azienda Modena
Multiservizi Spoleto
Paola Agabiti Urbani - Tesei Presidente
David Militoni - Lega Umbra


Commenti (1)

Commento scritto da il cospaiese il 13 Luglio 2019 alle 16:04
Se mai ce ne fosse stato bisogno è l'ennesima rappresentazione di un festivaletto di raccomandati, figli di papà o di mammà e di nominati asserviti al potere imperante. Ben altra cosa il Festival Menottiano quando M.L. Straniero cantava O Gorizia con disappunto dei malpancisti governativi oppure quando la NCCP faceva conoscere al mondo la canzone napoletana verace. Oggi ci si accontenta della presentazione di un libercolo sulla bicicletta perchè scritto dalla figlia della Presidente del Senato con relativa claque televisiva


Aggiungi un commento [+]
Il Pianaccio
Associazione Cristian Panetto
Trattoria dei Paesi Nostri
La Fabbrica del Gelato
Spoleto Cinema al Centro
Centro Medico Giulio Loreti
Bar delle Miniere
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
David Militoni - Lega Umbra
Visit Scheggino
Marco Post Spoleto
Terminal alle Mattonelle
Bar ristorante Belli - Spoleto
Bonifica Umbra
Caffè dell'Angolo
Yves Rocher
Bar Moriconi
Paola Agabiti Urbani - Tesei Presidente