Spoletonline
Edizione del 22 Ottobre 2019, ultimo aggiornamento alle 16:45:08
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Alimentari Di Cicco Pucci
Libreria Aurora
Ristorante Albergo LE CASALINE
Accademia Scherma Spoleto
Pc Work
Tuber experience - Campello
Ristorante Pecchiarda
Fondazione Giulio Loreti
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Ristorante al Palazzaccio
Parafarmacia Serra
Spoleto Cinema al Centro
Halo Respiro
Electrocasa Spoleto
Agriturismo Ristorante Borgo delle Mole
Vus Com
Team Dance Spoleto
Axis Italy
Stampa articolo

Politica, 13 Luglio 2019 alle 16:58:52

Salta il trasferimento a titolo gratuito di piazza d'Armi al Comune

Il Mibac ha dichiarato l’interesse storico-artistico dell’area [Commenti]

L’area di Piazza d’Armi è di interesse storico-artistico per il Mibac, quindi la procedura avviata dal Comune di Spoleto per la sua acquisizione a titolo non oneroso non può essere perfezionata. Questo in sostanza il contenuto della lettera inviata dall’Agenzia del Demanio che, dopo aver espresso un anno fa parere positivo in merito al trasferimento all’Ente di Piazza d’Armi, ha inviato nei giorni scorsi la comunicazione contenente il parere del Segretariato Regionale Umbria del Mibac.


La valutazione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali è legata al valore archeologico dell’area, dove in passato sono state rinvenute “vaste necropoli arcaiche, tombe singole romane, viabilità romana e strutture cristiane altomedievali”.


Già lo scorso anno la comunicazione dell’Agenzia del Demanio indicava il parere del MIBAC quale ultimo tassello, indispensabile e necessario, per poter perfezionare il passaggio di proprietà, anche in virtù della procedura scelta dal Comune di Spoleto. "Oggi dobbiamo iniziare tutto da capo – ha dichiarato il Sindaco Umberto de Augustinis - cambiando le modalità di richiesta e seguendo tutta un’altra procedura per cercare di ottenere, questa volta veramente, il trasferimento a titolo non oneroso di Piazza d’Armi. Questo, purtroppo, richiederà una competente e complessa triangolazione tra le amministrazioni interessate".



Paola Agabiti Urbani - Tesei Presidente
Azienda Modena
Salute e Bellezza Tracchegiani
Lavanderia La Perfetta
Multiservizi Spoleto
Principe Store
Cioccolateria Vetusta Nursia
David Militoni - Lega Umbra


Commenti (5)

Commento scritto da Paola il 13 Luglio 2019 alle 18:05
Questo articolo dimostra che:

- la Giunta Cardarelli-Bececco effettivamente ha ottenuto a titolo non oneroso il passaggio dell'area dal demanio militare a quello civile, recuperando le 800 mila € perse dall'amministrazione BRUNINI quale caparra;

- l'amministrazione in carica in 12 mesi non è riuscita a perfezionare il passaggio, come sbagliare un rigore a porta vuota;

- continua l'ignoranza politico/amministrativa di questi soggetti che continuano ad annunciare progetti su aree non disponibili, facendo perdere soldi alla comunità (costo affitto caserma VV.F) e creando difficoltà agli Operatori del soccorso come pure alle famiglie degli alunni della scuola Dante.


Commento scritto da comitato 19 giugno il 13 Luglio 2019 alle 19:17
Concessione, Concessione, Concessione!!! E accertamento delle responsabilità di chi incautamente (e illegalmente) ha versato l acconto-caparra.


Commento scritto da Roberta Privitera il 15 Luglio 2019 alle 09:46
Cosa vuole farne il Comune? Speriamo non una cementificazione...la mia idea è che quella zona potrebbe essere oggetto di indagini archeologiche e, ove ci fossero aree 'libere' da reperti, effettuare una piantumazione di alberi da frutto e orti orizzontali. Area verde-archeologica.


Commento scritto da OPEN YOUR EYES il 15 Luglio 2019 alle 11:06
Questo articolo dimostra quanto in Regione Umbria ce l'abbiano con Spoleto e non vogliano farla sviluppare-crescere-prosperare , specialmente adesso che non è più rossa...

ci vediamo alle prossime elezioni tranquilli.



Se non è così allora vediamo quanti soldi ci investirà la regione per rendere p.zza d'Armi un polo di attrazione turistica che valorizzi i reperti archeologici trovati.

se non c'è nulla in proposito, allora ho ragione io.



Commento scritto da Leonardo il 16 Luglio 2019 alle 08:54
La dichiarazione di interesse da parte del MiBac fa seguito alla richiesta di Verifica dell interesse storico artistico , obbligatoria per gli immobili di proprietà degli enti pubblici. Da quanto mi risulta la dichiarazione di interesse da parte del Mibac , non implica l impossibilità di cedere l area dal Demanio al Comune, ma semplicemente un passo in più nell iter di trasferimento e cioè l offerta della prelazione al Mibac. Magari sarebbe interessante , a livello giornalistico, un approfondimento in tal senso.


Aggiungi un commento [+]
Centro Medico Giulio Loreti
Il Pianaccio
David Militoni - Lega Umbra
Bar delle Miniere
Paola Agabiti Urbani - Tesei Presidente
La Fabbrica del Gelato
Bar ristorante Belli - Spoleto
Caffè dell'Angolo
Yves Rocher
Spoleto Cinema al Centro
Associazione Cristian Panetto
Bonifica Umbra
Bar Moriconi
Trattoria dei Paesi Nostri
Marco Post Spoleto
Terminal alle Mattonelle
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Visit Scheggino