Spoletonline
Edizione del 28 Gennaio 2020, ultimo aggiornamento alle 17:53:14
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Spoleto Cinema al Centro
Electrocasa Spoleto
Alimentari Di Cicco Pucci
Tuber experience - Campello
Agricoltura Naturale Giorgetti
Libreria Aurora
Agriturismo Posto del Sole
Ristorante Albergo LE CASALINE
Axis Italy
Ristorante al Palazzaccio
Ristorante Pecchiarda
Dottor Luigi GRAZIANI
Pc Work
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Parafarmacia Serra
Stampa articolo

Cronaca, 03 Agosto 2019 alle 10:28:12

Campello sul Clitunno, nei guai un cavatore di tartufi abusivo

L'uomo ha tentato di fuggire al controllo dei carabinieri nascondendosi nel bosco [Commenti]

Intensificati i controlli dei carabinieri forestali per quanto riguarda la corretta raccolta del tartufo. A Campello sul Clitunno i militari hanno individuato un soggetto intento alla raccolta di tartufi che, alla vista dei militari, ha tentato di sfuggire al loro controllo nascondendosi nel bosco e provando anche ad occultare la zappa bidente che stava utilizzando. 


L’immediato intervento dei carabinieri forestali ha consentito di recuperare l’attrezzo (il cui utilizzo è vietato) ed oltre 200 grammi di tartufi che erano stati già raccolti. È poi emerso che il cavatore era sprovvisto del tesserino di idoneità, necessario per l’attività di raccolta.  È stato quindi sanzionato per oltre 1.000 euro, e gli sono stati sequestrati sia i tartufi che la zappa utilizzata. 


In Umbria la ricerca e la raccolta dei tartufi è disciplinata da una legge nazionale (L. n. 752 del 16/12/85) e regionale (L. R. n. 12 del 09/04/15) ed il rispetto di tali norme evita di arrecare danno alle tartufaie. La legge nazionale detta alcune regole comuni, dando poi mandato alle regioni di disciplinare, sul proprio territorio, la raccolta. Questa è consentita esclusivamente con l’utilizzo di particolari arnesi: il “ vanghetto” o “zappetto”, avente una lama non superiore ai 15 cm di lunghezza e una larghezza in punta non superiore a 8 cm. È vietata la zappatura del terreno in quanto uccide il fungo. È inoltre proibita la raccolta di tartufi immaturi o avariati nonché la ricerca nelle ore notturne, da un’ora dopo il tramonto ad un’ora prima del sorgere del sole. E’ bene ricordare che le modalità di raccolta non conformi alla norma finiscono per arrecare notevoli danni agli ecosistemi tartufigeni. Tutto ciò minaccia la conservazione di una risorsa unica e dal valore considerevole.



Cioccolateria Vetusta Nursia
Azienda Modena
Principe Store
Lavanderia La Perfetta
Il Biologico Spoleto
Salute e Bellezza Tracchegiani
Multiservizi Spoleto


Commenti (3)

Commento scritto da gigi il 03 Agosto 2019 alle 21:07
Non capisco perché ,se questo onest'uomo è stato scoperto con le mani nel sacco..,.non debba essere nominato... Fatecelo conoscere il furbetto....


Commento scritto da x gigi il 04 Agosto 2019 alle 10:38
E una volta che lo hai conosciuto cosa fai gli compri i tartufi?...


Commento scritto da Marco Morganti il 05 Agosto 2019 alle 09:06
Basterebbe cambiare la normativa affermando, una volta per tutte, che i tartufi sono di esclusiva proprietà del padrone del terreno o di chi ne ha titolo. Tutto qui. Non si avrebbe allora questo esercito di cavatori che, quasi sempre, non posseggono nemmeno un metro di terreno per piantare una pianta di basilico e pretendono di prendersi i frutti dei terreni su cui, altri, pagano regolarmente le tasse.


Aggiungi un commento [+]
Bar delle Miniere
Visit Scheggino
Il Pianaccio
Spoleto Cinema al Centro
Terminal alle Mattonelle
Associazione Cristian Panetto
Bonifica Umbra
Trattoria del Passo d'Acera
Bar ristorante Belli - Spoleto
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Liquorificio Due Mondi
Marco Post Spoleto
Bar Moriconi
La Fabbrica del Gelato