Spoletonline
Edizione del 25 Febbraio 2020, ultimo aggiornamento alle 20:49:09
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Alimentari Di Cicco Pucci
Osteria della Torre
Libreria Aurora
Ristorante Albergo LE CASALINE
Agriturismo Posto del Sole
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante Pecchiarda
Electrocasa Spoleto
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Ristorante al Palazzaccio
Parafarmacia Serra
Pc Work
Axis Italy
Stampa articolo

Spoleto - Salute e Sanità, 07 Agosto 2019 alle 19:22:30

Il nuovo Piano Sanitario Regionale


Enzo Ercolani

La Regione Umbria ha presentato, non molto tempo fa, il Piano Sanitario Regionale 2019 2021. Per quanto sia molto probabile, alla luce degli sconvolgimenti indotti dalla vicenda Sanitopoli, che il Piano veda la sua piena attuazione , se non con qualche modifica, con la prossima Giunta (quella, cioè, che


verrà prodotta dalle ormai prossime elezioni) , pur tuttavia la sua lettura (peraltro sommaria data la mole del documento), desta un qualche interesse.


Si tratta, come si diceva, di un lavoro corposo di ben 332 pagine, cui hanno messo mano 44 esperti del settore. Sono fogli e fogli pieni di dati, di tabelle, di grafici nonchè, purtroppo, di tante chiacchiere espresse con una prosa, a mio giudizio, farraginosa, pedante , burocratica e molto "politichese".


Il fatto, apparentemente positivo , è che, per quanto riguarda l'Ospedale di Spoleto, nulla dovrebbe cambiare, poichè il San Matteo resta Presidio dell'Emergenza Urgenza. Il DEA di I° livello , così come quello di Città di Castello-Branca, sarà, infatti, articolato su 2 sedi (Foligno e Spoleto).


La vittima di un incidente stradale , però, (e, logicamente, anche di quello non stradale) dovrà essere dirottata verso il CTZ (Centro Trauma di Zona) che, naturalmente, è collocato a Foligno.
Lo stesso dicasi per chi è colpito da un Ictus, visto che solo Foligno è sede di Stroke Unit (ma lo sono anche Città di Castello e Branca, oltre, ovviamente, alle 2 Aziende di Perugia e Terni).


E l'infarto del miocardio complicato, infine, non potrà non essere trattato che all'UTIC di Foligno. L'UTIC di Spoleto, in verità, viene citata (così come quella di Branca) , ma subito dopo si ribadisce che, ai sensi del famoso Decreto 70 del 2015, non potrà esserci più di una UTIC ogni 150000 abitanti.
Poca chiarezza, insomma, tipica di chi non intende, almeno a parole, sconvolgere più di tanto la situazione regionale.


Gli interventi chirurgici di una certa complessità ( operazioni sulle patologie tumorali del pancreas) potranno (e non dovranno) essere effettuate in un'unica sede (tutta da individuare) e da un'unica equipe(sempre da individuare), mentre gli interventi di chirurgia oncologica sullo stomaco e sul colon dovranno ( e non potranno) essere svolti da un'unica equipe , itinerante, che si integrerà con le professionalità dei vari Ospedali.


Come si potranno concretizzare, nei fatti, simili disegni, non è dato capirlo. Sinceramente mi sarei aspettato programmi più "decisionisti" e meno fumosi, ma tant'è. Il fatto positivo, comunque, è che ci troviamo di fronte ad un Progetto, come detto all'inizio, che, non potendo essere definitivo, sarà sicuramente oggetto di modifiche. Auguriamoci che siano anche pro Spoleto.



Azienda Modena
Lavanderia La Perfetta
Salute e Bellezza Tracchegiani
Il Biologico Spoleto
Multiservizi Spoleto
Cioccolateria Vetusta Nursia


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Bonifica Umbra
Il Pianaccio
Spoleto Cinema al Centro
Visit Scheggino
Terminal alle Mattonelle
Marco Post Spoleto
Associazione Cristian Panetto
Trattoria del Passo d'Acera
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Bar ristorante Belli - Spoleto
Principe Store
Bar delle Miniere
Adicom
La Fabbrica del Gelato
Bar Moriconi