Spoletonline
Edizione del 22 Agosto 2019, ultimo aggiornamento alle 12:03:06
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Pc Work
Libreria Aurora
Tuber experience - Campello
Ristorante Pecchiarda
Parafarmacia Serra
Ristorante Albergo LE CASALINE
Fondazione Giulio Loreti
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante al Palazzaccio
Vus Com
Rafting Nomad
Stampa articolo

Spoleto - Cronaca, 18 Agosto 2019 alle 10:23:45

Spoleto calcio, quello strano passaporto della 'principessa turista'

Partita un'inchiesta della finanza, coordinata dal pm Michela Petrini [Commenti]


Renzo Berti

Una e trina. Senza avventurarsi in paragoni scomodi e anche un po' blasfemi: la principessa No(u)ra Bint Saad Al Saud è avvolta da quell'alone di mistero quasi ieratico che,se da un lato stuzzica la fantasia dei tifosi, dall'altro muove l'interesse della Procura della Repubblica. Sollecitata dall'esposto di


un maturo cittadino che, a quanto trapela, sarebbe stato impegnato negli ambienti calcistici cittadini.


Una cosa appare certa: non sfuggirà agli investigatori della Guardia di Finanza, che hanno la delega alle indagini da parte del pm Michela Petrini, un particolare solo all'apparenza trascurabile. La nostra Altezza, come si conviene ad una esponente della famiglia reale saudita, dovrebbe girare per il Mondo con passaporto diplomatico. Ebbene, la principessa, nipote di secondo grado del sovrano arabo, Salman Bid Abdulaziz, nei suoi soggiorni spoletini ha esibito non il passaporto originale, bensì una fotocopia. Sul quale compare il nome di Nora e non quello di Noura, 31 anni e firmamento della moda mondiale.


Una domanda, a questo punto, sorge spontanea: possibile che una principessa dalle potenzialità economiche smisurate si interessi allo Spoleto piuttosto che ad un club della Premier League? Un mistero che potrebbe avere i giorni contati. Giusto il tempo necessario agli inquirenti per approfondire gli elementi in loro possesso. Un'accelerazione su questa inchiesta arriverà di sicuro con il ritorno dalle ferie del Procuratore della Repubblica, Alessandro Cannevale.


Forse, se la sedicente principessa della casa reale saudita dovesse sparire dalla scena, non ci meraviglieremmo se si scoprisse che la nobildonna sia originaria di Santa Maria Capua Vetere, "O' paes' e pateme" (cit. Gaetano, il cane di Renato Pozzetto in "La Casa stregata" diretto da Bruno Corbucci, anno 1982).


Toh, chi si risente... Sembrava sparito. Andrea Pecorelli, figlio di Mino, il direttore di Op di cui non si sono mai saputi i mandanti dell'omicidio, esce allo scoperto. Piccato per le insinuazioni sugli avvoltoi appollaiati sulle porte del Comunale. "Non capisco come facciate ad associarmi a certi personaggi che non conosco nella maniera più assoluta come questo Max Pincione o l'allenatore Massimo Agovino. Forse sono amici di Casella (l'imprenditore italo-svizzero che doveva affiancare nella gestione della Voluntas proprio Pecorelli, ndr)". L'ex patron della Voluntas Spoleto, dalle cui ceneri è nata l'attuale società di cui è tuttora presidente Riccardo Ciambottini, non ci sta ad essere messo sullo stesso piano di personaggi il cui nome fa ancora mettere le mani sui capelli ai tifosi del Grosseto. "Mi si accusa di aver lasciato chissà quali pendenze - racconta Pecorelli -, quando nel momento in cui rilevai la Voluntas, mi accollai una situazione debitoria importante. Diventa difficile gestire una società di calcio in queste condizioni".


La storia è nota: Pecorelli lasciò la Voluntas dietro un corrispettivo economico, di cui non si è mai saputa l'entità. Nella gestione gli successero Ciambottini ed il direttore Luigi Ferrari, personaggio famoso più per i suoi precedenti penali che per le imprese calcistiche. Ne sa qualcosa l'allora magazziniere della Voluntas Paolino che, un brutto giorno, si ritrovò con il conto corrente personale prosciugato. Insomma, i fantasmi del passato non sono ancora scacciati ed oggi altri personaggi, dal pedigree tutt'altro che immacolato, si interessano alle sorti del calcio cittadino.



Ecce bomber - Intanto, il diesse Alberto del Frate continua a lavorare per allestire una squadra competitiva. Dopo le rinunce di Polidori e Veneroso, rispettivamente rimasto a Orvieto e accasatosi con il l'Aquila, lo Hugh Grant del calcio dilettantistico umbro è sulle piste di un attaccante di razza: Giuseppe Gambino, 35 anni, l'ultimo campionato nelle file della Sancataldese in serie D. Un bomber dal pedigree di tutto rispetto: 187 centimetri per 81 chili. Ma soprattutto tanta furbizia sotto porta. Per lui parlano le 471 presenze tra C e D ed i 167 gol, 15 dei quali messi a segno in appena 15 presenze la scorsa stagione. Insomma, roba da ricchi. Come la nostra principessa saudita.



Abbazia Albergo e Ristorante
Salute e Bellezza Tracchegiani
Il Biologico Spoleto
Cioccolateria Vetusta Nursia
Scheggino - La Voce della Terra
Multiservizi Spoleto
Principe Store
Azienda Modena
Lavanderia La Perfetta


Commenti (6)

Commento scritto da Claudio il 14 Agosto 2019 alle 16:13
Articolo eccellente sotto ogni profilo. Però mi chiedo ma tutti a Spoleto devono capitare?

Mi viene da ridere pensando a coloro che si sono fatti fotografare con la Principessa...


Commento scritto da Spoleto nel pallone. il 15 Agosto 2019 alle 09:38
Da come si stanno mettendo le cose, tanto valeva far credere agli spoletini che tra i giocatori a scendere in campo ci sarebbe stata la principessa stessa.


Commento scritto da Uno sportivo il 15 Agosto 2019 alle 21:07
A prescindere dallo scenario che, quasi quasi, descrive il lancio di una caccia alle streghe, salvo che chi ha scritto l'articolo non si voglia sostituirsi alla magistratura fino al rientro delle ferie del Pm competente, per il sottoscritto la presidentessa, aldila delle sue capacità economiche che personalmente non conosco e non garantisco, e' sicuramente una donna di etnia araba e parla molto bene inglese e arabo classico.


Commento scritto da Sogni di fine estate il 16 Agosto 2019 alle 07:01
Buongiorno, salvo errori, Wikipedia riporta che la Principessa ha 31 anni di età. La comparazione delle foto pubblicate su Google e le foto scattate durante la presentazione ufficiale del nuovo assetto societario dello Spoleto Calcio , evidenzia chiaramente sostanziali differenze. A prima vista la somiglianza è veramente poca. Può darsi che il caldo abbia inciso sule mie capacità visive. C'è qualcuno che mi può aiutare a capire se mi sbaglio?


Commento scritto da ControCampo il 18 Agosto 2019 alle 19:28
Caro Berti sei veramente poco informato per quello che riguarda la Principessa...fai delle supposizioni sul nulla e fuori luogo....


Commento scritto da Renzo Berti il 18 Agosto 2019 alle 23:51
Gentile ControCampo, vada a chiederlo agli amici di Grosseto, che le sapranno rispondere meglio di me. Ci illumini lei, visto che è così bene informato. Alla prossima puntata.

Ossequi.


Aggiungi un commento [+]
Bar Moriconi
Marco Post Spoleto
La Fabbrica del Gelato
Bar delle Miniere
Spoleto Cinema al Centro
Il Giardino delle Naiadi
Centro Medico Giulio Loreti
Visit Scheggino
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Associazione Cristian Panetto