Spoletonline
Edizione del 15 Dicembre 2019, ultimo aggiornamento alle 21:01:21
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Agricoltura Naturale Giorgetti
Alimentari Di Cicco Pucci
Halo Respiro
Spoleto Cinema al Centro
Parafarmacia Serra
Agriturismo Posto del Sole
Libreria Aurora
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Shima Vernici
Ristorante al Palazzaccio
Dottor Luigi GRAZIANI
Pc Work
Axis Italy
Ristorante Albergo LE CASALINE
Fondazione Giulio Loreti
Ristorante Pecchiarda
Stampa articolo

Salute e Sanità, 04 Dicembre 2019 alle 10:30:22

La Tac di Spoleto è rotta. I nastri e le forbici

[Commenti]

La sola cosa che negli ultimi anni in particolare dopo il terremoto non si è mai rotta e’ uno strumento vecchio di secoli già costruito in osso animale forse anche dai Neandertaliani. Le forbici. In stretto legame con chilometri di carta igienica colorata in tricolore da tagliare. Non sono certo che le forbici si siano rovinate ma è probabile che a forza di adoperarle la lama si consuma. Per i nastri il problema è minore. Un pacco viene garantito per almeno 100 inaugurazioni. 


Infatti il servizio di radiologia di Norcia dopo il terremoto ha vissuto alcune fasi di “conservazione” politica. In genere qualsiasi iniziativa aziendale viene definita fiore all’occhiello o eccellenza. Le eccellenze possono essere zonali, regionali, nazionali e in fase di delirio europee o mondiali! Comunque nella prima fase subito post sisma, trasferimento in una tenda degli Alpini con inaugurazione. Nemmeno vivessimo in Uganda qualcuno avrebbe pensato a questo tipo di soccorso estremo. Autorità regionali, provinciali, comunali  e religiose presenti. RETE di collegamento con Spoleto o Foligno non funzionante come da sempre. Si comincia a riparlare della pista per elicottero, congettura diabolicamente espressa a fini elettorali da almeno 25 anni tanto inutile quanto fantastica (cioè frutto di fantasia). In un angolo della regione devono essere conservati un rotolo tricolore e le famose forbici per l’inaugurazione. Segue la terza fase. Il minimo di attrezzature viene trasferito al’interno di strutture zootecniche originariamente destinate all’allevamento di conigli. La tac acquisita anni prima, usata, viene rimessa in funzione  “palliativa” cioè se parte parte e se non parte stiamo programmando la “pista” per l’elicottero.


Inaugurazione dei servizi con tutte le autorità e taglio del nastro con forbici ormai consumate. Rete di collegamento non funzionante e due medici alla settimana.

Nel frattempo ovviamente si taglia il nastro per le scuole, si taglia il nastro per la consegna delle chiavi ai destinatari delle “casette” si taglia il nastro per le nuove cucce per cani. Le forbici cominciano a risentirne e parte una delibera a valenza europea  seguita dall’on. Tajani per un finanziamento per forbici elettroniche laser collegate in rete in parte da ricondurre al “milione” della principessa di non so dove.Nella quarta fase, strettamente preelettorale, viene inaugurato il camper per le mammografie a domicilio. Una iniziativa che non verrebbe accettata nemmeno in Marocco per motivi tecnico scientifici e clinici che qualsiasi dirigente asl dovrebbe conoscere . Il camper parte. Intendiamoci, Cascia-Norcia. Che pensavate che andasse a Poggiodomo come i medici scalzi di Mao Tze Tung? Fa circa 20 esami ogni sei mesi almeno credo,in assenza di alcun rapporto pubblico sui  risultati , almeno per quanto sappia, come sarebbe doveroso .Questa volta l’inaugurazione si limita ad una foto senza assessore Barberini  occupato in problemi istituzionali (arrestato).Non so dove sia attualmente il camper. Nel frattempo  la rete continua a non funzionare e viene inaugurato un nuovo servizio: la tele neurologia. L’attrezzo, totalmente inutile, non viene nemmeno mai acceso tranne per dimostrazioni filo aziendali.

Dopo di ché le forbici hanno cessato di funzionare se non per altre inaugurazioni Casciane in tono ridotto dopo le vicende di sanitopoli. Non è troppo facile far funzionare solo le forbici? Ora leggo che la Tac di Spoleto non funziona. Ebbene, se la AUSL dispone, in accordo con la regione, che i pazienti possano fare il giro dell’Umbria per un esame radiologico (CUP regionale esistente da anni, grande disgrazia della organizzazione sanitaria)) e se i medici sono sempre gli stessi perché non offre almeno la possibilità di eseguire l’esame a Norcia? Non c’è un collegamento in tele radiologia che la asl garantisce funzionante? Attenzione. Non è stato inaugurato ma la responsabilità del funzionamento delle macchine è aziendale . E per macchine si intende anche la rete. Ma già scordavo:c’è l’elicottero! O devo pensare che il servizio di radiologia prima funzionava per tutta l'Umbria e zone limitrofe e oggi no funziona per nessuno?


Antonio Bellezza. Norcia



Azienda Modena
Lavanderia La Perfetta
Multiservizi Spoleto
Cioccolateria Vetusta Nursia
Salute e Bellezza Tracchegiani
Principe Store


Commenti (7)

Commento scritto da XXX il 04 Dicembre 2019 alle 19:48
Aspettiamo la risposta da parte del dott. Vincenzo Iaconis.

Grazie.



Commento scritto da ilcospaiese il 04 Dicembre 2019 alle 22:38
Che bello @Belle' tra un po' tutti a Foligno dove la pista per gli elicotteri dovranno pur farla funzionare. Le stalle nursine torneranno ad ospitare animali mentre a Spoleto l'ospedale vivrà fino a quando ci sarà Don Matteo


Commento scritto da Vincenzo Iaconis il 05 Dicembre 2019 alle 08:39
Eccomi caro XXX, io almeno ci metto la faccia e non mi copro dietro sigle.

Non mi interessa la famosa "forbice" che il collega, da me stimato, evoca; la sua verve polemica è conosciuta da tempo.

Perche', in questa fase, ormai superata, non ho fatto eseguire le TC a Norcia?

Antonio lo sa bene, è polemico ma molto intelligente.

Gli vorrei fare una domanda, cosi forse capite anche voi:

Caro Antonio, presumiamo che tu, nei giorni in cui la TC era rotta, ti fossi trovato a Spoleto ed avessi subito un trauma cranico o avessi accusato forte cefalea, vertigini e disorientamento. Saresti andato al PS che ti avrebbe chiesto una TC dell'encefalo, giusto?

Ora tu avresti preferito andare a Norcia facendo 45 minuti di viaggio, solo per l'andata su strade che sappiamo, ed una volta giunto e fatta la TC, se positiva non ci sarebbe stato modo di studiare la patologia con il mezzo di contrasto in quanto non c'e' l'anestesista, ti avremmo dovuto rispostare di corsa in un altro ospedale per le cure del caso (Foligno, Perugia o Terni) e si sarebbe persa la "golden hour" che come sai è fondamentale in questi casi?

O avresti preferito che fossi portato direttamente in un ospedale "completo": fatta la TC, fatto il contrasto, riconosciuta la patologia, iniziato il trattamento idoneo nell'arco di un'ora?

Pensateci un po' e scegliete anche voi, cari amici sempre pronti a polemizzare e mai a costruire.

Detto questo non mi resta che ringraziare i tecnici di radiologia, gli infermieri che in mezzo a tante difficolta' lavorano a Norcia ed assicurano le prestazioni di Radiologia a tutta la popolazione della Valnerina.

E' vero, siamo in pochi e la nostra presenza è parziale, presto aumenteremo le sedute radiologiche a Norcia, a gennaio si attivera' anche la Radiologia di Cascia e si cerchera' nel piu' breve tempo possibile di tornare alla normalita'.

Devo ringraziare la Direzione della USL 2 che è sempre attenta ai bisogni della gente e ha a cuore la Valnerina.

Buona giornata Antonio, a presto a Norcia, prosit !!!



PS. Ti vorrei invitare ed anzi vorrei invitare tutti voi alla prossima inaugurazione della nuova TC di Spoleto che avverra' presto.

(Stiamo studiando come matti per farla funzionare bene...scusa Antonio: porti tu le forbici ?)



Vincenzo Iaconis Direttore Radiologia di Spoleto



Commento scritto da Antonio Bellezza il 05 Dicembre 2019 alle 11:47
Le mie osservazioni sono riferite ad una gestione disordinata della sanità pubblica in primo luogo da parte della regione e poi delle sue emanazioni aziendali. Non credo che il dr Iaconis possa modificarle. Non ho nulla da dire sull'operato dei medici che al momento lavorano in Valnerina che fanno il possibile. Non vorrei si fosse frainteso per cui preciso con questa nota.


Commento scritto da Antonio Bellezza il 05 Dicembre 2019 alle 19:45
Vincenzo, non vorrei come detto essere frainteso. Tu non hai vissuto il periodo preterremoto e soprattutto il post. Non ho mai e preciso MAI messo in discussione la tua attività ne quella dei tuoi collaboratori. Posso testimoniare la tua disponibilità e quella dei colleghi che sono e ancora intervengono in Valnerina.

Ma una struttura periferica ha bisogno di certezze nel senso non epistemologico ma di programmazione. Non ho nulla da dire sulla tua direzione della radiologia di Spoleto o di Norcia anzi molti riconoscono i tuoi meriti.

infatti intendevo parlare in modo forse esageratamente ironico(ma l'ironia salverà il mondo)di come la gestione politica usi e regionale ponga solo ostacoli alla attività strettamente medica. La polemica sulle inaugurazioni deriva da confronto fra iniziative di facciata spesso obbligatorie delle quai nulla esiste di cui gloriarsi e risultati obiettivi ottenuti in oltre tre anni di post terremoto almeno in ambito sanitario.

Nelle mie notazioni per altro non recenti nello spirito propositivo e migliorativo della attività della Valnerina ho sempre cercato di rispondere alle necessità dei pazienti come del resto stai facendo tu. Non ti ho chiamato in causa nelle mie povere note scritte perchè non mi rivolgevo a te. Forse qualcuno non ha capito. Diceva Leo Longanesi che questo paese pensa più alle inaugurazioni che alle manutenzioni. Infatti crollano i viadotti.

Concludo quindi dicendo che nulla di quanto ho scritto era riferito ad attività medica ma tutto ad attività politica. Spero di essere stato chiaro. Cordiali saluti


Commento scritto da Novelli il 06 Dicembre 2019 alle 08:50
Grande Antonio sei sempre caustico e puntuale!!!

NORCIA DIMENTICATA DA TUTTI!!! ORA BASTA!!! SI DEVONO RISVEGLIARE LE COSCIENZE E FAR CAPIRE CHE QUESTO TERRITORIO MARTORIATO DAI VARI TERREMOTI, DEVE RINASCERE PERCHE NON SIAMO CITTADINI DI SERIE B, ABBIAMO GLI STESSI DIRITTI DI TERRITORI PIU GRANDI!!! L UNICA COSA CHE I NOSTRI POLITICI REGIONALI HANNO CON ASTUZIA SAPUTO FARE È QUELLA DI METTERE CASCIA CONTRO NORCIA PER CONTROLLARE E COMANDARE MEGLIO QUESTO TERRITORIO!!!!


Commento scritto da Un cittadino risentito! il 06 Dicembre 2019 alle 10:18
Esimio Direttor Iaconis, riguardo alla situazione TAC, non crede che se tutto fosse stato chiaro i cittadini e la Redazione non avrebbero reagito intervenendo come è stato fatto?. Infatti, se da una parte della cittadinanza non ci fossero stati degli interrogativi in merito, da parte loro non ci sarebbero stati nemmeno i commenti che sono seguiti e che l'hanno tanto indispettita. Si è chiesto se Lei stesso avrebbe potuto chiarire la situazione così bene come replicando ai vari commenti è riuscito a fare? Piuttosto che fare l'offeso, altri al suo posto ringrazierebbero la redazione e i lettori che, provocatoriamente e polemicamente, le hanno posto la questione dandogli la possibilità di descrivere esattamente come stanno le cose. A proposito di metterci la faccia, beh, non si dimentichi che l' argomento riguarda esplicitamente il suo settore di attività. Quindi, viene da chiedersi: Per evitare che da parte dei cittadini ci fossero queste reazioni, non era meglio che uscivate voi con qualche comunicato? Per informarli sulla situazione e tranquillizzarli? Ci mancherebbe pure che la faccia non ce la mettevate! Detto questo, nessuno mi farà mai cambiare l'idea sul fatto che, scienziati, professori o specialisti che si sia, indossare l'abito della modestia è quello che aiuta le persone a capirsi e che li contraddistingue nella loro appartenenza al genere umano I.

Nota: MI scusi se il mio scritto non è erudito come il suo, ma spero che riesca a coglierne l'essenza.


Aggiungi un commento [+]
Bonifica Umbra
Caffè dell'Angolo
Bar Moriconi
Un Mare di Pizza
SERFIN - Annuncio di LAVORO
Spoleto Cinema al Centro
Bar ristorante Belli - Spoleto
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Yves Rocher
Associazione Cristian Panetto
Liquorificio Due Mondi
Visit Scheggino
Centro Medico Giulio Loreti
Il Pianaccio
Marco Post Spoleto
La Fabbrica del Gelato
Bar delle Miniere
Terminal alle Mattonelle