Spoletonline
Edizione del 26 Febbraio 2020, ultimo aggiornamento alle 20:05:33
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Alimentari Di Cicco Pucci
Agriturismo Posto del Sole
Axis Italy
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Parafarmacia Serra
Ristorante Pecchiarda
Osteria della Torre
Ristorante Albergo LE CASALINE
Electrocasa Spoleto
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante al Palazzaccio
Libreria Aurora
Pc Work
Stampa articolo

Spoleto - Eventi, 12 Febbraio 2020 alle 18:44:50

Inaugurazione da record per I Salò

Oltre 2000 persone hanno reso indimenticabile l'evento del 9 febbraio scorso. Professione bellezza: Spoletonline incontra Sabrina Locci, fondatrice del gruppo (Foto principale di Emanuele Mannocchi, gallery di Luca Scarabottini e Spoletonline) [Fotogallery]


Daniele Ubaldi

Non chiamatelo salone di bellezza o "semplice" parrucchiere. Il gruppo I Salò, acronimo della fondatrice Sabrina Locci, è la prassi fisica di una filosofia ben precisa, che fa della "bellezza totale" - estetica e interiore - la propria mission, vivendo un contemporaneo presente con uno sguardo nel passato e, soprattutto, immaginando già il futuro, nel pieno rispetto e nella ricerca della particolarità, anzi della soggettività di ciascun cliente. E' partita a mille la nuova sede del gruppo in via delle Lettere 32, con un happening domenica scorsa - 9 febbraio - che ha avuto del


memorabile e che farà parlare di sé per un bel po'. Gli oltre 500 metri quadri dedicati alla cura della bellezza e del benessere della donna, dell'uomo e di tutta la famiglia sono stati letteralmente presi d'assalto da più di 2000 persone fra amici, clienti e semplici curiosi, che per qualche ora hanno trasformato il colpo d'occhio di via delle Lettere in quello di una street d'oltreoceano. Tradizione e modernità, come da precisa filosofia dell'anima del gruppo I Salò, vanno a braccetto all'interno del nuovo salone, che non dimentica le origini e le precedenti destinazioni d'uso, in un ambiente urbano neo-futurista con tratti di vintage che non guastano mai. Originale, luminosissima, estremamente piacevole: la nuova sede de I Salò è studiata nel minimo dettaglio per donare a chi la sceglie un'esperienza diversa, che va ben al di là dell'ordinario farsi i capelli o andare dall'estetista.


Il risultato è duplice: da un lato un servizio a 360 gradi completo di caffè e dolcino oppure, volendo, aperitivo; dall'altro la risposta massiccia della gente, che ha fatto sentire tutto il suo affetto e il proprio apprezzamento per Sabrina, i suoi soci e la filosofia de I Salò.


Ma come nasce questo modo di intendere la propria professione? Spoletonline lo ha chiesto alla diretta interessata.


Sabrina, quand'è scattata la scintilla? Quand'è che hai compreso la reale importanza dell'andare oltre la "semplice" cura dell'estetica e del taglio? "Non saprei dirlo con esattezza matematica. Sicuramente è un qualcosa che si perfeziona attraverso la formazione, la continua ricerca del bello. E' chiaro, però, che occorre fin dal principio possedere delle caratteristiche insite. Per esempio, personalmente ho un po' la malattia dell'armonia, nel senso che ciò che non è armonico mi infastidisce un po' e ricerco il bello in ogni persona, in ogni cosa. C'è sempre del bello: ovunque".


A te il compito di farlo emergere, quindi... come uno scultore con la pietra grezza. "Assolutamente. L'ispirazione che passa attraverso la mia ricerca è l'osservazione della natura stessa. Tutti noi possediamo la bellezza, pertanto siamo in grado di riconoscerla. Anche un bimbo, cui nessuno ha ancora insegnato i canoni del bello e del brutto, reagisce in maniera diversa a seconda se gli si ponga davanti un'immagine bella oppure una mostruosa. Alcuni parametri sono oggettivi, naturali. E vorrei dire anche un'altra cosa...".


Prego. "A volte sento dire che c'è un po' il timore di entrare nel nostro salone, perché considerato di target alto. In realtà credo che qui si respiri un'aria genuina e professionale, dove il cliente viene subito messo a proprio agio. E' chiaro che dietro questo insieme di sensazioni, che vanno oltre il lavoro materiale, comporta una preparazione e dei costi. Ma noi non facciamo assolutamente selezioni di classe: la nostra clientela cerca e riceve molto di più di una prestazione estetica artigianale, per quanto valida essa sia".


In che senso? "Nel senso che non facciamo 'soltanto' un bel taglio o un bel colore, ma tutto diventa armonico se tu lo appoggi in maniera personalizzata, vale a dire donando unicità nella tua opera su ogni persona, dato che ogni persona è diversa. Anche quando creo le mie collezioni faccio smepre in modo che siano versatili, duttili, adattabili alla bellezza di chi le sceglie".


Ami le tue radici, vivi il tuo presente ma guardi sempre al futuro: come vedi la tua professione tra 20 anni? "Ecco, questa è un po' la sfida che mi sono sempre posta da 20 anni a questa parte, ormai. Ed è anche quello che vado a insegnare nelle aule, vale a dire cambiare le radici in questo settore. Voglio dire che in realtà facciamo un lavoro importante, carico di psicologia ma anche di chimica, dato che lavoriamo sui capelli, sulla pelle, sul corpo delle persone con dei prodotti specifici. Vorrei vedere innalzata la nostra professione, con un corso universitario che porti a una specializzazione vera, importante. Questo è quello che immagino e auguro con tutto il cuore per il mio settore. Oggi manca la formazione, intesa non come imparare a tagliare i capelli ma a 360 gradi. Sogno un corso universitario e una certificazione di qualità, che garantisca al cliente finale la certezza di essere davvero in buone mani. Purtroppo oggi tutto questo ancora  non c'è".



Salute e Bellezza Tracchegiani
Lavanderia La Perfetta
Cioccolateria Vetusta Nursia
Azienda Modena
Multiservizi Spoleto
Il Biologico Spoleto


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Associazione Cristian Panetto
Trattoria del Passo d'Acera
Spoleto Cinema al Centro
Adicom
Bonifica Umbra
Bar Moriconi
Principe Store
Bar delle Miniere
La Fabbrica del Gelato
Marco Post Spoleto
Terminal alle Mattonelle
Bar ristorante Belli - Spoleto
Visit Scheggino
Il Pianaccio
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'