Spoletonline
Edizione del 26 Febbraio 2020, ultimo aggiornamento alle 20:05:33
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Ristorante al Palazzaccio
Spoleto Cinema al Centro
Axis Italy
Ristorante Albergo LE CASALINE
Osteria della Torre
Alimentari Di Cicco Pucci
Ristorante Pecchiarda
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Parafarmacia Serra
Agriturismo Posto del Sole
Electrocasa Spoleto
Libreria Aurora
Pc Work
Stampa articolo

Spoleto - Politica, 15 Febbraio 2020 alle 10:32:10

Festival dei Due Mondi, Fratelli d'Italia a de Augustinis: 'Un uomo solo al comando'

Dura nota di Murro e Polinori: 'Nessuna condivisione sulla scelta del nuovo direttore artistico' [Commenti]

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Fratelli d'Italia di Spoleto, che ribadisce lo stato attuale dei rapporti interni alla maggioranza che fa capo al sindaco Umberto de Augustinis:


Un uomo solo al comando. Vogliamo esprimere il nostro risentimento per quanto accaduto in questi giorni quando è uscita la notizia della nomina del nuovo


direttore artistico del Festival dei Due Mondi. Nessuna comunicazione, nessuna condivisione da parte del Sindaco né con la maggioranza né tanto meno con la Città di quello che stava accadendo ai vertici della più importante manifestazione artistica di Spoleto. Lo stesso dicasi dell'assessore Urbani. Il Festival creato dal Maestro Menotti è patrimonio di tutti e le sue sorti coinvolgono Spoleto in ogni sua componente politica e sociale. Nella sostanza il nome letto dai giornali ed il suo curriculum, a tacere sulla quasi scontata commistione con la sinistra, sembrano rassicurare sulla esperienza e qualità del personaggio, tutto evidentemente da verificare, ma qui quello che più interessa è la considerazione che, nell'occasione della nomina di ruoli tra parte artistica e parte amministrativa che non ha mai portato decollo definitivo del nostro Festival, serve affiancare al Direttore Artistico un Sovrintendete, un DG, una figura che al fianco del Sindaco e della Città dia trasparenza e respiro anche economico alla manifestazione.


Stefano Polinori - Capogruppo Fd'I 


Rosario Murro - Coordinatore Comunale Fd'I



Il Biologico Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Salute e Bellezza Tracchegiani
Multiservizi Spoleto
Azienda Modena
Cioccolateria Vetusta Nursia


Commenti (10)

Commento scritto da SPOLETINO VERACE il 15 Febbraio 2020 alle 12:26
ECCO A SPOLETO ANCHE LE PULCI HANNO LA TOSSE,FORSE FDI VORREBBE ENTRARE COME DG,SINCERAMENTE SAREBBE LA FINE DEL FESTIVAL DEI DUE MONDI.


Commento scritto da Fratelli Coltelli il 15 Febbraio 2020 alle 13:42
Il comunicato di FdI è sorprendente, per vari motivi:

• Si occupa della più importante manifestazione culturale cittadina e regionale, ma è vergato in uno stile grammaticalmente e sintatticamente improbabile, con punteggiatura casuale e consecutio temporum avventurosa, del tipo che a New York chiamano “ italiano mezzo calzetto”; questo per la forma, per la sostanza poi…

• Come si può affermare che il curriculum della Sig.ra Monique è di primo ordine, ma che , a sensazione, lei pende a sinistra? In base a quale intuizione?Si vede che FdI finora ha pensato che Giorgio Ferrara, uomo di cultura e di arte , allevato nelle scuole sovietiche per vari anni, insieme al fratello Giuliano, era di sinistra, ma infiltrato, come va di moda adesso

• D’altronde, il Capogruppo FdI aveva già mostrato i suoi buoni sentimenti nei confronti del Sindaco, arrivando a contestargli la tendenza a rifarsi al civismo , “mentre le liste civiche sono ridotte al lumicino ”(riscuotendo il convinto assenso , con ampie gesticolazioni del tipo tergicristallo, di due consigliere dell’opposizione , finora sedicenti “civiche”); dopo la transumanza recente, il discorso del Capogruppo somiglia alla favola del lupo che accusa l’agnello (stiamo sempre in campo…ovino) di sporcargli l’acqua

• L’astensione nella votazione sul Piano Regolatore ,sia del consigliere stagionato che di quelli di fresco caglio, prelude probabilmente ad un cambio, dopo le casacche, anche della squadra. Tanto più se arrivassero nell’ovile anche le gesticolanti

Tornando al “mezzo calzetto”: ma che cavolo state a fa’?







Commento scritto da Signor Smith il 15 Febbraio 2020 alle 18:45
Ah, dopo la Lega (ex-M5S?), anche FDI richiede un Direttore Generale, un Sovrintendente... (un podestà?) da inserire nell'organico del Festival. La figura di un "responsabile complessivo" sarebbe anche buona cosa... ma poco utile con questa struttura societaria che non è in grado di sopravvivere senza il cospicuo finanziamento statale. Se il Festival non riesce ad emanciparsi finanziariamente, trovando fondi certi, che consentano una programmazione adeguata alla sua fama... il Festiva non potrà far altro che continuare a sperare nella generosità del MIBAC ed effettuare una programmazione "dell'ultimo momento".


Commento scritto da Il qualunque il 15 Febbraio 2020 alle 20:27
La nomina del nuovo Direttore Artistico della Rassegna Sooletana indicata per pura formalita dal nostro Sindaco e' invece selezionata e decisa dal Mibac come dal Mibac era stato designato il Ferrara per rilanciare il Festival e trasformarlo in un Rassegna. Ma dr Murro non sono questi i problemi ma i cambi di casacca ed asseverare che il voto del popolo puo' essere raggirato con un voltafaccia.


Commento scritto da Signor Smith il 15 Febbraio 2020 alle 23:45
Ah, dopo la Lega (ex-M5S?), anche FDI richiede un Direttore Generale, un Sovrintendente... (un podestà?) da inserire nell'organico del Festival. La figura di un "responsabile complessivo" sarebbe anche buona cosa... ma poco utile con questa struttura societaria che non è in grado di sopravvivere senza il cospicuo finanziamento statale. Se il Festival non riesce ad emanciparsi finanziariamente, trovando fondi certi, che consentano una programmazione adeguata alla sua fama... il Festiva non potrà far altro che continuare a sperare nella generosità del MIBAC ed effettuare una programmazione "dell'ultimo momento".


Commento scritto da Finalmente qualcuno che ascolta... il 16 Febbraio 2020 alle 00:08
Leggo nella nota: "... Il Festival creato dal Maestro Menotti è patrimonio di tutti e le sue sorti coinvolgono Spoleto in ogni sua componente politica e sociale...".

In Democrazia (se ancora siamo in democrazia) la condivisione nella maggioranza governativa del Comune di Spoleto doveva essere un obbligo sociale.


Commento scritto da Democrazia Cristiana il 16 Febbraio 2020 alle 10:48
Vi chiedo di trasferire il mio commento nell'articolo del senatore Lucidi su questo articolo, molto attuale. Grazie


Commento scritto da pasquino di tacco il 16 Febbraio 2020 alle 12:31


Povera Spoleto!

egregi signori della politica tornate a casa. Non meritate questa città, non siete in grado di aiutarla ad uscire dalla crisi politica, economica e sociale che sta vivendo.

Non vi va questo sindaco? avete due strade : 1) generare una crisi e tornare al voto. 2) smetterla con le critiche e lavorare, lavorare, lavorare in umiltà per il bene delle nuove generazioni.

Fine



Commento scritto da spoletino verace il 16 Febbraio 2020 alle 17:49
SONO COMPLETAMENTE IN SINTONIA CON PASQUINO QUESTI SIGNORI IN PARTICOLARE LA LEGA, FDI, CON ESTREMA ARROGANZA ESTREMA PRESUNZIONE A GAMBA TESA CONTESTANO TUTTO E TUTTI COME SE SOLO LORO HANNO IL DONO DI RISANAMENTO PER QUESTA NOSTRA POVERA SPOLETO QUESTA NOSTRA POVERA ITALIA.A LORO INTERESSA SOLAMENTE APPARIRE APPARIRE APPARIRE MA MAI,PER UN ESSERE PER ILBENE COMUNE SPOLETINO E NAZIONALE.


Commento scritto da Pulcinella il 16 Febbraio 2020 alle 22:14
Caro S....o, vedo con piacere che sei particolarmente impegnato a scrivere commenti. Ma quando lavori ?

Tutta la comunità ormai conosce bene la tua penna.

Lavoriamo per la città, basta sterili polemiche dettate da chi si dimostra di essere lontano dalle difficoltà della gente e particolarmente attaccato alla poltrona.

I partiti di centro destra si riapproprino del proprio ruolo e diano a questa città un governo che li sappia rappresentare.

Diamo valore alla democrazia, diamo valore alla volontà dei cittadini


Aggiungi un commento [+]
Visit Scheggino
Principe Store
Terminal alle Mattonelle
La Fabbrica del Gelato
Bar delle Miniere
Marco Post Spoleto
Bar ristorante Belli - Spoleto
Trattoria del Passo d'Acera
Bar Moriconi
Il Pianaccio
Spoleto Cinema al Centro
Bonifica Umbra
Associazione Cristian Panetto
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Adicom