Spoletonline
Edizione del 09 Aprile 2020, ultimo aggiornamento alle 21:46:45
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Ristorante Pecchiarda
Axis Italy
Ristorante al Palazzaccio
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante Albergo LE CASALINE
Osteria della Torre
Electrocasa Spoleto
Parafarmacia Serra
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Alimentari Di Cicco Pucci
Libreria Aurora
Agriturismo Posto del Sole
Stampa articolo

Spoleto - Lavoro, 14 Marzo 2020 alle 15:34:56

Ma la cassa integrazione della Pozzi ha il coronavirus?

Dal 21 novembre lavoratori senza ammortizzatori sociali. Il sindaco intervenga [Commenti]


Daniele Ubaldi

Spoleto, l'Umbria, il Paese non si dimentichi dei lavoratori della ex Pozzi. Dal sindaco ai sindacati, dal presidente del tribunale ai commissari, che poi sono gli unici, questi ultimi, a ricevere tutti i mesi un - lauto - stipendio per occuparsi delle sorti di centinaia di lavoratori. I quali, dal 21 novembre scorso, sono privi di


un'entrata economica mensile. Operai e amministrativi non percepiscono ammortizzatori sociali ormai da quattro mesi e, mentre in Italia si parla, giustamente, di cassa integrazione per tutti i dipendenti delle aziende e delle fabbriche costrette a chiudere per il Covid-19, a Spoleto regna l'incertezza sulle sorti di chi la cassa ce l'ha come diritto negato, da mesi.


I lavoratori sono tutti molto preoccupati, ma il divieto di assembramento di certo non facilita il confronto. Spoletonline, anche per questo motivo, invita caldamente il sindaco de Augustinis o, in second'ordine, il suo collaboratore per le crisi aziendali Fausto Libori, a intervenire in tempi stretti e certi riferendo, attraverso questo o qualsiasi altro valido canale, in merito alla situazione dei lavoratori della Pozzi, sia dentro sia fuori il palazzo di Giustizia.



Il Biologico Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Multiservizi Spoleto
Salute e Bellezza Tracchegiani
Azienda Modena
Cioccolateria Vetusta Nursia


Commenti (7)

Commento scritto da Spoletino il 14 Marzo 2020 alle 16:32
Auspico che il Sindaco De Augustinis intervenga quanto prima. Sono mesi che questi lavoratori non percepiscono alcun reddito e oltre a ciò, adesso si vedono costretti a rimanere in casa per via del coronavirus,con la necessità di andare a fare la spesa per sopravvivere!


Commento scritto da Roberto il 14 Marzo 2020 alle 23:45
OT



PRIMO CASO DI POSITIVITA' AL CORONAVIRUS NEL COMUNE DI NORCIA.



Il sindaco di Norcia Alemanno ha comunicato poco fa sul sito Facebook del Comune che c'è una persona risultata positiva al Coronavirus e che risiede in una frazione del Comune di Norcia.



https://it-it.facebook.com/ComuneNorcia/





Commento scritto da ALESSANDRO COSTANZI il 15 Marzo 2020 alle 13:42


Carissimo direttore,Daniele Ubaldi, a nome mio e di tutti i lavoratori della fu IMS

la ringrazio per aver voluto ricordare a tutte le istituzioni, ''Amministrazione comune e

sindacati,, gli operai della ex POZZI.



Purtroppo è una voce che si perde nel deserto.

Non c'è un'istituzione in grado di recepirla (negligenza incapacità manca voglia di fare?)

Un'azienda che nel mercato europeo e orientale ancora oggi tutti ricodano per la qualità

dei materiali prodotti.

Un'altra azienda da sempre orgoglio di Spoleto la Cementeria chiusa.

Circola una voce abbastanza attendibile che gli impianti verranno utilizzati come

inceneritori. Idea brillante per bruciare quello che è rimasto di Spoleto e sviluppare

il turismo. Dove erano i geni da noi eletti quando c'era da salvare le azienda da

speculazioni dannose per il nostro territorio?





Commento scritto da Sara s il 15 Marzo 2020 alle 16:26
Io capisco la situazione,ma questa gente sapendo che ormai nn c'è più speranza nella apertura della fabbrica perché non hanno cercato di trovarsi una nuova occupazione??e ora nn incominciate a dire che nn si trova perché ho parlato e conosco molti di loro e tutte loro hanno trovato,chi in cooperativa,chi porta a tavola chi lavora in pizzeria... comunque hanno trovato perché avendo una famiglia nn c'era da aspettarsi nulla...sono passati diversi anni e tanti di loro se ne stanno in giro tutto il gg io credo che nn si può vivere solo di cassa integrazione!! può finire da un momento e l'altro!!


Commento scritto da Sara s il 15 Marzo 2020 alle 16:29
Ah mi sono dimenticata che la tecnocar cercava e assumeva ma le domande da queste persone che stanno in cassa integrazione nn l'hanno fatta!! quando molti operai appena chiusa la fabbrica ci sono entrati subito x nn stare senza lavoro!


Commento scritto da Mestesso il 15 Marzo 2020 alle 20:55
Purtroppo anche la latitanza dei sindacati non aiuta, speriamo che sia tra quelle firmate per il decreto del coronavirus! Non ci sono informazioni a riguardo e la gente comincia a rimanere appesa ad un filo sottilissimo!



Commento scritto da Operaio ex Cementir il 16 Marzo 2020 alle 08:14
La Cementeria di Spoleto è ancora viva!!!

Siamo rimasti in pochi, abbiamo cambiato denominazione, ci hanno fermato il forno, ma ancora teniamo duro! Ci proviamo fino alla fine!

Per la storia dell'inceneritore, solo chiacchiere e niente altro.


Aggiungi un commento [+]
Bar ristorante Belli - Spoleto
Bar Moriconi
Visit Scheggino
Acqua Evo
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Bar delle Miniere
Associazione Cristian Panetto
La Fabbrica del Gelato
Adicom
Trattoria del Passo d'Acera
Terminal alle Mattonelle
Spoleto Cinema al Centro
Bonifica Umbra
Il Pianaccio
Principe Store