Spoletonline
Edizione del 09 Aprile 2020, ultimo aggiornamento alle 21:46:45
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Electrocasa Spoleto
Axis Italy
Spoleto Cinema al Centro
Osteria della Torre
Agriturismo Posto del Sole
Ristorante Albergo LE CASALINE
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Alimentari Di Cicco Pucci
Ristorante Pecchiarda
Libreria Aurora
Ristorante al Palazzaccio
Parafarmacia Serra
Stampa articolo

Spoleto - Cronaca, 19 Marzo 2020 alle 16:33:00

Coronavirus, tre nuovi casi a Spoleto ma il sindaco de Augustinis rassicura: 'Piccolo focolaio sotto controllo'

'Aumenteremo i controlli' [Commenti]

Tre nuovi casi di Coronavirus a Spoleto. Lo ha annunciato il sindaco Umberto de Augustinis, attraverso un videomessaggio pubblicato su Facebook: “Questo piccolo focolaio, connesso al sistema dei trasporti pubblici, è abbondantemente circoscritto e la situazione è sotto controllo. Il paziente ricoverato a Terni è guarito e a breve tornerà a casa sua”.


Procede nel frattempo la sanificazione delle strade: oggi le tre squadre VUS stanno intervenendo in viale Gugliemo Marconi, all’inizio della zona Peep, in centro storico (piazza della Libertà, via Monterone, via delle Terme, via Goffredo Mameli e zone limitrofe), San Giovanni di Baiano e San Giacomo. Domani ad essere igienizzati dalla Valle Umbria Servizi saranno San Venanzo e San Martino in Trignano mentre l’Ase si occuperà di Cortaccione, Eggi e la stazione ferroviaria.


“È importante che tutti rispettino le prescrizioni. Non chiuderò i parchi perché tanto ci potrebbe radunare in altri luoghi. I controlli ci sono e li aumenteremo perché c’è ancora qualche irresponsabile che gira e perché non possiamo mandare in tilt il nostro sistema sanitario, già fragile di suo. Non escludo che il Governo a breve possa vietare tutte le attività all’aperto: quando succederà, ne prenderemo atto e ci adegueremo”.


Sulla pagina Facebook del Comune si legge inoltre: "Se volete chiedere informazioni o chiarimenti potete lasciare le vostre domande nei commenti a questo post. Il Sindaco risponderà nel prossimo video che verrà pubblicato domenica 23 marzo dopo le ore 15.00".



Multiservizi Spoleto
Azienda Modena
Salute e Bellezza Tracchegiani
Lavanderia La Perfetta
Cioccolateria Vetusta Nursia
Il Biologico Spoleto


Commenti (17)

Commento scritto da GIO BATTA il 19 Marzo 2020 alle 17:00
Il Sindaco di Spoleto ci informa dei tre nuovi contagiati nel servizio del trasporto pubblico,rassicurandoci che trattasi di un piccolo focolaio circoscritto.

Mi chiedo,i tre nuovi contagiati quante persone possono aver avvicinato?

Il piccolo focolaio potrebbe diventare un focolaio senza controllo.


Commento scritto da Altra logica il 19 Marzo 2020 alle 18:15
Per precauzione, attualmente sono più le persone rintanate in casa rispetto a quelle che si permettono di uscire per esigenze alimentari, lavorative, per praticare jogging o per altro. Nonostante questo le persone contagiate sono in forte aumento. Contrariamente a quel che si pensa, non può essere che le persone più sicure di non contrarlo sono proprio quelle che escono di casa? Anche perché sono in minor numero e fanno più attenzione? E allora, perché costringerli a rinchiudersi fra quattro mura con il rischio di fargli contrarre il virus? Non sarebbe più logico lasciargli la libertà facendogli rispettare alcune regole che magari in casa, in presenza dei loro familiari, non rispettano? Insomma, dov'è il vero rischio? È stato verificato questo?


Commento scritto da Giampy il 19 Marzo 2020 alle 19:01
La zona del supermercato Conad e della.farmacia flaminia ,quando verrà santificata? I cittadini continuano ad affluire a flotte.


Commento scritto da Luigi il 19 Marzo 2020 alle 19:18
Vogliamo più controlli per le strade. Non è possibile vedere ancora gruppi di gente a passeggio. Macchine con tre persone che vanno a fare la spesa.

Gli italiani stanno dimostrando di non avere una coscienza nazionale, dimostriamo di avere un cervello, per lo meno facciamolo per quelle persone che stanno perdendo la vita nel completo anonimato e senza l’assistenza dei propri cari.

Usiamo la testa!

Insieme ce la faremo, ma insieme, non da soli.


Commento scritto da comitato 19 giugno il 19 Marzo 2020 alle 21:06


Ma il territorio di Passo Parenzi è stato bonificato? Lo chiediamo anche alla Associazione del luogo. Grazie


Commento scritto da Luca il 19 Marzo 2020 alle 21:08
Bene, dopo aver dichiarato che si poteva andare in bici, ed uscire a prendere una boccata d'aria, purché ad un metro, un metro e mezzo di distanza, finalmente ha compreso che il messaggio da dare é RESTATE A CASA, allineandosi con i sindaci del resto d'Italia . Meglio tardi che mai.


Commento scritto da Giacinto tiberi il 20 Marzo 2020 alle 16:54
Si può sapere sig.Sindaco ,se in via romania verrà fatta la sanificazione grazie


Commento scritto da LIBERTA' il 21 Marzo 2020 alle 10:08
Gentile signor Sindaco,

mi rivolgo a lei in quanto rappresentante a noi più vicino, e le chiedo di girare le seguenti riflessioni e ai vertici delle istituzioni

Le seguenti opinioni sono in parte tratte da interviste fatte ad illustri esperti del settore, non in linea con quelli di ‘regime’ che, invece, si sono dimostrati spesso in contrasto tra loro, e hanno creato confusione e allarme ingiustificato (del resto si sa che la medicina e la ricerca sono tra le scienze più imperfette e in continua evoluzione), e in parte dal minimo buon senso che dovrebbe avere e spesso manca, ai nostri amministratori più lontani.



Premesso che il virus covid19 sembra essere un virus influenzale che ha una percentuale di pericolosità e mortalità nella norma rispetto ai virus degli anni precedenti (6.000-7.000 l’anno);

che i soggetti a rischio sono quelli che soffrono o hanno sofferto in particolare di problemi respiratori, così anche ipertesi, diabetici, e tutti gli anziani;

che l’epidemia è concentrata nelle zone a più alto tasso di inquinamento di aria –compreso l’elettromagnetico- ma anche di acqua e di suolo, come la Pianura Padana - la zona più inquinata d’Europa,- non certo in Umbria;

che la reclusione forzata, non solo dei soggetti a rischio ma anche dei sani –o asintomatici- porta ad uno stress psico-fisico che mina le difese immunitarie facendo di un soggetto sano un soggetto malato;

che è inutile aspettare e creare un vaccino perché è un virus da cui non ci si immunizza né con il primo contagio –lo si può riprendere anche più volte, come capita con un raffreddore- né con la ‘vaccinazione’;

che in forza di queste direttive del CdM si stanno disattendendo i principi fondamentali dei cittadini, e non solo la libertà di movimento e aggregazione ma anche di opinione, - è di ieri la richiesta da parte dell’AGCOM, di segnalazione e oscuramento di persone o video o gruppi e di canali che divergono dalle informazioni del Ministero. L’ultimo strumento di comunicazione tra individui isolati è proprio la ‘rete’, quindi si profila la censura, tipica solo dei regimi;

che la chiusura prolungata di luoghi attività commerciali e di servizi, di cultura e aggregazione, in un territorio già provato tanto e più di altri dalla crisi economica, sarebbe la morte culturale ed economica della città e lo stato di povertà di tanti, tutti.



Confidando nella sua sensibilità, in virtù anche della sua competenza e coerenza in materia del Diritto,

chiedo che si torni al più presto alla normalità, pena una deriva autoritaria ed economica da cui non usciremo mai più.

chiedo che vengano isolati solo i soggetti a rischio e malati, lasciando tutti gli altri liberi di circolare e svolgere attività, dando solo un minimo di indicazioni cautelative come il contatto e la distanza di sicurezza e confidando nel senso di responsabilità individuale.

Altrimenti si potrebbe, dopo il 25, arrivare ad una azione di disobbedienza civile, pacifica ma compatta.

La sottoscritta, se non saranno accolte le sue richieste, da quella data, inizierà uno sciopero della fame ad oltranza e inviterà altre-i ad unirsi per testimoniare con i fatti il proprio impegno civile.

Grazie.





Commento scritto da Antonio P. il 21 Marzo 2020 alle 11:34
@Libertà

Strano modo di fare disobbedienza civile, infatti quest'ultima mai è stata fatta in anonimato dietro un nickname.

Non le ribatto sui singoli punti da lei esposti perché sono irrazionali e antiscientifici; le dico solo che nessuno è libero di contagiare gli altri e le ricordo che l'art. 32 della nostra Costituzione recita: " La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività..."

Ci faccia un favore: mangi, legga sciencemag e stia in casa!


Commento scritto da E. Mariani il 21 Marzo 2020 alle 15:02
Carissimo Antonio P. io sono in perfetta sintonia con Lei sostenendo che trincerarsi dietro un

nickname (maschera ) vedi in questo caso( LIberta' ) dimostra soltanto di essere persona di

inaudita mancanza di rispetto verso il prossimo . I casi a questo punto risultano essere:

possiede una preparazione in materia di Sanita' talmente elevata rispetto a quei poveri

scenziati-ricercatori-specialisti che per anni si dedicano alla loro missione ? Se cosi' fosse si

faccia avanti come hanno fatto al momento (ore 14,00 di oggi 21 Marzo ) quei 1.500 volontari

della Sanita' che hanno accolto l'appello per collaborare nelle strutture Sanitarie di Bergamo/

Brescia. Lei che cosa pensa di fare? Dis..bedienza civile ? Rifletta standosene in casa.Grazie


Commento scritto da Voltaire il 21 Marzo 2020 alle 17:13
Io credo che le osservazioni di Libertà non siano poi così peregrine: la mazzata economica che l'Italia tutta sta subendo e dovrà subire è e sarà letale. Semmai è da ribadire che la situazione è da mettere in relazione con lo smantellamento della sanità pubblica, colpevolmente messa nelle condizioni di non poter affrontare l'emergenza, dovuta alla particolare infettività cha caratterizza questo virus rispetto agli altri. In Umbria e in tutta Italia, la cui sanità pubblica è stata fra le migliori se non la migliore al mondo, si è proceduto con tagli e altri sciagurati provvedimenti, proprio andando contro quell'articolo della Costituzione invocato da Antonio P., un nickname né più né meno come l'altro. Quanto a leggere science mag, ognuno è ancora libero di leggere e d'informarsi nel modo e dalle fonti che più ritiene opportune.


Commento scritto da Wanda il 21 Marzo 2020 alle 19:50
@ LIBERTÀ come potrò seguire il suo eventuale sciopero della fame?


Commento scritto da Silvia il 22 Marzo 2020 alle 17:08
Mi dispiace molto pensare a come deve essere difficile accettare le limitazioni alla propria libertà emanate dal CdM, in presenza di tre casi di coronavirus .

Diverso è farlo in città del nord Italia dove i morti non si contano e si ha paura anche del minimo incontro.

Invece di gioire della vostra fortuna vi arrovellate per la mancanza di movimento. È pazzesco, non vi auguro di vivere la nostra situazione.....ma un po’ di paura non vi farebbe male


Commento scritto da Voltaire il 22 Marzo 2020 alle 19:55
In nessuno dei commenti precedenti, di differenti impostazioni culturali, si parla solo di dispiacere per la semplice mancanza di movimento, ma di sanità pubblica e di eventuale efficacia o inefficacia delle misure finora adottate.


Commento scritto da LIBERTA' il 22 Marzo 2020 alle 21:38
Ci sono molti modi di morire. Morire 'dentro', per egoismo, indifferenza, arroganza. Ci sono molti modi di vivere e quello che state preparando non è il mio e non lo sarà.

Per Wanda: lo comunicherò alla redazione.


Commento scritto da Wanda il 26 Marzo 2020 alle 18:50
@ LIBERTÀ come sta andando lo sciopero della fame? Aveva promesso che avrebbe comunicato il suo impegno civico!


Commento scritto da LIBERTA' il 29 Marzo 2020 alle 19:33
Mi scuso con Wanda e gli altri per aver confuso il termine prossimo della 'quarantena': non il 25 Marzo ma il 3 Aprile. Rispetto le regole imposte, anche se ingiuste, fino a quella data ma dal 4 Aprile inizierò la mia 'protesta'. La redazione metterà in contatto tutti i solidali -e solo quelli-con la sottoscritta, Roberta Privitera -LIBERTA'


Aggiungi un commento [+]
Adicom
Visit Scheggino
Spoleto Cinema al Centro
Trattoria del Passo d'Acera
Principe Store
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Bonifica Umbra
Bar Moriconi
Bar delle Miniere
Bar ristorante Belli - Spoleto
Associazione Cristian Panetto
La Fabbrica del Gelato
Il Pianaccio
Acqua Evo
Terminal alle Mattonelle