Spoletonline
Edizione del 18 Aprile 2014, ultimo aggiornamento alle 22:17:30
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Urbani Facebook
Spoletonline
Urbani Tartufi
cerca nel sito
Unique center
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Club La Sfida
Studio Veterinario Antolini-Roccato
Arte Lingua
Urbani tartufi
Principe abbigliamento, biancheria, materassi
Hostaria Le Prata
Cantina Barbanera
Fondazione Giulio Loreti
Caccia Village
Azienda agrituristico venatoria Fiordimonte
Spoletonline Facebook
C.D.S. Bonifica Amianto
Ristorante Zengoni
Ristorante Il Capanno
AROF Agenzia Funebre
Perugia Online
Yak Service - Servizi consolari
Ristorante Albergo LE CASALINE
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Vus Com
Maran Auto
Stampa articolo

Le soffitte di SOL, 24 Giugno 2006 alle 15:00:01

Denunce pozzi, domande di concessione preferenziale e in sanatoria entro il 30 giugno. Necessaria autorizzazione per sfruttamento risorsa idrica sotterranea, escluso uso domestico.

Con una nota, l’area ambiente della Provincia informa tutti i cittadini che il termine per le denunce dei pozzi, per le domande di concessione preferenziale e per la concessione in sanatoria è fissato entro il 30 giugno ’06. “La Provincia di Perugia – è scritto nella nota - ricorda e rende noto a tutti gli utilizzatori di acque pubbliche che, ai sensi e per gli effetti della Legge 23.02.2006, n. 51 art. 23-quater e della Legge Regionale 24.02.2006, n. 5 art. 16, commi 5 e 6, il 30.06.2006, è il termine ultimo per la presentazione delle domande di concessione preferenziale (crf. art. 1, comma 4, del D.P.R. 18 febbraio 1999, n. 238 ed art. 4 del Regio Decreto 11 Dicembre 1933, n. 1775); la presentazione della denuncia pozzo (crf. art. 10 del D.Lgs. 275/93 e s.m.i.), per i pozzi esistenti ancorché non utilizzati e/o utilizzati a qualsiasi scopo, sia domestico che extra-domestico. Si fa presente che il 30 giugno rappresenta inoltre il termine ultimo per ricorrere eventualmente all’istituto della concessione in sanatoria di cui all’art. 96 comma 6 del D.Lgs. 03.04.2006, n. 152. La denuncia del pozzo non costituisce titolo valido alla captazione ed allo sfruttamento della risorsa idrica sotterranea, pertanto per derivare acqua sotterranea è necessario, ad esclusione dell’uso domestico di cui all’art. 93 del R.D. 11 dicembre 1933, n. 1775, possedere il titolo autorizzatorio (concessione ordinaria o concessione preferenziale o concessione in sanatoria).

Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Azienda agrituristico venatoria Fiordimonte
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Marcucci Gomme
Gustoso Village
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Caccia Village
Bon per Te panificio Bonucci
Fondazione Loreti
Bonifica Umbra
Performat Salute Spoleto
Valle Umbra Servizi
Ristorante Pizzeria Il Caminetto
Maran Auto
Perugia Online
Necrologio
Lavanderia La Perfetta
Consorzio Abn
Ristorante Zenzero
Mennoli Auto
Ristorante La Pecchiarda
Lorenzo Gullo Personal Trainer
Unique center
Studio Podologico Gallo
De.Car. Elettronica
Farmacia Loreti
La Macchia Ristorante Albergo
Hosteria Sienti 'n può
Sicaf Spoleto
Agriturismo Colle del Capitano