Spoletonline
Edizione del 20 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 21:34:53
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Punto Salute Foligno
Spoletonline
Adcomm
cerca nel sito
Centro Dentistico Cristina Santi
Ristorante Albergo LE CASALINE
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Lavanderia La Perfetta Self
Libreria Aurora
Mrs Sporty
TWX Evolution
Parafarmacia Serra
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Fondazione Giulio Loreti
Pc Work
Civico 53
Aldo Moretti S.r.l.
The Friends Pub
Vus Com
Agriturismo Colle del Capitano
Spoleto Cinema al Centro
Le soffitte di SOL

PERUGIA: GIOVEDI' 3 LUGLIO CONFERENZA STAMPA PER PRESENTARE LO SCIOPERO NAZIONALE DEI LAVORATORI TELECOM ITALIA475 gli addetti che lavorano dislocati nei centri di lavoro di Perugia, Terni, Città di Castello, Gubbio, Foligno e Spoleto.

[Video]

Giovedì 3 Luglio, alle ore 11,00, presso la sede della CGIL di Perugia (sala P.Conti) si terrà una conferenza stampa delle federazioni di categoria delle Telecomunicazioni SLC-CGIL, FISTel-CISL e UILCOM-UIL,

Valnerina - Le soffitte di SOL

NORCIA: PER LA PRIMA VOLTA IN VALNERINA UNA BORSA REGIONALE SUL TURISMO VERDE E SPORTIVO

Saranno quattro giorni interamente dedicati a presentare il territorio della Valnerina ai migliori operatori turistici del mondo e alle riviste specializzate. [Video]

Un modo per far conoscere e rafforzare, a livello mondiale, tutte le opportunità umbre nel campo naturalistico e sportivo avvalendosi per la prima volta dell’ambiente e delle strutture della Valnerina.

Le soffitte di SOL

SPOLETO, QUALE CULTURA ? se ne parla al Tric Trac

VENERDI’ ORE 17,30 presso il Ristorante Tric e Trac di Spoleto si terrà l’incontro dibattito Spoleto Quale Cultura Interverranno : On.  Luca Barbareschi  Deputato Pdl V. Pres. Comm. TrasportiProf. Nazzareno Cioni docente di Sociologia Univ.Dell’Aquila Prof. Marcello Bemporad Pres. Movimento Politico – Culturale Blue Container Ing. Pierluigi Pecchioli Pres. Circolo Buon Governo di Spoleto Prof. Luca Filipponi V. Presidente Movimento Politico  Culturale Blue Container Presiede : Dott. Maurizio Hanke Consigliere Pdl Comune di Spoleto Nell’ambito della manifestazione verrà presentato il Manifesto del Movimento Politico Culturale Blue Container. E’ prevista la partecipazione di amministratori di Festival Culturali e Rassegne Artistico-Culturali e degli eletti al parlamento nelle fila del Pdl per l’Umbria. 

Le soffitte di SOL

....E ANCORA SULLE BANDE MUSICALI L'OPINIONE DI SIMONE SENSI

Caro Ricci,mi stavo perdendo un interessantissimo dialogo, innescato dalla presenza di un nutrito gruppo di bande musicali a Spoleto sabato scorso. Verrò scusato, ma qui a Siena c'è il Palio e abbiamo tutti molto da fare. Sed transeat, e torniamo in argomento.Io c'ero, non a suonare, ma ad assistere le bande, con i Cinofili della protezione civile, ad accompagnarli per le vie fino al Duomo. E' stata un'esperienza molto bella DI PER SE', forse si poteva fare di sera per richiamare più pubblico scoraggiato dalla canicola, ma aritranseat.Ho scritto che è stata un'esperienza bella di per sè, ma è stata bella, a mio parere, anche perchè inserita in un contesto, la presenza delle bande nel Festival aveva un significato, ha un significato, sono un'espressione di arte popolare altissima, mi si perdoni l'apparente ossimoro. E l'arte, come aspetto di una cultura, in nuce, o è popolare o non è.La danza, ad esempio, ora è principalmente una forma d'arte, ma nasce nella preistoria con altri scopi, religiosi e guerrieri, che sono un aspetti di una cultura di un popolo.Ciò vale per tutte le Arti sceniche. Si può dire che l'arte sia solo una espressione delle Arti.E comunque, la necessità di dare un aspetto cosiddetto popolare (molto cosiddetto) ad una manifestazione artistico-culturale di rilievo mondiale era ben chiara al suo fondatore, altrimenti le marionette cosa ci stavano a fare nel programma del Festival?Simone Sensi

Le soffitte di SOL

VINTI: "L'ECOMOSTRO EDILIZIO DI SPOLETO POTREBBE AVERE I GIORNI CONTATI"

“L’ecomostro edilizio di Spoleto potrebbe avere i giorni contati”. Secondo il capogruppo regionale di Rifondazione comunista, Stefano Vinti, grazie alla legge regionale sui centri storici, approvata oggi dal Consiglio regionale,  che offre la possibilità di sanare lo “scempio edilizio” rappresentato dagli edifici costruiti a ridosso delle antiche mura urbiche di Spoleto, in via del Tessinello.“L’ecomostro edilizio di Spoleto potrebbe avere i giorni contati: con la legge regionale sui centri storici approvata ieri (martedì 1 luglio) in Consiglio sarà possibile eliminare un vero e proprio scempio nel pregevole tessuto del centro storico della città del Festival”. Così il capogruppo di Rifondazione comunista, Stefano Vinti, secondo il quale la nuova normativa regionale potrebbe consentire al Comune di Spoleto di eliminare “l’enorme bruttura” rappresentata dagli edifici residenziali edificati a ridosso del delle antiche mura urbiche di Spoleto, in via del Tessinello.Spiega l’esponente di Rifondazione comunista che l’articolo 11, comma 1 bis, della legge stabilisce che “qualora all’interno dei centri storici insistano edifici, costruiti in epoca recente, senza alcun valore storico, artistico, culturale e ambientale e il cui sedime è indispensabile per migliorare o realizzare spazi ed infrastrutture pubbliche, può essere previsto, con il piano attuativo o il programma urbanistico, la totale demolizione dell’edificio e la sua ricostruzione in altre aree edificabili a destinazione diversa dall’uso agricolo”.La legge approvata ieri a Palazzo Cesaroni, sostiene Vinti, offre quindi la possibilità di eliminare quella che definisce “una devastante cementificazione, con un insostenibile impatto ambientale. Un intervento che per tipologia, caratteristiche, materiali, volumi complessivi e loro ubicazioni ha meritato, purtroppo a ragione l’appellativo di ‘ecomostro’”.Sulla vicenda relativa all’edificio spoletino, il consigliere Vinti ricorda che era intervenuto già lo scorso “con iniziative politiche nella città e con una interrogazione presentata insieme ai capigruppo dei Verdi e Civici, Dottorini, e dei Comunisti italiani, Carpinelli, facendo proprio il giusto sdegno della stragrande maggioranza dei cittadini, di molte forze politiche, culturali e ambientaliste di Spoleto, contrari ad un inqualificabile sfregio urbanistico ed edilizio. La nuova legge – conclude Vinti – rappresenta sicuramente uno strumento utile a disposizione dell’Amministrazione comunale della Città del Festival che, se ne avrà la volontà, potrà sanare questa grave ferita urbanistica ed edilizia aperta nel proprio centro storico”.

Le soffitte di SOL

IL COMITATO 23 OTTOBRE: L'11 LUGLIO PRESENTAZIONE IN COMUNE DEL LIBRO “SONO MICHELE, DETTO MEC, EH EH !”

In questi giorni Spoleto vive gli spettacoli del suo 51° Festival  Il 23 ottobre 2007 la città di Spoleto è stato teatro di un altro spettacolo, di una operazione militare per arrestare delle idee.   Un paese che imprigiona le idee non è degno di essere considerato civile. Un paese che tiene prigioniero da più di otto mesi, nel supercarcere di Sulmona, in regime di E.I.V. ( Alto Indice di Vigilanza ) Michele Fabiani, 21 anni, giovane filoso spoletino, autore del libro: il Razionale e l’assurdo, pubblicato nel 2005 all’età di 18 anni, e lo accusa grottescamente di essere il capo di un manipolo di pericolosi sovversivi, accusa per la quale Spoleto ha riso e si è indignata, è un paese che non merita rispetto perché disprezza i giovani e la cultura.   Aiutateci a ristabilire la verità, a fare giustizia, a restituire libertà   Partecipate alla presentazione del libro: “SONO MICHELE, DETTO MEC, EH EH !” Una storia di ordinaria repressione, di solidarietà civile e di controinformazione   SPOLETO 11 LUGLIO ore 18 PALAZZO COMUNALE Sala dei Duchi   Tutte le notizie su Michele, i suoi amici e su Brushwood sui siti: www.Comitato23ottobre.com / liberatemichele.blogspot.com  

Le soffitte di SOL

MARIOTTINI E LE BANDE....

Nell' illusoria veste di censore posso dire che le bande,a pieno titolo,devono partecipare al Festival, che è colto,di nicchia,di rilevanza mondiale.Ma anche il Festival nasce su un territorio,che,già agli albori della manifestazione Menottiana,viveva artisticamente delle bande di paese,che hanno tirato fuori grandi talenti e che incorporanouna mentalitàsì propria,ma identica a quella che sussistenelle orchestre di professori e professionistiche per fortuna bazzicano i nostri teatri.Forse bisognerebbe chiedere agli orchestrali che ne pensanodei loro colleghi musicanti.Secondo me l' orchestrale professionistaè persona di grande dignità,che della musica ha fatto passione, mestiere eche considera sempre l' altro come punto di riferimentoa cui appoggiarsi o a cui dare sostegno.Cinquanta persone che suonano insiemesono cinquanta persone che si divertono adismisura edalla passione e dal divertimento può solo uscire qualità,qualità per le nostre recchie.

Le soffitte di SOL

I Vangeli. In principio era la parola martedì 1 luglio  Fotogallery Al Festiva dei 2 Mondi di Spoleto

I Vangeli. In principio era la parola .Suor Tatiana Avdokushina Religiosa dell’Ordine Cabriniano, ha letto il Vangelo di Marco.Suggestiva cornice di spirito al verbo divino, talmente potente da aver indotto la mia macchina fotografica digitale a restituire tutte immagini in bianco e nero. lr La lettura dei quattro Vangeli.Un’occasione per misurare ancora una volta la portata di quella grande rivoluzione umana che fu l’avvento del Cristianesimo, e che continua ad essere il suo messaggio spirituale. domenica 29 giugnoCristina Comenciniil Vangelo di Matteo lunedì 30 giugnoGiorgio Montefoschiil Vangelo di Luca martedì 1 luglioSuor Tatiana AvdokushinaReligiosa dell’Ordine Cabrinianoil Vangelo di Marco mercoledì 2 luglioGiovanni Maria Vianil Vangelo di Giovanni

Le soffitte di SOL

Michael Galasso: concerto a Spoleto prima italiana Teatro Romano al Festival dei 2 Mondimartedì 01 luglio - 21:00  FOTOVIDEOGALLERY

Attendere la luce delle stelle una ad una dipanarsi nel cielo cullati dalla notte incipiente  e dalle note di Michael Galasso: Queste erano ieri sera al Teatro Romano le emozioni che  sono state donate. lr Michael Galasso violino solo Compositore, violinista e direttore d’orchestra, Michael Galasso è nato in Louisiana nel 1949. Esponente dell’avanguardia a New York dai primi anni ‘70, nel 1995 ha scelto l’Europa – Firenze, Venezia, e Parigi dove oggi vive e lavora. Solista a 11 anni, autore di teatro, cinema, danza e installazioni sonore, è un virtuoso del violino che sperimenta da più di 30 anni sintesi melodiche e ritmiche in cui le affinità con la musica barocca europea si intrecciano con le influenze cajun, zydeco, r’n’b, jazz e rock, e con le tradizioni del Medio Oriente e dell’Asia Centrale.Michael Galasso ha iniziato componendo le musiche originali per alcune delle prime opere di Robert Wilson, fra cui A Letter for Queen Victoria (1974, prima mondiale a Spoleto). Sempre con Wilson ha scritto le colonne sonore di Donna del Mare di Ibsen (1998, Ferrara), Il sogno di Strindberg (1998, Stoccolma, Londra, New York, Parigi), Tre Sorelle di Cechov (2001, Stoccolma), di Doktor Caligari (2002, Berlino), di Les Fables de La Fontaine per la Comédie-Française (2004-2008, Parigi), 2 Lips and Dancers in Space, (2004, Olanda, Belgio e Hong-Kong), Peer Gynt di Ibsen (2005, Oslo), così come di Quartett di Heiner Müller, con Isabelle Huppert (2006/2007, Parigi).Per il cinema, le sue colonne sonore comprendono film come Hong Kong Express e lo straordinario In the Mood for Love, di Wong Kar-Wai.Ha composto colonne sonore di film francesi fra cui Le Tango des Rachewsky, Brodeuses, Histoire d’un Secret, Séraphine, nonché le musiche originali di film iraniani e turchi.Fra le sue installazioni sonore e musicali spiccano il Guggenheim Museum di New York nel 2000 e il Guggenheim di Bilbao nel 2001 per la retrospettiva di Giorgio Armani (e le successive tappe della mostra a Berlino, Londra, Roma, Tokio, Shangai, Milano). Nel 1998 ha diretto Fabrica Musica a Treviso. Ha composto musiche per i coreografi Karole Armitage, Andy DeGroat e Lucinda Childs. Il suo secondo album per la ECM Records, High Lines, è stato pubblicato nel marzo 2005.Ha dato concerti per violino solo a New York, Parigi, Roma, Venezia, Berlino, Düsseldorf, Colonia, Bruxelles, Amsterdam, Zurigo. A Spoleto, il 1° luglio prossimo, Michael Galasso suonerà in assolo brani da sue composizioni musicali dal 1973 al 2000.   FOTOVIDEGALLERY  

Le soffitte di SOL

LAVORI IN PIAZZA FONTANA : RESTITUITA ALL'USO DELLA CITTA' DI SPOLETO

All'inizio del Festival, così come programmato, anche piazza Fontana è stata restituita all'uso della Città. La pavimentazione , succeduta al rifacimento di tutti i servizi in rete ( acqua, fogne, gas) è stata eseguita con maestria dalla ditta esecutrice Cornacchini sotto la Direzione Tecnica della VUS S.p.A  nelle figure dell' ingegner Luigino Capponi e del geometra Stefano Benedetti. L'utilizzo di mattoni di cotto di differenti dimensioni ha consentito di rispettare l'antica tessitura della pavimentazione, secondo il progetto ed il finanziamento del Comune di Spoleto. La pulizia della fontana eseguita dai tecnici VUS ha però messo in evidenza alcune crepe nella fontana stessa che compromettono la tenuta dell'acqua. Sarà necessario un intervento di restauro per evitare che le infiltrazioni e l'eventuale ghiaccio del prossimo inverno possano danneggiare la pavimentazione.L' ingresso alla piazza è protetto da una recinsione minimale provvisoria in attesa del posizionamento di dissuasori in ghisa simili a quelli utilizzati in Piazza Sordini.La porzione laterale interessata dai reperti archeologici è stata messa in sicurezza coprendo il resto del muro romano con teli e quindi interrandolo con sabbia secondo le prescrizione tecniche della sovrintendenza. Credo che la foto della piazza possa essere più eloquente di qualsiasi descrizioneSi allegano foto  POST  e PRE intervento.Consigliere proc. della VUS S.p.A Angelo MarianiPRIMA DELL'INTERVENTO

Le soffitte di SOL

 HISTOIRE D'HOMMES-prima italiana al Festival dei Due Mondi di Spoleto FOTOGALLERY E VIDEO

“Nel mezzo,nel giusto mezzo,c'è il bello,c'è l’equilibrio…” Ma nelle parole appassionate,ironiche,malinconiche e comiche,una donna ripercorre storie con uomini che mai hanno avuto questa qualità ,l’equilibrio. Bello ed intenso “HISTOIRE D’HOMMES” di Xavier Durringer, grande interpretazione dell’attrice Judith Magre.E le note del contrabbasso si insinuano come attimi di memoria fugace. Nei particolari di ogni incontro si svela solo qualche briciola del grande mistero del piacersi,dell’amarsi….del capirsi. Questa donna racconta e dipinge stanze ,momenti,oggetti,la città e tutto quello che fa da palcoscenico al suo  vivere una storia con un uomo,e tutto acquista il sapore delle sue emozioni del momento. E rimangono le note di una canzone rauca e sensuale,sulla solitudine che si rivela il collante tra i ricordi e i sentimenti…   C.A.     HISTOIRE D'HOMMES       "Una divertente, dissacrante e profonda emozione. Judith Magre presta la sua voce profonda, calda, sensuale, misteriosa ed il suo corpo felino a una pleiade di donne con cui la vita non è stata generosa. Come piccoli ritratti appena accennati, queste storie raccontano e richiamano la difficoltà di amare e di essere amati."Ho incontrato per la prima volta Judith Magre in una brasserie di provincia ed immediatamente il suo sguardo, il suono della sua voce, la sua incantevole intelligenza, i suoi modi divertenti e spiritosi, mi hanno turbato.Ho subito provato il desiderio di scrivere per lei, ascoltare la sua voce, speciale come quella di una cantante d’opera. Ho sognato, immaginato, ho costruito un mosaico di storie, un gioco, intorno a lei.Histoire d’hommes tratta di donne che parlano di uomini, una combinazione di storie, sentimenti, piccole canzoni. Parla dell’amore inteso in tutte le sue sfumature.E quando l’amore svanisce restano grandi spazi di solitudine dove lei vaga, tra memorie e ricordi di storie che sono come schegge, frammenti.E gli uomini appaiono e scompaiono, fantasmi reali."Xavier Durringer   FOTOGALLERY     di Xavier Durringerregia Michel Didymcon Judith Magree Mauricio Romero, contrabbassomusica Philippe Thibaultluci Paul Beaureillesproduzione ATC Productions       Caio Melissomartedì 01 luglio - 19:00mercoledì 02 luglio - 19:00 Biglietti:Platea/Palchi Platea €33 - Ridotto 20% €26 Ridotto 30% €22I/II Ordine Palchi €22 - Ridotto 20% €17 Ridotto 30% €15Loggione €16,50 - Ridotto 20% €13 Ridotto 30% €11           

Le soffitte di SOL

CUB E COBAS : DAGLI OMICIDI SUL LAVORO ALLA RICHIESTA DEL RISARCIMENTO  ALLE VITTIME

  La tragica morte sul lavoro di quattro operai nel novembre 2006 alla Umbria Olii ha avuto in questi ultimi giorni uno sviluppo paradossale ed emblematico insieme: l’amministratore delegato della società, Giorgio Del Papa, ha richiesto all’unico operaio superstite ed ai familiari degli operai deceduti un risarcimento di 35 milioni di euro.   Come sindacati di base riteniamo che agli evidenti limiti di una legislazione sulla sicurezza, che attribuisce al solo datore di lavoro la valutazione del rischio, si aggiungono modelli e processi produttivi che, tramite esternalizzazioni, precarizzazioni, ricorso ai lavoratori migranti, detassazione degli straordinari, amplificano l’esposizione dei lavoratori all’insicurezza.   L’attuale organizzazione del lavoro caratterizzata, soprattutto in Umbria, da aziende di piccole dimensione, alto turnover delle ditte appaltanti, difficoltà a far fronte ai costi legati alla sicurezza comporta un oggettivo aumento del rischio sul lavoro, così come dimostra l’alto numero di incidenti sul lavoro che caratterizza la nostra regione. Questo viene addirittura incrementato dall’aumento di ritmi e tempi di lavoro grazie alla legge che detassa gli straordinari, prevista dal governo Prodi ed approvata dal governo Berlusconi.   A fronte di questi processi oggettivi, della conseguente riduzione del diritto alla sicurezza e del diritto alla salute a livello del singolo comportamento individuale e della completa destrutturazione delle responsabilità organizzative delle imprese non colpiscono il cinismo e l’infamia  estrema alla quale si può arrivare nel caso della Umbria Olii: aldilà degli improbabili effetti legali di questa assurda richiesta di risarcimento, quanto fatto dalla Umbria Olii ben documenta l’aggressività che anima la classe padronale oggi e l’impunità di cui ritiene di godere grazie all’appoggio di governi e sindacati concertativi.   I sindacati di base invitano i lavoratori e le lavoratrici ad organizzarsi per fare fronte allo sfruttamento, all’impoverimento ed all’aumento dei rischi nei luoghi di lavoro.       cobaspg@libero.it (3336121225 - 3402544131 - 3384611681)    

Le soffitte di SOL

PREVISIONI DEL TEMPO

Avviso: bel tempo e qualche nube nel pomeriggio.  previsione per mercoledì 2 luglio 2008 Giornata serena, qualche nube nel pomeriggio per l'innalzamento del calore. Temperatura stazionaria. Venti deboli da ovest.  Luigi    Colombi

Le soffitte di SOL

MORTI SUL LAVORO - LA DESTRUTTURAZIONE DELLE RESPONSABILITA' DELLE IMPRESE  I Sindacati di Base Umbri sulla richiesta di risarcimento dell'Umbra Olii SpA

La tragica morte sul lavoro di quattro operai nel novembre 2006 alla Umbria Olii ha avuto in questi ultimi giorni uno sviluppo paradossale ed emblematico insieme: l’amministratore delegato della società, Giorgio Del Papa, ha richiesto all’unico operaio superstite ed ai familiari degli operai deceduti un risarcimento di 35 milioni di euro.   Come sindacati di base riteniamo che agli evidenti limiti di una legislazione sulla sicurezza, che attribuisce al solo datore di lavoro la valutazione del rischio, si aggiungono modelli e processi produttivi che, tramite esternalizzazioni, precarizzazioni, ricorso ai lavoratori migranti, detassazione degli straordinari, amplificano l’esposizione dei lavoratori all’insicurezza.  L’attuale organizzazione del lavoro caratterizzata, soprattutto in Umbria, da aziende di piccole dimensione, alto turnover delle ditte appaltanti, difficoltà a far fronte ai costi legati alla sicurezza comporta un oggettivo aumento del rischio sul lavoro, così come dimostra l’alto numero di incidenti sul lavoro che caratterizza la nostra regione. Questo viene addirittura incrementato dall’aumento di ritmi e tempi di lavoro grazie alla legge che detassa gli straordinari, prevista dal governo Prodi ed approvata dal governo Berlusconi. A fronte di questi processi oggettivi, della conseguente riduzione del diritto alla sicurezza e del diritto alla salute a livello del singolo comportamento individuale e della completa destrutturazione delle responsabilità organizzative delle imprese non colpiscono il cinismo al quale si può arrivare nel caso della Umbria Olii: aldilà degli improbabili effetti legali di questa assurda richiesta di risarcimento, quanto fatto dalla Umbria Olii ben documenta l’aggressività che anima la classe padronale oggi e l’impunità di cui ritiene di godere grazie all’appoggio di governi e sindacati concertativi.  I sindacati di base invitano i lavoratori e le lavoratrici ad organizzarsi per fare fronte allo sfruttamento, all’impoverimento ed all’aumento dei rischi nei luoghi di lavoro.    

Le soffitte di SOL

LE PRIORITA' SULLA TUTELA DELLA VITA DAL CONCEPIMENTO ALLA MORTE NATURALE Consegnata a Silvio Berlusconi la lettera aperta di Scienza & Vita

Una "Lettera aperta" dal titolo "Le priorità sulla tutela della vita dal concepimento alla morte naturale" è stata consegnata ieri al Governo dall'Associazione Scienza & Vita. Ad affidarla nelle mani del Premier Silvio Berlusconi, per il tramite del Sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, sono stati i copresidenti dell'Associazione, Maria Luisa Di Pietro e Bruno Dallapiccola. Della delegazione faceva parte anche il portavoce Domenico Delle Foglie. Nei prossimi giorni la "Lettera aperta" sarà recapitata anche a Walter Veltroni, in rappresentanza del "governo ombra", e a tutti i parlamentari. Il documento che è consultabile integralmente sul sito dell'Associazione (www.scienzaevita.org) affronta tutti i temi "sensibili" che sono oggetto del dibattito pubblico: ricostruzione, anche attraverso il contributo del governo italiano, della minoranza europea di blocco contro la sperimentazione sugli embrioni umani; sostegno alla ricerca sulle staminali adulte; ritiro delle Linee-guida della Legge 40 emanate dal governo Prodi e loro riscrittura; prevenzione dell'aborto e riflessione sulle ambiguità della Legge 194; pausa di riflessione sull'introduzione della pillola Ru486; tutela del diritto alla libertà di coscienza dei sanitari; valorizzazione della possibilità di scelta del paziente all'interno del sistema sanitario integrato (pubblico, privato profit e privato no profit); finanziamento e sostegno della ricerca sulle malattie rare; conoscenza delle tematiche genetiche e regolazione dell'accesso ai test genetici; estensione delle cure palliative e realizzazione di una rete nazionale di strutture di accoglienza per malati in fase terminale o in stato vegetativo. Su questi dieci punti l'Associazione Scienza & Vita ritiene sia necessario aprire un sereno dibattito pubblico, nell'ottica della salvaguardia della vita umana, dal concepimento alla morte naturale.

[ 1 ] pagina 2 di 3294 [ 3 ] [ 4 ] [ 5 ] [ 6 ] [ 7 ] ... [ 3294 ]
Ferramenta Bonfè
Lavanderia La Perfetta
Supermercati della convenienza offerte speciali
Pizzeria Mr Cicci
Bonifica Umbra
Ristorante La Pecchiarda
Lavanderia La Perfetta
Stile Creazioni
Performat Salute Spoleto
Aldo Moretti S.r.l.
Bar Moriconi
De.Car. Elettronica
Perugia Online
Sicaf Spoleto
Principe
Bar Kiss
TWX Evolution
Associazione Cristian Panetto
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'