Spoletonline
Edizione del 18 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 19:18:42
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Agenzia Bonifazi Immobiliare Spoleto
Spoletonline
Adcomm
cerca nel sito
Spoleto Cinema al Centro
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Fondazione Giulio Loreti
The Friends Pub
Libreria Aurora
Civico 53
TWX Evolution
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Pc Work
Parafarmacia Serra
Aldo Moretti S.r.l.
Lavanderia La Perfetta Self
Mrs Sporty
Ristorante Albergo LE CASALINE
Centro Dentistico Cristina Santi
Agriturismo Colle del Capitano
Vus Com
Le soffitte di SOL

MATTEO FILIPPI RISCRIVE Ed è sicuro che il Festival tornerà ad essere più nostro

Vi riscrivo perchè ho visto che l'articolo del sign. Luca Ricci di domenica di critica alle bande ha acceso un interessante dibattito tra la mia "collega" Federica Conti e Ricci stesso. Ieri quando avevo letto l'articolo mi ero, lo ammetto, un pò "inferocito" su come noi bandisti venivamo trattati, e oggi dopo la mia e -mail sono contento che anche Federica si sia unita a me nella difesa di una realtà, quella della banda, molto più che nazional-popolare!! e per questo la ringrazio e saluto con affetto e come lei altre persone che oggi mi hanno ringraziato anche "ufficiosamente" sulla difesa della manifestazione di sabato.Per quanto riguarda il sign. Ricci, rispetto le sue idee, pur non condividendole nel merito; concordo che il Festival debba tornare a essere internazionale, è vero, ma ci ricorderemo che proprio gli anni più "cosmopoliti" del festival erano anche quelli più amati da noi spoletini  perchè più coinvolti...e poi tra i concerti che più sono rimasti impressi tra i nostri concittadini sono quelli della Banda della Guardia di Finanza e della Polizia. (ma come le bande, si quelle militari, ma al festival?)Beh la chiudo qui, mi scuso del disturbo e ringrazio ancora il Comune per l'idea di averci coinvolto nel Festival che son sicuro sta tornando ad essere più nostro (di Spoleto) e più aperto al mondo, verso ogni buona espressione culturale. Viva le bande e viva il sempre il Festival Cordiali saluti a Federica, Luca e Spoletonline, Matteo Filippi 

Le soffitte di SOL

ANCORA UNA SETTIMANA PER RICHIEDERE DI PRESTARE SERVIZIO CIVILE PRESSO LEGAMBIENTE Il bando è rivolto a ragazzi e ragazze di età compresa fra i 18 e i 28 anni

Un progetto di servizio civile rivolto a 6 ragazzi e ragazze tra i 18 e i 28 anni. Un anno di volontariato sociale all'interno della nostra associazione. Un'esperienza formativa e stimolante che ti permetterà di collaborare ad iniziative di sensibilizzazione ed informazione dei cittadini in merito alle emergenze ambientali di maggior rilievo nella nostra regione e a quelle globali, di seguirele vertenze e le iniziative ambientali nel nostro territorio, di coinvolgere i cittadini (bambini, giovani e adulti) in azioni di tutela ambientale e iniziative di volontariato, di contribuire alla tua formazione civica, sociale e mediante l'acquisizione di conoscenze teoriche, competenze ed esperienze professionali ed umane significative.     L'esperienza ha la durata di 1 anno con un impegno di 30 h settimanali. I volontari riceveranno un trattamento economico pari a 433 € mensili netti. Se sei interessato/a non perdere altro tempo! La presentazione della domanda scade il 7 luglio 2008 alle ore 14.Il Progetto può essere visionato sul sito www.arciserviziocivile.it   per informazioni chiama il nostro ufficio 0755721021 o scrivi una e-mail a mailto:schole@schole.it

Le soffitte di SOL

UMBRIA OLII: GOZI (PD) SULLA RICHIESTA DI RISARCIMENTO DANNI "Mai vista cosa più disgustosa e ributtante"

In merito alla vicenda di Umbria Olii ed alla richiesta di mega risarcimento fatta dall'azienda dei confronti dei parenti delle vittime, devo confessare che mai nella mia intera vita avevo visto qualcosa di più disgustoso o ributtante. Non voglio interferire nella vicenda giudiziaria od esprimere giudizi su eventuali responsabilità o errori. Ma mi aspetto da tutti, e in primo luogo dai responsabili dell'azienda e da chi li consiglia legalmente, un elementare rispetto per la dignità delle vittime stesse e dei loro familiari, per la dignità del lavoro e per quella di tutti i lavoratori.Tutta la mia comprensione ed il mio sostegno ai familiari delle vittime, ai loro conoscenti ed ai compagni di lavoro, anche nei modi e nelle forme che loro volessero eventualmente ritenere necessari.

Le soffitte di SOL

CONTINUA IL CONFRONTO FRA... BANDE Di nuovo Federica Conti per Luca Ricci

Rispondo a Luca Ricci :Sono felice che lei riesca ad esprimersi come noi facendo musica anche se evidentemente noi siamo piu' " terra terra " e " nazional popolari" di lei. Le ricordo che oramai da anni il Festival non e' piu' degli spoletini "comuni" ma solo di chi puo' permettersi di spendere per gli spettacoli,non c'e' piu' da anni un Festival che coinvolga tutta Spoleto . Ci si ricorda del "popolo" alla fine e si commissiona uno spettacolo pirotecnico . Non tutti siamo cosi' elevati culturalmente da capire gli spettacoli proposti a volte nei teatri, alla gente comune piace anche rilassarsi ascoltando qualcosa di magari meno elevato ma sicuramente piu' allegro di tante tiritere a volte incomprensibili , si credeva di fare cosa gradita portando un po' di allegria per le strade...sa, anche noi "musicanti" poco europei e per nulla internazionali siamo stati per una volta felici di poterci esibire nella fase iniziale di un evento comeil Festival dei due mondi, anche perche' si possono contare sulle dita di una mano i musicisti spoletini che hanno potuto negli anni farsi sentire durante il Festival. Non credo che l'amministrazione comunale si sia sparata come dice lei nelle parti basse facendo suonare le bande...e non credo che sarebbe stato per noi edificante farci suonare nel "ghetto"...Ma a lei non sarebbe piaciuto venire a suonare la grancassa in Piazza duomo ? Perche' ha dovuto differenziare cosi' tra musica popolare e musica elevata...non e' tutta arte ? Non e' tutta musica ? Crede che la cosa abbia dato fastidio agli ospiti altolocati presenti a Spoleto ? Beh, peggio per loro, e peggio per chi ghettizza l'arte non riuscendo a distinguere tra un valore aggiunto ed un autogoal!

Le soffitte di SOL

MAURIZIO LUCIANI E' FUORI DAL CORO La Tre Valli non vedrà mai la luce

Da Presidente dell'Associazione A.M.U. ed ancor più da responsabile cittadino dei Popolari Liberali PDL, continuo a pensarla   "fuori dal coro" sulla necessità del completamento della Tre Valli con uscita su Acquasparta, progetto che probabilmente non vedrà mai la luce, in quanto non accolto benevolmente dai perugini e dai ternani. Credo che ridisegnare una viabilità importante per il terzo millennio sia un dovere di chi  è chiamato ad amministrare una collettività, sia essa piccola media o regionale, ma non pensare che per raggiungere certi obiettivi e risultati occorre la sinergia e la condivisione dei popoli interessati al progetto è una miope e insignificante proposizione.Spoleto ha ancora bisogno di essere portata fuori da una emarginazione ed un isolamento forze voluto da Perugia e dintorni, ma ha anche l'obbligo di tutelare i propri  interessi e quindi valutare costi e benefici di certe scelte. Allora perchè non migliorare i rapporti con  la vicina Terni per realizzare l'AMMODERNAMENTO DELLA SS.3 FLAMINIA, a 4 corsie naturalmente ed abbandonare la soluzione tre valli su Acquasparta a due corsie??? Ho gia avuto modo di esternare questa proposta all'ultima riunione del City Forum, venerdi scorso e devo dire che non sono il solo a dubitare sulla valenza del progetto Tre Valli, che bypasserebbe completamente la città di Terni, uscendo in prossimità di Narni e non porterebbe alcun miglioramento all'economia spoletina.Un accordo forte con la città di Terni, la Provincia di Terni, la Camera di Commercio di Terni, le altre Istituzioni ternane, l'Azienda Ospedaliera e Università di Terni cambierebbe i rapporti di forza per toglierci dall'isolamento ed ampliare scambi commerciali, culturali e turistici. ALTERNATIVA MODERATA UMBRIALibera Associazione Politico-CulturaleIl Presidente Maurizio LUCIANI  

Le soffitte di SOL

CONSIGLIO COMUNALE DEL 2 LUGLIO Aggiunto un nuovo argomento all'ordine del giorno: "Bilancio Sociale del Comune di Spoleto anno 2007"

Ai sensi e per gli effetti di quanto previsto dagli artt. 39 e 40 del vigente Regolamento dei lavori del Consiglio comunale, approvato con atto consiliare n. 55/'01, comunico che all'ordine del giorno della riunione consiliare del 2 luglio 2008, già trasmesso alle SS.LL. con nota prot. 83 del 24 giugno u.s., è aggiunto il seguente argomento: Relatori Presidenti Commissioni Consiliari I e Statuto e Regolamenti Direzione DOC – Dirigente Dott. V. Russo § Bilancio Sociale del Comune di Spoleto anno 2007. La pratica relativa all'argomento di cui sopra, esaminata dalle competenti Commissioni consiliari, è depositata presso la Segreteria comunale e può essere consultata nelle ore d'ufficio a norma dell'art. 45 del vigente Regolamento.

Le soffitte di SOL

IL FESTIVAL DI MERCOLEDI PROSSIMO Programma molto ricco: Giovanni Maria Vian legge il Quarto Vangelo  

E' sempre musica al Chiostro di San Nicolò. I Concerti di Musica da Camera sono oggi dedicati a Maurice Ravel con la sua “Sonata per violino e pianoforte”. Al violino Marco Rizzi, al pianoforte Andrea Lucchesini, al violoncello Mario Brunello. Alle 19.00 alla basilica di Sant'Eufemia quarta e ultima serata dedicata ai Vangeli. Lo studioso di storia della Chiesa Giovanni Maria Vian legge il Vangelo di Giovanni. Alle 21.30. Ultimo appuntamento all'Auditorium per i ragazzi con “Ho un drago nel sangue e cento lucciole nei piedi”. I più giovani hanno modo di sperimentare se stessi sotto il profilo teatrale con Letizia Quintavalla e Alessandro Nidi. Alle 17.00. Il teatro Caio Melisso ospita Judith Magre che presta la sua voce profonda, calda, sensuale, misteriosa ed il suo corpo felino a “Histoire d'hommes”, l'amore e tutti suoi contorni e i problemi legati ad esso. Alle 19.00. Fino al 13 luglio alla Sala Frau è di scena il cinema. Un'autentica Maratona cinematografica. Si parte alle 11 con “Il Mercante di Venezia” e si chiude alle 22.30 con “Traviata ‘53”. Per le vie di Spoleto fino al 12 luglio è possibile incontrare la banda del “Caffè Concerto Strauss”, in vari luoghi della città e in qualsiasi orario. Continua inoltre, sempre fino al 13 luglio, Voom Portraits a Palazzo Leti Sansi. Dalle 16.00 alle 22.00. Nella splendida cornice della Terrazza Frau, l'Associazione Italia India promuove arte, musica, fotografia, dibattiti, seminari interamente dedicati all'India. Fino al 13 luglio. Ed infine il piano nobile di Palazzo Collicola ospita la mostra degli scultori Pino Pascali e Leoncillo Leonardi. Fino al 5 ottobre.

Le soffitte di SOL

CONSIGLIO COMUNALE: NUOVA CONVOCAZIONE PER IL 3 LUGLIO All'ordine del giorno anche il 2° stralcio dell'area del nuovo mercato agroalimentare

E' stato convocato per giovedì 3 luglio (ore 16,45, palazzo municipale in piazza della Repubblica) il Consiglio comunale di Foligno. All'ordine del giorno, tra l'altro, la sistemazione del 2° stralcio dell'area del nuovo mercato agroalimentare, l'adozione del piano attuativo di iniziativa privata di un comparto classificato zona UC/ERM in via Santocchia, l'approvazione della perimetrazione del Programma Urbano Complesso Due. All'esame dell'assemblea il regolamento per l'inserimento e la concessione dell'integrazione della retta alberghiera in favore di persone disabili ospiti di strutture residenziali e semi residenziali pubbliche e private e il regolamento per l'affido familiare.

Le soffitte di SOL

LO STADIO DELLA QUINTANA SI PREPARA PER ACCOGLIERE RENZO ARBORE Grande attesa a Foligno

Lo stadio della Quintana ospiterà il concerto di Renzo Arbore e dell'Orchestra Italiana, in programma martedì 8 luglio alle 21, a Foligno, nell'ambito della rassegna “Estate in piazza”. “Le prevendite sono già iniziate nel circuito regionale – ha annunciato Andrea Cherubini, il presidente di Tmc la società che organizza la manifestazione con l'apporto del Comune, associazioni di categoria e Cassa di Risparmio di Foligno – e ci sono riscontri confortanti. E' un appuntamento di grande rilievo organizzato nel centro cittadino”. Nel corso della conferenza stampa di presentazione è intervenuto l'assessore alla cultura, Giovanni Carnevali. “Dopo l'ottimo avvio dell'estate folignate con Tiromancino, ora attendiamo il concerto di un artista come Renzo Arbore – ha detto l'assessore – ma accanto a questi appuntamenti ne sono stati programmati altri, di minor impatto mediatico, ma capaci di far affluire tanto pubblico nel centro storico”. Per Aldo Amoni, presidente della Confcommercio, il concerto deve rappresentare “una sfida e uno stimolo per i commercianti per tenere aperti i loro esercizi. Queste iniziative vogliono portare gente al centro ma i negozi sono restati spesso chiusi”. Nel corso dell'incontro è stato ricordato dal presidente dell'Ente Giostra della Quintana, Domenico Metelli, e dall'assessore Carnevali l'importanza della fruizione del “campo de li giochi” anche “per occasioni come queste”. Il prezzo dei biglietti: tribuna centrale numerata 45 euro (+ 4 di prevendita), tribuna laterale numerata 35 euro (+3 euro di prevendita), tribuna campo non numerata 25 euro (+3 di prevendita).

Le soffitte di SOL

OLTRE 3000 PRESENZE ALLA DUE GIORNI DI FEDERCACCIA Sempre più grande la festa di Castagnacupa

Ancora un clamoroso successo per la Federcaccia di Spoleto, con la VI edizione della Festa di Castagnacupa che si è conclusa proprio ieri sera. L'evento ha registrato oltre 3mila presenze fra sabato e domenica, accreditandosi oramai come il principale momento di aggregazione non solo per i cacciatori spoletini, ma anche per i colleghi di tutta l'Umbria. Tiro alla sagoma, tiro al piattello, cinofilia, premi culinari e in oggettistica: fra sabato e domenica il piccolo e caratteristico paesino fra Crocemaroggia e Montebibico ha ospitato i migliori allevatori e garisti della regione, tiratori e armaioli. Presente all'evento, oltre al presidentissimo Luciano Calabresi che ha incassato con gioia l'ennesimo punto a proprio favore, anche il presidente di Federcaccia Umbra Franco Di Marco e Antonio Pinotti, già assessore regionale alla Caccia, attualmente presidente del Club della Palomba nonché organizzatore di Zefiro, l'evento che – prendendo spunto dalla brezza portatrice di ricchezza – apre la caccia al mondo, alla società e soprattutto ai giovani. E ancora: premiazioni, riconoscimenti ad emeriti cacciatori fra i quali spicca il grande Teodoro Laurenti, cultore storico dell'arte venatoria nonché scrittore di numerosi trattati su colombaccio, beccaccia e altri selvatici nobili. “Voglio qui ringraziare tutti i partecipanti e gli amici – dichiara raggiante il presidente Calabresi –che si sono impegnati gratuitamente nella realizzazione della festa. Le otre 3mila persone che ci sono venute a trovare anche quest'anno sono il giusto riconoscimento di una formula che reputiamo vincente, poiché genuina sotto tutti i suoi aspetti”.

Le soffitte di SOL

NUOTO: TRE CAMPIONI ITALIANI AL MEETING DI SPOLETO La VII edizione dal 4 al 6 luglio

Ci saranno tre campioni italiani tra gli atleti protagonisti della VII edizione del Meeting Nazionale di Nuoto Città di Spoleto che si svolgerà venerdì 4, sabato 5 e domenica 6 luglio all'impianto natatorio “F. Pallucchi” di Piazza d'Armi. Appuntamento di prestigio nazionale, il meeting, a differenza delle scorse edizioni, si svolge questo anno in tre giornate perché sono state inserite ulteriori gare, come i 1500 sl, gli 800 sl e i 400 misti, così da completare l'intero programma olimpico. Saranno più di mille gli atleti e oltre 40 le squadre, provenienti da ogni parte d'Italia, che parteciperanno alla manifestazione sportiva organizzata dallo Spoleto Nuoto con il patrocinio della Regione dell'Umbria e del Comune di Spoleto. Spiccano tra gli atleti in gara i nomi di Damiano Lestingi, campione italiano assoluto nei 200 dorso, nonché campione europeo e mondiale categoria junior, nuotatore scelto per rappresentare l'Italia ai prossimi giochi olimpici di Pechino; Paolo Villa, campione italiano assoluto nei 200 farfalla, terzo agli ultimi europei di Manchester e componente della staffetta 200sl ai prossimi Giochi Olimpici insieme a Magnini, Lestingi e Terrin; Giorgia Gramillano, campionessa italiana assoluti 200 misti e Michele Santucci, terzo ai campionati italiani 100sl e campione europeo e mondiale junior anche lui partecipante alle prossime olimpiadi come staffettista con Magnini, Calvi e Galenda nei 100sl.

Le soffitte di SOL

NOI SEMO NOI Giorgio Mariottini a proposito di bande

Matteo Filippi ci ha azzeccato: la Banda musicale, sotto la stessa passione, tutti a buttacce tempo, studio, sicuri, nella diversità di vedute, di fare arte, storia, intrattenimento, DIVERTENDOSI e divertendo le piazze. La grande complicità tra bandaioli c'è sempre stata, sempre pronti all'ilarità, sempre con una forma di compiacimento, come a ricordare: 'NOI SEMO NOI'ma senza puzza sotto il naso, nonostante che spesso siano grandi esecutori. La Banda, più generazioni che usano il talento, la passione, per comunicare, tra loro,con il pubblico, con quelle giornate di musica e di festa. Imparassero a campà i gruppi musicali, dalle bande di paese.

Le soffitte di SOL

LUCA RICCI RISPONDE A FEDERICA CONTI SULLE BANDE MUSICALI

Io ho suonato  la grancassa in una banda musicale amo la musica dai ritmi tribali alle sinfonie di Beethoven ai canti gregoriani alla musica reggae e suono una decina di strumenti diversi .La mia missiva non criticava assolutamente il valore educativo, culturale ed aggregante del rispettabilissimo far musica insieme. La mia critica era rivolta a chi aveva deciso la collocazione temporale dell'evento : la totale intempestività della scelta (?). Inserire una manifestazione nazional popolare nella fase iniziale di un evento come il Festival dei due Mondi di Spoleto, che vuole recuperare un respiro internazionale, ormai da tempo perduto, è paragonabile a quel tipo che per non mettere incinta la moglie si spara sui cosiddetti. Con rispetto e amore per la musica di voi tutti, Vi saluto cordialmente

Le soffitte di SOL

BOXING CLUB DIEGO BARTOLINI - ALESSANDRO FELICE BATTE TOTT Cuore e tenacia per penetrare la lunga guardia destra del magiaro

Il giovanissimo talento del Boxing Club ha sconfitto l’esperto ungherese Tott. Alessandro Felice ha compiuto un’altra piccola-grande impresa. Sabato scorso, sul ring di piazza San Francesco a San Gemini, davanti al presidente nazionale della Federazione pugilistica italiana Franco Falcinelli e al presidente del Coni regionale Valentino Conti, il 16enne cadetto del Boxing Club Diego Bartolini ha sconfitto a pieno merito, con un match di cuore e sostanza, il ben più esperto ungherese Laslzo Tott, 17 anni, 37 incontri soltanto con la propria nazionale, per non parlare di tutti gli altri disputati in precedenza. Felice, alla sua 12ma apparizione in appena un anno di attività, si è trovato di fronte quello che si profila come il più promettente 70 chilogrammi di tutta l’Ungheria, longilineo ed estremamente tecnico, che ha già preso parte alle selezioni olimpioniche nel suo Paese.L’incontro è andato in scena in occasione dell’evento internazionale Italia-Ungheria per club, organizzato a San Gemini dalla Drago Boxing di Nello Sabbati, affiancato dall’ottimo Massimo Morozzi.Davanti ad una platea di lusso – presenti in piazza, oltre al presidente nazionale Fpi e a quello regionale del Coni, anche il rappresentante degli arbitri italiani Minutoli e il sindaco di San Gemini Paci – Alessandro ha offerto una prova a tratti spettacolare, preceduta da un primo round di studio a dimostrazione che il giovanissimo spoletino, pur se ancora molto inesperto, possiede già una buona dose di equilibrio. Il magiaro, mancino e molto mobile sul tronco, cercava di tenere a distanza l’avversario con dei jab e dei diretti ben portati ma privi di grande forza. Felice, al contrario, nella seconda e terza ripresa è andato sempre all’attacco, rinunciando alla sua “solita”  boxe tecnica e lineare e dedicandosi alla demolizione dell’avversario, con dei ganci e dei montanti che hanno più volte fatto male a Tott, il quale ha tuttavia reagito sempre da par suo uscendo e colpendo di rimessa. Alla fine il verdetto ha premiato il coraggio e il maggior numero di colpi messi a segno da Alessandro, che pone così una prima, importante pietra miliare lungo il cammino della sua ancor giovane carriera. “E’ un ragazzo che combatte da un anno – spiega il tecnico Valentino Giacomelli – se avesse boxato come sempre, con tecnica e linearità, non ce l’avrebbe potuta mai fare contro un avversario estremamente più esperto di lui. A volte occorre picchiare, non basta portare i colpi”.E proprio qui sta una delle regole della nobile arte.  

Le soffitte di SOL

CONFERENZA STAMPA CON JUDITH MAGRE,L'ATTRICE CHE INTERPRETERA' -HISTOIRE D'HOMMES-

JUDITH  MAGRE  è affascinante (come potrebbe non esserlo una donna che ha vinto tre volte il premio Molière ???),spiritosa e avvolgente. Ha risposto alle domande dei giornalisti disegnando il suo rapporto con il teatro,il piacere di essere di nuovo a Spoleto,dopo esserci stata altre due volte,specificando che lei interpreta un personaggio a cui regala sue sfumature,ma non è la donna del testo. L’autore,Xavier Durringer,le ha dato il testo,non inviandolo tutto,ma a pezzi,ogni giorno una parte,fino alla risoluzione del tutto. Ci sono tutte le premesse per uno spettacolo che lascerà il segno ,sia come scrittura  ,che come interpretazione registica,e naturalmente come prova d’attrice (è sola in scena con un musicista che suona il contrabasso). La musica “ ammobilia”il testo e l’azione scenica,costruendo  un effetto sulla falsariga di Satie.     TEATRO CAIO MELISSO martedì 01 luglio - 19:00mercoledì 02 luglio - 19:00 Biglietti:Platea/Palchi Platea €33 - Ridotto 20% €26 Ridotto 30% €22I/II Ordine Palchi €22 - Ridotto 20% €17 Ridotto 30% €15Loggione €16,50 - Ridotto 20% €13 Ridotto 30% €11           Histoire d’hommes   prima italiana di Xavier Durringerregia Michel Didymcon Judith Magree Mauricio Romero, contrabbassomusica Philippe Thibaultluci Paul Beaureillesproduzione ATC Productions Judith Magre presta la sua voce profonda, calda, sensuale, misteriosa ed il suo corpo felino a una pleiade di donne con cui la vita non è stata generosa. Come piccoli ritratti appena accennati, queste storie raccontano e richiamano la difficoltà di amare e di essere amati. "Ho incontrato per la prima volta Judith Magre in una brasserie di provincia ed immediatamente il suo sguardo, il suono della sua voce, la sua incantevole intelligenza, i suoi modi divertenti e spiritosi, mi hanno turbato.Ho subito provato il desiderio di scrivere per lei, ascoltare la sua voce, speciale come quella di una cantante d’opera. Ho sognato, immaginato, ho costruito un mosaico di storie, un gioco, intorno a lei.Histoire d’hommes tratta di donne che parlano di uomini, una combinazione di storie, sentimenti, piccole canzoni. Parla dell’amore inteso in tutte le sue sfumature.E quando l’amore svanisce restano grandi spazi di solitudine dove lei vaga, tra memorie e ricordi di storie che sono come schegge, frammenti.E gli uomini appaiono e scompaiono, fantasmi reali."Xavier Durringer   FOTOGALLERY   

[ 1 ] [ 2 ] [ 3 ] [ 4 ] pagina 5 di 3294 [ 6 ] [ 7 ] [ 8 ] [ 9 ] [ 10 ] ... [ 3294 ]
Principe
Ristorante La Pecchiarda
Lavanderia La Perfetta
De.Car. Elettronica
Bar Moriconi
Perugia Online
Lavanderia La Perfetta
Aldo Moretti S.r.l.
Performat Salute Spoleto
Bonifica Umbra
Stile Creazioni
Associazione Cristian Panetto
TWX Evolution
Sicaf Spoleto
Supermercati della convenienza offerte speciali
Spoleto Cinema al Centro
Ferramenta Bonfè
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Pizzeria Mr Cicci
Bar Kiss