Spoletonline
Edizione del 24 Settembre 2017, ultimo aggiornamento alle 11:57:17
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Agenzia Bonifazi Immobiliare Spoleto
Spoletonline
Punto Salute Foligno
cerca nel sito
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Centro Dentistico Cristina Santi
Ristorante Albergo LE CASALINE
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Mrs Sporty
Spoleto Cinema al Centro
Libreria Aurora
Ristorante Pecchiarda
TWX Evolution
Fondazione Giulio Loreti
Vus Com
The Friends Pub
Primi d'Italia
Lavanderia La Perfetta Self
Parafarmacia Serra
Studio Veterinario Antolini-Roccato
Pc Work
Civico 53
Agriturismo Colle del Capitano
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Aldo Moretti S.r.l.
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Stampa articolo

Società, 08 Settembre 2017 alle 13:08:57

Don Matteo 11 a Spoleto: per la prima volta ciak all’interno della mobilità alternativa

Prosegue la lavorazione del secondo blocco di riprese: atteso l'arrivo di Carlo Conti [Commenti]

Prosegue la lavorazione del secondo blocco di riprese della 11a stagione di Don Matteo, la celebre fiction Rai con Terence Hill e Nino Frassica che ha scelto per la terza volta consecutiva come location principale Spoleto. Il piano di lavorazione, che si protrarrà fino al 7 ottobre, presenta, oltre al set principale di piazza Duomo,


anche altri luoghi e monumenti importanti della città. Sabato è prevista una giornata di esterni a piazza Collicola e di interni nelle sale di Palazzo Collicola Arti Visive, il museo di arte contemporanea della città. 


Sempre in settimana sono in programma due location inedite. Si girerà infatti al terminal Le Mattonelle, lungo la pista ciclabile Spoleto-Assisi. Ma la vera novità saranno le riprese all’interno del percorso meccanizzato della Posterna, che collega l’omonimo parcheggio con il centro storico della città. Sarà la prima volta che la troupe di Don Matteo girerà all’interno del sistema di mobilità alternativa di Spoleto. I ciak sono previsti lunedì 11 o martedì 12 settembre, in base alle condizioni del tempo. Durante la lavorazione i percorsi saranno regolarmente fruibili al pubblico e l’accesso delle auto sarà regolato dagli addetti alla mobilità.


Altra curiosità di questo blocco di riprese, la cui regia è affidata a Raffaele Androsiglio, la presenza a Spoleto del celebre conduttore Carlo Conti che parteciperà alla fiction in un ruolo cameo nella parte di se stesso. Il terzo blocco di riprese è in programma nel periodo di novembre-dicembre, ma le date esatte sono ancora da definire. L’accordo per la terza stagione di Don Matteo a Spoleto è stato raggiunto tra Lux Vide, Regione Umbria, Comune di Spoleto e Associazione albergatori ConSpoleto che, insieme a Confcommercio, fornisce il supporto logistico ed organizzativo alla produzione.


La decima stagione di Don Matteo, la seconda consecutiva con location Spoleto, è stata girata nel giugno-luglio del 2015. Le riprese sono proseguite nel settembre e nell’ottobre del 2015 e poi ancora nel gennaio-febbraio del 2016. La stagione è andata in onda da gennaio ad aprile 2016. La prima stagione di Don Matteo a Spoleto, è stata girata nel 2012.



Commenti (7)

Commento scritto da Roberto Quirino il 08 Settembre 2017 alle 14:44
Carlo Conti? Finalmente a Spoleto un vero maître à penser...!


Commento scritto da Jeronimo il 08 Settembre 2017 alle 23:13
Caro Roberto, ricordi l'identikit dello spoletino " verace" ? Lo scrisse più di cento anni fa il grande poeta dialettale Fernando Leonardi :

" So spulitinu, natu a Montaròne, magno sanguàcciu, sfrìzzuli e ppormòne" . Dopo cento anni gli spoletini si accontentano ancora di un piatto di porchetta. E Don Matteo ( che gran saga !) appare ai nostri ruspanti concittadini una specie di " grande evento " che da lustro alla città e porta considerazione, soldi, occupazione. E il regime al potere glielo fa credere prendendosi come al solito il merito di tutto ciò. Che pena ! , ma che gran pena ! Ma è possibile che gli spoletini di oggi siano ancora ( culturalmente e politicamente) a questo livello ?


Commento scritto da cittadino curioso il 09 Settembre 2017 alle 08:53
si alza sempre di più il livello culturale di Spoleto , e se ne vedono i risultati . Il museo "Palazzo Collicola Arti Visive" promuove visite guidate alle "location" di Don Matteo . la fondazione Monini ospita rassegne di arti figurative di artisti sconosciuti etc etc


Commento scritto da roberto il 09 Settembre 2017 alle 10:14
e che rottura!

non vi sta bene niente. Ma avete mai fatto il conto di quante migliaia di persone vengono a Spoleto grazie a Don Matteo? Migliaia di persone che significvano lavoro per alberghi bar, ristoranti pizzerie negozi del centro storico.

Migliaia di persone che pagano la tassa di soggiorno grazie alla quale si finanziano anche altre manifestazioni durante l'anno.

Fate un confronto tra quello che porta il Festival (evento di alta cultura) in rapporto ai costi e quello che porta don Matteo (evento di anticultura)

Sembrate la brutta copia di Bartali "l'è tutto sbagliato l'è tutto da rifare".

Avete notato quanti programmi Rai stanno parlando di Spoleto? Tre giorni alla vita in diretta, Rai arte con interviste al Prof. Toscano al direttore del museo d'arte moderna ed al suo predecessore.

Ho l'impressione che nemmeno ve ne siete accorti.

Non vi piace Don Matteo segnalate un alternativa che costi uguale e dia la stessa visibilità alla città altrimenti qualche volta evitate di fare i bastian contrari solo per scrivere qualcosa.





Commento scritto da Intruso il 09 Settembre 2017 alle 15:01
Caro Roberto, (delle ore 10.14), lasciali perdere. Dai precedenti commenti non ti è ancora chiaro che vogliono essere loro le "prime donne" del rinascimento culturale spoletino? Però non chiedergli cosa intendono fare e cosa hanno in mente. I segreti non si rivelano! Nemmeno ai concittadini e ai migliori amici. Altrimenti che segreti sono!?


Commento scritto da Roberto Quirino il 09 Settembre 2017 alle 22:16
Per carità, plaudo all'arrivo a Spoleto di sì nobile rappresentante dell'anti-cultura (la definizione non è mia). E sono anche molto contento che la presenza sua e di don Matteo porti tanti soldi.... Soltanto, mi piacerebbe se a Spoleto arrivasse e fosse bene accolto anche qualcun altro, non necessariamente rappresentante dell'alta cultura, ma della cultura tout court, per esempio Franco Arminio...


Commento scritto da mary il 10 Settembre 2017 alle 10:47
Ottimo, Roberto, hai risposto a tono a questi gufi...parlano di cultura, ma hanno mai letto un libro...?


Aggiungi un commento [+]
Lavanderia La Perfetta
Ferramenta Bonfè
Primi d'Italia
Associazione Cristian Panetto
Bar Kiss
Sicaf Spoleto
Aldo Moretti S.r.l.
Perugia Online
Lirico Sperimentale Carmen
Bonifica Umbra
Supermercati della convenienza offerte speciali
Lavanderia La Perfetta
Pizzeria Mr Cicci
Performat Salute Spoleto
Principe
Stile Creazioni
Bar Moriconi
Ristorante La Pecchiarda
Spoleto Cinema al Centro
TWX Evolution
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
De.Car. Elettronica