Spoletonline
Edizione del 24 Settembre 2017, ultimo aggiornamento alle 11:57:17
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Aldo Moretti S.r.l.
Spoletonline
Aldo Moretti S.r.l.
cerca nel sito
Parafarmacia Serra
TWX Evolution
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Fondazione Giulio Loreti
Pc Work
Studio Veterinario Antolini-Roccato
Libreria Aurora
The Friends Pub
Civico 53
Agriturismo Colle del Capitano
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Mrs Sporty
Lavanderia La Perfetta Self
Ristorante Albergo LE CASALINE
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Ristorante Pecchiarda
Primi d'Italia
Spoleto Cinema al Centro
Vus Com
Centro Dentistico Cristina Santi
Aldo Moretti S.r.l.
Stampa articolo

Società, 12 Settembre 2017 alle 16:34:57

Mezz'ora dopo la chiusura, si va sui luoghi della fiction di Don Matteo

L'appuntamento è per venerdì con partenza dalla Casa Romana [Commenti]

“Mezz’ora dopo la chiusura”, l’evento a cura di Sistema Museo, vi aspetta venerdì 15 settembre alle ore 19.00 con uno speciale trekking in città intitolato "Sui luoghi della fiction di Don Matteo". 


La visita guidata in città permetterà di scoprire i luoghi dove viene girata una delle fiction più seguite dagli italiani. Faranno da cornice all’itinerario la famosa Piazza Duomo, incantevole scenografia che con la sua spettacolare Cattedrale fa da sfondo a moltissime scene del set e la suggestiva vista sul Ponte delle Torri e sulla Rocca Albornoziana.


L’appuntamento è alle ore 19.00 alla Casa Romana (Via di Visiale). La serata prosegue con una degustazione di prodotti tipici della tradizione spoletina. L’evento vede la collaborazione del Con Spoleto - Consorzio Albergatori di Spoleto. È consigliata la prenotazione entro le 13:00 del venerdì scrivendo all'indirizzo di posta elettronica news.spoletomusei@sistemamuseo.it o chiamando il numero 0743.46434.


 


 



Commenti (10)

Commento scritto da Roberto Quirino il 12 Settembre 2017 alle 21:55
Ecco, appunto, ogni tanto non è male ricordare che quella lì, per esempio, non è la parrocchia di don Matteo, ma la Basilica di S. Eufemia....


Commento scritto da spoletino algido il 13 Settembre 2017 alle 00:26
Un turista mi ha chiesto lo scorso hanno dove si trova la piazza di don matteo, l'ho mandato a ponte bari. Manco Piazza Duomo è troppo, non è un nome diffice


Commento scritto da uffa il 13 Settembre 2017 alle 14:43
Avete ragione.

Che noia questi turisti analfabeti in questo VITALISSIMO regno di grandi saggi, noto in tutto il creato per le INNUMEREVOLI INIZIATIVE LOCALI, per il DINAMISMO di questi criticoni mai con le mani in mano e sempre pronti a fare cose NUOVE e INNOVATIVE e soprattutto SCOLPITE NELLA STORIA PER SEMPRE!!



Per garantirvi la sicurezza nella vostra torre d'avorio di Grande Cultura Provincialissima (d'altronde fuori da Spoleto non c'è niente si sa...), propongo di rialzare le mura urbiche e scavare un fossato con coccodrilli.

...e di costellare di specchi la città per potervi riguardare e gioire di COTANTA ESCLUSIVA SAGGEZZA...


Commento scritto da angy il 13 Settembre 2017 alle 17:25
spoletino algido, ci spieghi cosa hai scritto? Certe volte si leggono dei commenti più indecifrabili dell'arabo ! Ho solo capito che hai fatto un torto ad un povero turista....spero non capiti anche a te in vacanza !


Commento scritto da Roberto Quirino il 13 Settembre 2017 alle 23:32
Gentilissimo Uffa, perché non ve la finite voi di ostentare questa vostra superiorità di persone cui va bene il tutto e il niente, cioè in definitiva il nulla. Non c'è nessuna torre d'avorio, non c'è da scavare nessun fossato, né da specchiarsi in nessuna superficie riflettente, né da esercitare nessun tipo di saggezza, ma solo andare in giro per la città come chiunque altro, per Monteluco e il Giro dei Condotti, guardando luoghi e cose e ascoltando le persone di Spoleto e di fuori Spoleto. Che ci scommette che il sottoscritto, che si firma con nome e cognome, ama Spoleto e la conosce anche più di lei...?


Commento scritto da fabien il 14 Settembre 2017 alle 02:18
turisti de che.de panini e pizza...de sguaiatezze de bivacchi per le scale del comune o in piazza del mercato...puo' darsi che possa essere veicolo di micro economia addirittura limitata ad una parte della città,quindi parlando di evento bisognerebbe vedere costi e benefici... per il resto che possa essere considerato elemento di cultura...neanche da un punto di vista tecnico cinematografico....



Commento scritto da @ uffa il 14 Settembre 2017 alle 02:30
Oltre a consigliare di rinchiudersi a chi ha perplessità sulla valenza culturale ed economica di Don Matteo,dicci un po' quali sono le iniziative locali dinamiche e vitali e magari con un aggiunta di taglio culturale che hai proposto,realizzato o partecipato,così che gli stessi di fronta a cotanta vivace innovazione possano scendere dalle loro torri , tacere e bearsi di questo dinamico furore ...


Commento scritto da matteo il 14 Settembre 2017 alle 16:53
grande!!!@ uffa...tanto in questa città non gli stà bene mai niente!!!!!!!


Commento scritto da spoletino algido il 15 Settembre 2017 alle 00:04
Perché invece non pensare a far tornare gli spoletini in centro? Perché ormai, anche se come sempre in ritardo, anche in Umbria è arrivato quel fenomeno stile Venezia, Firenze, delle città luna park. In questi anni ho visto chiudere i bar in cui giovani si radunavano su ordine degli albergatori. Noi spoletini che volevamo bivaccare, giocare, godere delle vie, delle panchine, dei vicoli della città, loro i turisti che non volevano essere disturbati. Noi la città reale, i panni appesi, la birretta al chico mendez; loro la città di plastica.

Ebbene almeno quello era un turismo culturale. Fastidioso nel suo essere chic e nel privarci della città, ma almeno venivano a vedere la città. Questi vengono a vedere il set di don Matteo!

Almeno imparino il nome delle piazze dove viene girata la fiction. A me, chi chiede della "piazza di don matteo" lo mando a Ponte Bari. Disfattismo spoletino. Se non posso più andare con la chitarra in piazza duomo che mi arrestano, beh non l'avrete manco voi. tiè


Commento scritto da Roberto Quirino il 15 Settembre 2017 alle 23:15
Bravo Spoletino algido!!! Sono contrario agli pseudonimi, ma stavolta non me ne importa nulla e, da persona così arroccata nella mia torre d'Avorio e nella mia alta cultura, approvo tutta la sostanza di quello che scrivi. Qualche tempo fa sai cosa mi è successo? Stavo parlando con un'esercente spoletino quando ci si è avvicinato un turista che molto garbatamente ci ha chiesto dove fosse "la piazza".... ".... quale piazza? A Spoleto ce ne stonno quindici de piazze...", così gli ha risposto l'esercente spoletino. Che ne dici? Forse nemmeno questo va bene....! Il turista se n'è andato piuttosto seccato, senza profferire altra parola; l'ho raggiunto, gli ho porto le nostre scuse e gli ho chiesto di cosa avesse bisogno; doveva andare in piazza del Mercato. Cari concittadini, da un eccesso all'altro, dalla cultura alta alla sub cultura televisiva...non è che magari in mezzo c'è qualcos'altro?


Aggiungi un commento [+]
Lavanderia La Perfetta
De.Car. Elettronica
Spoleto Cinema al Centro
Sicaf Spoleto
Principe
Perugia Online
Lavanderia La Perfetta
TWX Evolution
Bar Kiss
Stile Creazioni
Pizzeria Mr Cicci
Associazione Cristian Panetto
Primi d'Italia
Bonifica Umbra
Supermercati della convenienza offerte speciali
Ristorante La Pecchiarda
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Aldo Moretti S.r.l.
Lirico Sperimentale Carmen
Bar Moriconi
Ferramenta Bonfè
Performat Salute Spoleto