Spoletonline
Edizione del 25 Marzo 2019, ultimo aggiornamento alle 11:04:24
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Unique e Social Sport
Spoletonline
Unique e Social Sport
cerca nel sito
Tuber experience - Campello
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Ristorante Albergo LE CASALINE
Vus Com
Pc Work
Fondazione Giulio Loreti
AROF Agenzia Funebre
Arte Infusa
Spoleto Cinema al Centro
Libreria Aurora
Ristorante Pecchiarda
Il Cerchio 5 x 1000
Ristorante Al Palazzaccio
Stampa articolo

Le soffitte di SOL, 14 Febbraio 2003 alle 18:00:00

ITALIA NOSTRA CHIEDE DI ARRESTARE IL DEGRADO DELLA EX CHIESA DI SAN MARCO

di Roberto Quirino
Presidente della sez.Spoleto di Italia Nostra


Nelle Osservazioni al Documento Preliminare del Piano Regolatore Generale, le associazioni ambientaliste spoletine e Città Nuova hanno rilevato come la valle a sud del Colle Sant’Elia abbia sostanzialmente conservato finora le sue caratteristiche paesaggistiche, nonostante il taglio della via Flaminia, la mole ingombrante di un edificio moderno e l’ala aggiunta al Convitto, ora INPDAP, negli anni Cinquanta del secolo scorso.


Sembra inoltre definitivamente, e fortunatamente, archiviata l’ipotesi della realizzazione di uno svincolo nei pressi della chiesa di San Pietro, da qualcuno avanzata tempo fa. E’ senz’altro illuminante il confronto con la valle a nord di Colle Sant’Elia, l’ormai irriconoscibile “valle spoletana” di francescana memoria!
Come però notato anche da molti cittadini, non possono più passare inosservate le condizioni di degrado in cui versano la ex chiesa di San Marco in pomeriis, testimonianza di un antichissimo insediamento religioso, e la zona di verde ai suoi piedi, a sua volta testimonianza, così come altre zone verdi a ridosso delle mura in altre parti della città, dell’ancora più antica tradizione legale e religiosa del “pomerium”.

Già sei mesi fa, la sezione di Spoleto di Italia Nostra aveva inviato alle autorità competenti un documento, rimasto senza conseguenze, in cui si segnalava tale condizione degrado, che anzi si estende fino a via delle Felici. Essa, pertanto, ha ritenuto opportuno avanzare la richiesta di vincolo sia per la chiesa di San Marco e per l’area archeologica ad essa contigua, sia per il sottostante pomerio: se ne invia il testo, seguito dalla segnalazione del 30 luglio 2002 di cui si è appena detto, con la documentazione fotografica.





Azienda Modena
Principe Store
Unique e Social Sport
Il Macigno
Multiservizi Spoleto
Azienda Modena
Abbazia Albergo e Ristorante
Il Biologico Spoleto
Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno
Lavanderia La Perfetta


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Pizzeria Mr Cicci
Bar Moriconi
Bonucci
Bonifica Umbra
Associazione Cristian Panetto
Spoleto Cinema al Centro
Il Pianaccio
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Il Cerchio 5 x mille