Spoletonline
Edizione del 18 Gennaio 2019, ultimo aggiornamento alle 21:10:14
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
La Piazzetta delle Erbe
Electrocasa Spoleto
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Arte Infusa
Pc Work
Ristorante Albergo LE CASALINE
Il Calzolaio
Ristorante Pecchiarda
Ristorante Al Palazzaccio
Spoleto Cinema al Centro
Libreria Aurora
Fondazione Giulio Loreti
Norcineria Severini Perla
Centro Ottico Emmedue
Parafarmacia Serra
Tuber experience - Campello
AROF Agenzia Funebre
Stampa articolo

Le soffitte di SOL, 29 Febbraio 2008 alle 14:17:01

ARIADSL: CRESCETE E CONNETTETEVI  Come superare il "digital divide".  Baciata dal successo un'idea tutta umbra

[Commenti]

 


Risale al 2005 l’idea di un gruppo di imprenditori umbri, con notevole esperienza nel settore dell’informatica e delle telecomunicazioni,  di attenuare il digital divide nella propria regione ed in quelle limitrofe. Da questa intuizione, grazie all’iniziativa dei soci fondatori Alessandro Frizzoni, Alessandro Ronchi, Flavio Ubaldi e Mirco Marri nasce AriaDSL.





L’ambizioso progetto dell’azienda, che mira a consolidare ed implementare la rete AriaDSL integrando soluzioni innovative in modo da concedere a tutti i benefici della connessione veloce, rientra nel più ampio e nobile programma di favorire lo sviluppo tecnologico e culturale dell’Umbria.
In particolare, la tecnologia AriaDSL consente di fornire il collegamento in Internet a banda larga anche in zone non raggiunte dall’Adsl via cavo telefonico, mediante delle Base Station, posizionate su punti strategici, in grado di trasmettere il segnale fino ad una distanza di 30 chilometri.

Il consenso ed il successo riscossi dal progetto iniziale hanno fatto sì che, in poco più di un anno, AriaDSL raggiungesse un numero di circa 3.000 clienti in oltre cento comuni tra Umbria, Lazio e Toscana. Contemporaneamente anche l’azienda, che è stato il primo ed unico provider italiano ad utilizzare la tecnologia Pre-Wimax,  ha proseguito il proprio percorso di crescita: nell’ottobre del 2007, infatti, è stato deliberato un aumento di capitale e la trasformazione della ragione sociale da Srl a SpA, diventando così ancora più competitiva nel proprio segmento di mercato.  Parallelamente, sullo scenario nazionale va concretizzandosi l’idea della gara per le assegnazioni delle licenze Wimax e i soci fondatori di AriaDSL, lungimiranti delle grandi possibilità che le concessioni d’utilizzo di tale tecnologia avrebbero creato, iniziano un’attenta ricerca di ipotetici finanziatori. In questo contesto si inserisce la figura del finanziere Davidi Gilo, businessman israeliano con la passione per l’Umbria, che si rivolge ad AriaDSL per fruire dei servizi che il provider umbro offre.

L’intuizione dei giovani imprenditori umbri spinge i soci stessi a proporre al magnate israeliano un affiancamento aziendale, in vista del progetto Wimax, concretizzatosi a fine 2007 con l’inserimento nella società di importanti capitali e la prospettiva di coinvolgimento nell’azionariato di altri investitori.

Il connubio si è dimostrato vincente e ha permesso ad AriaDSL di aggiudicarsi le licenze in tutta Italia. “Abbiamo partecipato per vincere – dichiarano Alessandro Ronchi, Flavio Ubaldi e Alessandro Frizzoni – ed ora che abbiamo ottenuto le licenze a livello nazionale, porteremo la nostra azienda ad essere altamente competitiva nel settore delle telecomunicazioni in tutto il territorio italiano.  AriaDSL offre – continuano i giovani imprenditori - e lo farà ancor di più nel futuro prossimo, servizi innovativi e performanti, in grado di rispondere alle esigenze dei tanti clienti che continuano a vivere nelle zone del digital divide e non solo.”   




Principe Store
Lavanderia La Perfetta
Il Biologico Spoleto
Spoleto d'inverno
Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno
Estetica Creola
Il Macigno
Multiservizi Spoleto
Abbazia Albergo e Ristorante


Commenti (2)

Commento scritto da Michele Tedone il 18 Febbraio 2009 alle 22:53
Occhi ragazzi!!! Ai clienti pre-WiMax, AriaDSL stà togliendo banda. Il test di misurazione che ho fatto, parla chiaro ossia: 207 Kbps in download e 1399 Kbps in upload, il che vuol dire solo 2 cose: 1) l'antenna come sempre è puntata in maniera corretta, 2) state togliendo banda ai clienti pre-WiMax per darla ai clienti Wi-Max. Altre spiegazioni o non le avete, o non volete darle...un servizio così è inaccettabile!!! Qui a Graffignano c'è un'altro provider, sarà il caso di farci un pensiero...saluti!



Michele Tedone cliente AriaDSL con abbonamento 2Mbps + Voip.


Commento scritto da torcolino il 22 Febbraio 2009 alle 11:13
La società secondo me è totalmente inaffidabile come pure il servizio assistenza, non hanno neppure le risorse necessarie per pensare di promettere quello che promettono... totalmente da scartare


Aggiungi un commento [+]
L'Altro Forno
Bonucci
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Bonifica Umbra
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Bar Moriconi
Spoleto Cinema al Centro
Pizzeria Mr Cicci
Associazione Cristian Panetto
Panificio Montebibico