politica

Contributi alle città con santuari, approvato l'emendamento 'Salva Cascia'

 

La mozione Peppucci produce subito i primi effetti. A darne notizia il senatore della Lega Briziarelli, autore della proposta: 'Quello compiuto è un altro passo nella giusta direzione'

 

Produce subito i primi effetti la mozione presentata dal consigliere regionale Francesca Peppucci (Lega) e approvata all'unanimità dall'Assemblea legislativa dell'Umbria, volta alla concessione di "contributi alle attività economiche svolte nei centri storici dei comuni dove siano situati santuari religiosi”. Anche gli esercizi presenti a Cascia, infatti, potranno accedere alle risorse a fondo perduto previste dal “decreto ristori” per i Comuni a vocazione turistica nel cui territorio siano presenti Santuari, aggiungendosi così a Assisi, Orvieto e Todi e Spoleto. 

"Ciò sarà possibile - spiega il senatore della Lega Luca Briziarelli - grazie all’emendamento a mia prima firma approvato questa notte all’unanimità dalle Commissioni Bilancio e Finanze. L’emendamento prevede che il limite minimo di 10 mila abitanti introdotto dal decreto sostegni per poter accedere ai fondi, in aggiunta ad un numero di presenze turistiche straniere in rapporto di tre a uno rispetto ai residenti, non si applichi ai Comuni colpiti dal terremoto del 2016 e 2017. Questa scelta pone rimedio ad un’evidente ingiustizia che colpiva il Comune di Santa Rita che, pur contando 185 mila presenze turistiche all’anno, delle quali moltissime provenienti dall’estero, risultava escluso per il numero dei suoi abitanti, appena 3800. Ciò era doppiamente penalizzante tenuto conto che il crollo delle presenze turistiche dovuto al Covid, nel caso dei Comuni del cratere, si è aggiunto a quello derivante dal terremoto. In questi mesi come Lega abbiamo seguito costantemente i problemi delle attività economiche dei centri storici. Quello compiuto è un altro passo nella giusta direzione, continueremo a batterci perché nei futuri provvedimenti sia possibile reperire risorse sufficienti per tutte le tipologie di Comuni a vocazione turistica che contino il numero di presenze straniere previste a prescindere dagli abitanti.”



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.