cultura e spettacolo

Cosa vedere al Cinema Sala Pegasus da giovedì 13 maggio

 

In arrivo 'Babyteeth', opera prima della regista Shannon Murphy presentata in concorso al Festival di Venezia del 2019. Il 17 maggio disponibile 'They'

 

Questa settimana alla Cinema Sala Pegasus arriva BABYTEETH, opera prima dell'australiana Shannon Murphy, adattamento di un'omonima opera teatrale di Rita Kalnejais e presentato in concorso al Festival di Venezia del 2019, dove il protagonista maschile, Toby Wallace, è stato insignito del Premio Mastroianni.

La malattia, l’adolescenza, il primo amore. Babyteeth scavalca i temi del classico teen movie sentimentale e malinconico, per sconvolgere, con ironia e irriverenza, le emozioni. Per il suo debutto alla regia la giovane australiana Shannon Murphy ha scelto un genere molto frequentato da Hollywood, la cosiddetta “sick lit” per “young adult”, che racconta storie d’amore fra giovani almeno uno dei quali soffre di una grave malattia. Ma è il modo Murphy in cui affronta il genere, scardinandolo dal di dentro, a fare la differenza, anche perché né la malattia né la storia d’amore sono l’argomento centrale di Babyteeth, bensì la (in)capacità di ognuno di noi di stare al mondo e il desiderio di crescere oltre la fase infantile dei denti da latte del titolo per affrontare la vita senza darcela a gambe. Mercoledì 19 maggio in versione originale sottotitolata.

In occasione della giornata internazionale contro l'omofobia, il cui obiettivo è quello di promuovere e coordinare eventi internazionali di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare il fenomeno dell'omofobia, della bifobia e della transfobia, lunedì 17 maggio ore 18.30 in sala proiezione unica del film THEY della giovanissima regista iraniana Anahita Ghazvinizadeh, presentato al 70esimo Festival di Cannes e molto apprezzato da pubblico e critica al 35esimo Torino Film Festival.

Il "They" (loro, in inglese) del titolo è il modo in cui J., un quattordicenne che vive nella periferia di Chicago, chiede di essere chiamato dal momento che ha deciso di seguire una terapia medica che blocca lo sviluppo per poter prendere tempo e scegliere se "effettuare la transizione". Dopo due anni di terapia, dovrà infatti scegliere se essere uomo o donna.

Come un piccolo componimento poetico, un film lirico, intimo, a tratti enigmatico, spesso contemplativo. Il film viene proiettato nella versione originale sottotitolata.

Da venerdì 21 arriva in sala EMA, l'ultimo film di Pablo Larraín presentato in concorso alla 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica.  Il regista Pablo Larraín (Il club, Neruda, Jackie), tra i più talentuosi cineasti della sua generazione, torna in Cile, a Valparaíso, per realizzare il suo film forse più anarchico e liberatorio, incendiario e acido, paradossalmente ferocissimo e tenero in egual misura.

Nel sito https://cinemasalapegasus.it si possono trovare non solo tutte le informazioni sui film in programmazione ma soprattutto avrete la possibilità di acquistare in prevendita i biglietti scegliendo il vostro posto in sala. Come sempre gli abbonati potranno anche prenotare mandando una mail a cinemasalapegasus@gmail.com.



I commenti dei nostri lettori

Luca

1 mese fa

questa della sala frau (2 film) https://www.facebook.com/cinemasalafrau/posts/2787092228220673 https://www.facebook.com/cinemasalafrau/posts/2787490984847464

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.