cronaca

Situazione critica al carcere di Maiano

 

Sempre più grave la carenza di personale all'interno della struttura. Il sindacato Asppe: 'Declino che sembra non avere fine'

 

La Polizia Penitenziaria Spoleto si astiene dalla mensa di servizio come protesta per la grave carenza di personale. A dare l’annuncio è il segretario regionale Asppe Umbria Roberto Filippi: “Il sindacato sottolinea che da quando gli Istituti di pena umbri sono passati sotto il controllo del Provveditorato di Firenze è cominciato un declino che sembra non avere fine. La Casa di Reclusione di Spoleto si è sempre distinta come una eccellenza dell'Amministrazione Penitenziaria, si trova oggi a non poter garantire ai poliziotti neanche la metà dei giorni previsti per le ferie estive. Personale che a fine carriera si vede costretto ad allungare quotidianamente i turni di servizio effettuando sistematicamente straordinario che oltretutto non viene retribuito regolarmente”.

Al personale di polizia “vengono chiesti continui sacrifici senza però provvedere a ripagare tanta disponibilità. Con un'età media di 53 anni e 33 di servizio i poliziotti si ritrovano ad avere più carichi di lavoro e meno possibilità di accedere al congedo ordinario di quando erano neo agenti. Una situazione non più sostenibile che costringe i poliziotti in servizio alla C.R. Spoleto ad operare in condizioni limite e, di conseguenza, l'intero Istituto non è più in grado di garantire un livello adeguato di sicurezza”.

L'astensione dalla mensa di servizio, di conseguenza, “è un ulteriore aggravio per il personale, ma al momento l'unico modo per far prendere coscienza agli Uffici Superiori del forte disagio in cui si trova ad operare la Polizia Penitenziaria di Spoleto. Confidiamo in un sostegno concreto dai politici del territorio e dalle figure istituzionali che possano portare all'attenzione dei Sottosegretari al Ministero della Giustizia ed al Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria le difficili condizioni in cui versa il Reparto di Polizia Penitenziaria operante alla Casa di Reclusione di Spoleto”.



I commenti dei nostri lettori

"Tale e quale show."

2 mesi fa

Facciamo gli scongiuri, ma....Tutto sembra somigliare alla sorte dell'ospedale.

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.