cronaca

Cascia, lupo ucciso con un cappio

 

Un uomo sessantenne è stato deferito alla Procura: rischia l’arresto da due a otto mesi e l’ammenda fino a 2.000 euro

 

Il Nucleo Carabinieri Forestale di Cascia è intervenuto su una zona boscata nel comune di Cascia per il ritrovamento di un lupo ucciso da un cappio metallico. L’animale, un esemplare maschio in giovane età, è stato trovato deceduto a seguito delle lesioni cagionate da un laccio metallico in cui è rimasto prigioniero.

I forestali hanno proceduto al sequestro del laccio e all’inoltro della carcassa dell’animale all’Istituto zooprofilattico Umbria-Marche per le analisi di rito. Le indagini hanno portato al deferimento del presunto responsabile, un sessantenne proprietario dei terreni limitrofi al luogo del ritrovamento della carcassa del lupo. Nell’area è stato trovato anche un piccolo allevamento di polli e galline, preda di passati attacchi da parte di volpi.

Le ipotesi è che la trappola fosse stata collocata per difendere l’allevamento, inoltre in zona veniva rinvenuto altro filo d’acciaio utilizzato per le recinzioni dello stesso tipo di quello utilizzato per il cappio. Ad aumentare ulteriormente i sospetti dei militari sono state le dichiarazioni rilasciate durante le indagini: l’uomo alla sola vista dei militari è apparso molto agitato e ancor prima di essere sentito, si è dichiarato estraneo ai fatti. Deferito alla Procura di Spoleto ora rischia l’arresto da due a otto mesi e l’ammenda fino a 2.000 euro.



I commenti dei nostri lettori

Roberto Quirino

2 mesi fa

La multa di 2000 euro è cosa veramente irrisoria rispetto all'atrocità, alla crudeltà di quanto compiuto da questo signore.

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.