società

Il Liceo incontra Moira Sannipoli

 

Riparte il ciclo di iniziative promosse dal 'Sansi Leonardi Volta': ospite del primo appuntamento la docente di pedagogia delle diversità e delle differenze

 

Al via il terzo appuntamento su "Alcune questioni fondamentali sulla formazione: inclusione e uso consapevole dei social" per le iniziative formative 2024 dell'IIS Sansi Leonardi Volta di Spoleto. Si tratta di un ciclo di incontri rivolti ai docenti, studenti, famiglie e all'intera cittadinanza nel corso dei quali verranno affrontate diverse tematiche. 

In questa occasione il liceo incontra la dottoressa Moira Sannipoli, docente di pedagogia delle diversità e delle differenze, è autrice di numerose pubblicazioni relative ai temi dell'infanzia, della disabilità, dell'inclusione e delle povertà educative. La dimensione inclusiva è una dimensione fondamentale nel contesto scolastico, riflettere sulle possibili dimensioni dell' inclusione comprende, prima di tutto, la capacità di personalizzare i percorsi educativi.

L'appuntamento è previsto mercoledì 3 aprile alle ore 15,30 nella sala capitolare del liceo artistico, piazza XX settembre, Spoleto. All'esperta sarà possibile rivolgere domande da parte dei presenti.



I commenti dei nostri lettori

Può capitare dopo le Feste.

17 giorni fa

Signor Gianni Angelini, credo che in questi giorni festivi di Pasqua Lei abbia ecceduto un po'nel darsi ai bagordi e che non abbia del tutto smaltito gli effetti di qualche bevanda troppo alcolica. Altrimenti si sarebbe dovuto accorgere che il suo commento si adatta di più a un altro argomento: "Messa in sicurezza della strada per Ocenelli". Comunque sia, anche se il contenuto del suo commento potrebbe sembrare apparentemente fuori contesto per il tema trattato, esso avrà più risonanza e più effetto degli altri sulle questioni che intende esporre, (e che solitamente gli addetti non considerano perché ritenuti non prioritari). Esso avrà più eco perché, come si sa, ai politici di questa città, (Sindaco e Giunta compresa), in certe occasioni piace fare bella figura. E se da parte di qualche partecipante, ignaro della questione, gli verrà fatta innocentemente qualche domanda sulla situazione di Santo Chiodo... Dio ti salvi! Per la loro immagine e per il minuzioso lavoro che essi vogliono far credere che svolgono sul territorio questa è un onta grave! Un disguido così, inserito in un contesto pedagogico di un certo livello, gli causerà molto disturbo. Quindi, presumibilmente si muoveranno in fretta per rimediare. Bravo Angelini, seppur involontariamente ha scelto la via giusta per farsi ascoltare.

GIANNI ANGELINI

17 giorni fa

SOLO VIA DELLE ACCIAIERIE CHE E' QUASI TUTTA UNA POZZANGHERA NON VIENE MAI CONTROLLATA DA NESSUNO,OLTRE ALLE POZZANGHERE SI USA VIA DELLE ACCIAIERIE COME UNA DISCARICA A CIELO APERTO

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.