società

Aido Spoleto, primo evento a San Sabino

 

Presto l'intitolazione di un giardino pubblico a Daniela Alberetti, deceduta il 23 luglio 2000 a pochi giorni dal matrimonio

 

Si è tenuto domenica 14 aprile nello spazio verde della Chiesa di San Sabino il primo evento della campagna di sensibilizzazione alla cultura della donazione degli organi di Aido Spoleto.

All’iniziativa erano presenti la vicepresidente del Consiglio comunale Maura Coltorti e Daniele Barranca, Presidente Aido Spoleto, che hanno incontrato Rossana Bonanni, madre di Daniela Alberetti, ragazza che morì in un incidente stradale il 23 luglio 2000 a pochi giorni dal matrimonio e di cui furono donati gli organi.

‘Per celebrare la memoria di Daniela Alberetti stiamo lavorando per intitolarle un giardino della città – ha dichiarato Maura Coltorti – L’amministrazione comunale abbiamo accolto la richiesta della associazione sia perché riteniamo giusto mantenere vivo il ricordo di questa giovane ragazza prematuramente scomparsa, sia perché la donazione degli organi è un tema che ci interroga tutti, una manifestazione di volontà che guarda alla salute e alla vita degli altri’.

All’evento ha partecipato il coro folkloristico ‘Le Cinciallegre’ con un momento in musica diretto da Adelaide Colombo.  



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.