cultura e spettacolo

Il Festival guarda a Roma e a Milano

 

Nelle due città compariranno presto poster ed immagini promozionali della 67esima edizione della rassegna. Sold-out l'opera inaugurale

 

Il Festival dei Due Mondi guarda a Roma e a Milano. Nelle due città, infatti, a breve compariranno poster ed immagini promozionali della 67esima edizione della rassegna. Nella capitale ad esempio, stando a quanto si legge nella determina n. 24 pubblicata online, sono stati acquisiti gli spazi pubblicitari situati in via Gregorio VII, a San Pietro e lungo l’Aurelia. Nella città lombarda, invece, i poster legati alla manifestazione compariranno in via Larga (nei pressi del Duomo) e a largo Augusto. Location scelte ad hoc che, secondo la Fondazione, consentiranno di promuovere l’immagine del Festival “a livello nazionale ed internazionale” ed attrarre numerosi spettatori.

Procede, intanto, la prevendita dei biglietti per assistere alle oltre 60 iniziative tra opera, musica, danza, teatro, performance e installazioni artistiche che, fino al 14 luglio, animeranno il centro storico della città. Praticamente sold-out l’opera inaugurale del 28 giugno “Le bourgeois gentilhomme/Ariadne auf Naxos” (in lingua tedesca con sopratitoli in italiano) con protagonista al teatro Nuovo Gian Carlo Menotti la “Budapest Festival Orchestra” diretta da Iván Fischer: al momento risultano disponibili soltanto pochi tagliandi del loggione (26 euro). Diversi, invece, quelli ancora in vendita relativi al concerto conclusivo del 14 luglio che vedrà salire sul palcoscenico allestito in piazza Duomo l’orchestra dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia ed il soprano Barbara Hannigan: il settore gold costa 147 euro; il primo settore 126; il secondo settore 105; il primo settore della scalinata 84 ed il secondo 63.

“Hannigan porta al Festival la ‘Girl Crazy Suite’, nell’adattamento che ha curato insieme al compositore Bill Elliott dal musical omonimo di George Gershwin. Andato in scena nel 1930, è tra i più grandi capolavori della tradizione americana, ha decretato l’ascesa di Ginger Rogers nel pantheon delle attrici, mentre nella versione cinematografica il cast includeva Mickey Roneey e Judy Garland. La Suite ha fatto parte del tour mondiale di Hannigan con la Ludwig Orchestra nel 2017, e del primo album registrato l’anno successivo per Alpha Records da cantante e direttrice d’orchestra, premiato con un Grammy Award”.

Il Due Mondi, quest’anno, in realtà scatterà in anticipo. Il 18 ed il 19 maggio, infatti, al Nuovo avranno luogo gli spettacoli “Histoire du soldat" e “Sogni…di una notte di mezza estate” rivolti alle giovani generazioni mentre dal 30 dello stesso mese al 2 giugno il teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi ospiterà “Una relazione per un’Accademia” di Luca Marinelli (riproposto dopo il grande successo registrato nel 2023).



I commenti dei nostri lettori

Che famo?...

1 mese fa

Napoli, Torino e altre città importanti le lasciamo fuori?

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.