Opinioni

Il primario unico di anestesia

 

Enzo Ercolani sul concorso per anestesista: nessuna candidatura dal San Matteo

 

Gli impiegati degli Uffici Amministrativi addetti ai Concorsi dicono che non si era mai vista tanta sollecitudine. La pressione dall’alto è notevole e l’ordine è tassativo: tutti i Concorsi per la nomina dei Primari unici, quelli, per intenderci, che significheranno la fine delle Strutture Complesse caratterizzanti il DEA del San Matteo, debbono essere espletati addirittura entro luglio. Sarà possibile?

Il termine per la presentazione delle domande è scaduto il 20 di maggio. I nomi dei Commissari verranno estratti il 13 giugno e forse, magari correndo come pazzi, avremo davvero il nome dei Primari prima di ferragosto.

Cerchiamo quindi di illustrare la situazione, disciplina per disciplina, cominciando dall’Anestesia Rianimazione che, come è noto, scompare a Spoleto ed avrà la sua unica sede nel San Giovanni Battista di Foligno.

I candidati all’incarico sono quattro.

Ovviamente ha presentato la domanda il dott. GianMichele Nicoletta, già Primario ff da qualche mese. Ha 48 anni, è nato in Basilicata, lavora da sempre a Foligno ed ha una solida esperienza professionale.

Segue il dott. Massimo Renzini, 59 anni e folignate di nascita. Proviene dall’Azienda Ospedaliera di Perugia, dove si è fatto le ossa in ogni settore della Disciplina, pur privilegiando, in questi ultimi tempi, l’area della Terapia del Dolore.

Anche la dott.ssa Melissa Antonelli, 50 anni e di origini marchigiane, ha lavorato per molto tempo presso l’Azienda Ospedaliera perugina. Attualmente opera presso il “Rizzoli” di Argenta (provincia di Ferrara) .

Il quarto candidato, dott. Filippo Righetti, viene dall’Azienda Ospedaliera di Verona, dove ha un incarico di altissima specializzazione. Ha 45 anni ed un curriculum non solo di prim’ordine quanto intrigante: l’anno scorso aveva già vinto un Primariato in un Ospedale del Cremonese, ma l’ha rifiutato. Giudica quindi il Primariato Foligno Spoleto molto più interessante?

Spiace non vedere, ai nastri di partenza, alcun professionista del San Matteo. La squadra degli anestesisti spoletini è valida e qualcuno di essi avrebbe potuto certamente ricoprire, più che degnamente, il ruolo apicale.

Ribadiamo comunque la nostra ferma opposizione all’operazione Terzo Polo Sanitario, giacchè la figura del Primario unico, così come l’abbiamo già sperimentata, ha significato solo il progressivo depauperamento del nostro Presidio . Temiamo quindi che anche queste ultime operazioni della Regione e della USL, nonostante le reboanti assicurazioni di un futuro “luminoso” per il SanMatteo, non portino niente di buono alla nostra comunità. Staremo a vedere e, come sempre, a riferire ed a commentare.





I commenti dei nostri lettori

enzo ercolani

12 giorni fa

al dott. Mastroforti proprio perchè contano fondamentalmente le capacità di un Primario,che ritengo opportuna la "radiografia" a coloro che hanno interesse a ricoprire il ruolo. Perchè una cosa è sapere che il candidato viene da un Ospedalone ed un'altra saperlo formato in un Ospedaletto sperduto. E poi: io ritengo molto validi alcuni anestesisti (non certamente tutti) del SanMatteo e mi dispiace saperli disinteressati ad un incarico così importante. Non so proprio perchè non partecipino alla competizione, anche perchè competere (e, ovviamente, rischiare) , accresce sempre la tua dignità.

Giuliano Maria Mastroforti

14 giorni fa

Ho letto con interesse l' Articolo del Dr. Enzo Ercolani, che mi stimola a qualche considerazione; da un lato la Legittima richiesta che a ricoprire un Ruolo così Impegnativo ed Importante sia scelto un Professionista di Valore, e ciò non comporta che sia nato vissuto e cresciuto tra Tessino e Marroggia....se fossi sotto le sue mani, non gli chiederei la Carta di Identità, ma solo che mi salvi la pelle...conosco amici Medici Specializzati in vari Rami, che hanno scorrazzato tutta Italia, da Vipiteno a Mazara del Vallo...., portando la Loro Competenza ed anche, perchè no, per fare Carriera. Orbene, perchè fare la Radiografia a Coloro che hanno manifestato il loro interesse a ricoprire questo importante incarico? I Suoi Colleghi Anestestesiologi, attualmente operanti a Spoleto, che Lei ritene Validi, perchè non hanno ritenuto di proporsi ? Se ne avevano i Titoli e l' Interesse, perchè no? Forse questa è la Domanda che dovrebbe porsi....forse perchè hanno presentato Domanda per altri Lidi? con viva Cordialità, Giuliano Maria Mastroforti.

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.