società

Incontro Tesei-associazioni, parla Avis

 

Il presidente Bastianelli: "Aglaia e Spoleto Nel Cuore hanno partecipato a tutti gli incontri preparatori e non si sono mai chiamati fuori, altrimenti ne avremmo preso atto senza citarli nella nostra nota"

 

Incontro Associazioni-Tesei, interviene Avis e smentisce… la smentita. “In riferimento alle vostre considerazioni – scrive il presidente dell’Avis comunale di Spoleto Roberto Bastianelli – espresse nell'articolo riportante la smentita delle Associazioni Aglaia e Spoleto nel Cuore per il loro diretto coinvolgimento alla organizzazione dell'incontro con i vertici della Regione Umbria (presidente Tesei e ASL), torniamo a confermare che i Presidenti delle Associazioni sopra richiamate, oltre a partecipare alle riunioni preparatorie all'incontro, sono stati sempre adeguatamente informati delle azioni intraprese, ricevendo tacita condivisione. Stessa cosa riguarda il comunicato divulgato. Per tutto questo abbiamo giusta e comprovabile documentazione. Non riusciamo quindi a comprendere il perché di tale comportamento, visto tra l'altro che si è trattato di una semplice acquisizione di informazioni con la Regione, atta solo ad essere adeguatamente informati ed aggiornati sullo stato dell'essere del nostro nosocomio. Nessuna valutazione di merito – prosegue la nota Avis – è stata mai espressa in proposito, a dimostrazione della confermata equidistanza da ogni riferimento di parte. Accusare di strumentalizzazione chi ha correttamente organizzato e riportato il resoconto di tale incontro, oltre ad avere assoluti elementi di infondatezza, è quantomeno ingeneroso e deleterio. Ecco perché siamo rammaricati, perplessi ed amareggiati dalle dichiarazioni rese da chi ha voluto prendere le distanze a posteriori. Comunque – conclude il documento –, al di là di difendere la propria onorabilità, non daremo seguito ad ulteriore polemica pubblica”.

In altre parole, secondo il presidente Avis né Aglaia né Spoleto nel Cuore hanno mai preso le distanze dall’iniziativa con la Tesei durante le riunioni che l’hanno preceduta salvo poi, una volta andato in scena l’incontro, chiamarsene fuori. “Sarebbe bastato – prosegue il presidente Avis – parlare prima dell’incontro, e non avrei certamente citato anche le due associazioni nel mio comunicato stampa”.

Le colonne si Spoletonline, ovviamente, restano a disposizione di tutti i diretti interessati per ulteriori interventi sulla vicenda, nella consueta ottica di pluralismo e chiarezza.



I commenti dei nostri lettori

Aurelio Fabiani

6 giorni fa

Evidentemente non hanno apprezzato l' uso propagandistico a favore dell' azione del governo regionale che viene fuori in tutta evidenza dal comunicato. Certo che come l' avisino dichiara, tutto è stato elaborato e partorito all' AVIS, avrebbero dovuto immaginare come finiva. Aspettiamo la terza puntata. La Prima è stata quella del 17 maggio con Tesei, Zaffini e tutti gli attendenti.

I cittadini chiedono un po' di rispetto, un po' di serietà e un po' di dignità.

6 giorni fa

Questa vicenda, oltre ad essere dannosa per la credibilità di questa città, si sta rivelando ridicola sotto tutti gli aspetti. I responsabili di questo bambinesco casino farebbero bene ad affrettarsi a raggiungere l'età adulta per potersi parlare, spiegare e capire. Perché delle loro incomprensioni, dei loro pasticci e delle loro diatribe i cittadini ne hanno piene i cosi detti "fotoni" e sono stufi di essere sempre loro a rimetterci. Basta!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.