Spoletonline
Edizione del 18 Giugno 2019, ultimo aggiornamento alle 16:47:00
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
AROF Agenzia Funebre
Spoleto Cinema al Centro
Electrocasa Spoleto
Fondazione Giulio Loreti
Pc Work
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Il Cerchio 5 x 1000
TrattOliva
Calcio a 5 - Tiki Taka x Il Sorriso di Teo
Ristorante Pecchiarda
Libreria Aurora
Tuber experience - Campello
Ristorante al Palazzaccio
Ristorante Albergo LE CASALINE
Vus Com
Rafting Nomad
Stampa articolo

Lo psicoterapeuta risponde, 15 Aprile 2009 alle 22:14:48

Fobie e attacchi di panico

Imparare a cooscere e distinguere i 'pensieri automatici' [Commenti]


Dott. Luciano Faustini

Salve lettori e lettrici della rubrica "Lo Psicoterapeuta risponde". www.artedicambiare è il sito personale che vi permette di navigare nel mondo della Psicoterapia individuale e di gruppo.
Una persona giovane di Spoleto si rivolge alla mia posta elettronica perchè soffre da anni di fobie


e attacchi di panico...
Si è visto che i pensieri automatici che guidano le reazioni emotive nonchè i comportamenti di alcune persone fobiche.

Si chiamano pensieri automatici tutti quei pensieri che nascono all'interno della mente di un individuo senza che egli ne sia consapevole, ma ne influenzano le sue azioni  o emozioni.

Ad esempio, l'individuo che guida in autostrada e prova terrore, paura ecc.... non si rende conto del fatto che non è l'autostrada a procurare quell'emozione ne tanto meno la vettura su cui egli viaggia, ma i pensieri che egli fa intorno all'azione che sta compiendo.
Ecco che, in psicoterapia, si scoprono i vari pensieri automatici, come quello di non poter uscire dall'autostrada sino al prossimo casello,il pensiero che non esistono interventi immediati nel caso di un malore, oppure che non c'è nessuno a cui si può chiedere un aiuto, o il pensiero che si possa perdere il controllo di se stessi e del mezzo per cui si verificherà un incidente......ecc....

Nel caso ad esempio di un uomo che deve prendere l'ascenzore e prova terrore, si verificano una serie di pensieri automatici in cui l'individuo pensa che li dentro si sentirà soffocare, il pensiero che l'ascensore si possa fermare, o che in caso di malessere nessuno può intervenire in soccorso, o addirittura il pensiero che le corde dell'ascensore possano rompersi ecc.....

Come si può ben capire, le profonde emozioni provate, portano la persona ad evitare le situazioni temute attribuendo ad esse la responsabilità del malessere.

Una volta in terapia, la persona imparerà a distinguere i propri pensieri automatici, a dare un valore ad essi, cercando di esaminarli e renderli congrui rispetto a dei valori reali e oggettivi.

Quindi i pensieri automatici sono detti anche "disadattivi"
quando denotano l'ideazione che interferisce con la capacità di far fronte alle esperienze della vita, disturbano inutilmente l'armonia interna e provocano reazioni emotive eccessive o inappropriate, che risultano spiacevoli e motivo di evitamento, capace di relegare l'individuo, a volte, agli "arresti domiciliari" senza che egli abbia alcuna colpa da scontare.




 



Lavanderia La Perfetta
Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno
Azienda Modena
Abbazia Albergo e Ristorante
Il Biologico Spoleto
Cioccolateria Vetusta Nursia
Azienda Modena
Principe Store
Salute e Bellezza Tracchegiani
Multiservizi Spoleto


Commenti (1)

Commento scritto da carlo gargano il 20 Marzo 2011 alle 20:56
Articoli molto interessanti spero che questa rubrica duri molto tempo.


Aggiungi un commento [+]
Bar Moriconi
Studio Veterinario Associato
Bar delle Miniere
Il Giardino delle Naiadi
Associazione Cristian Panetto
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Centro Medico Giulio Loreti
Spoleto Cinema al Centro
Il Pianaccio
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Yves Rocher
La Fabbrica del Gelato
Il Cerchio 5 x mille
Marco Post Spoleto