Spoletonline
Edizione del 24 Maggio 2017, ultimo aggiornamento alle 15:22:34
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Urbani Tartufi
Spoletonline
Aldo Moretti S.r.l.
cerca nel sito
Spoletonline Facebook
Pc Work
Studio Veterinario Antolini-Roccato
AROF Agenzia Funebre
My Bar
TWX Evolution
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Centro Dentistico Cristina Santi
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Ristorante Pecchiarda
Civico 53
Lavanderia La Perfetta Self
Fondazione Giulio Loreti
Agriturismo Colle del Capitano
Vus Com
Ristorante Albergo LE CASALINE
The Friends Pub
Mrs Sporty
Libreria Aurora
Cantina Barbanera
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Avendita tre giorni per ricostruire
Parafarmacia Serra
Aldo Moretti S.r.l.
Stampa articolo

Spoleto - Cronaca, 04 Giugno 2009 alle 19:10:19

'La nostra verità'. Mediavip spiega le sue ragioni dopo la rottura con Ferrara e il Festival

'La mancata rendicondazione? Una balla. Non gli abbiamo permesso di scippare la nostra professionalità e chiudere i contratti alle nostre spalle'. [Commenti]

"Il duo Ferrara-Brunini ci ha fatto costruire tutto da zero: contatti per lo sponsoring, materiale informativo, marketing, acquisendo il nostro know-how, per poi farne tesoro e portare subdolamente avanti i contratti di sponsorizzazione da solo, contravvenendo all'esclusiva che ci


spettava per contrattto". Mediavip rompe il silenzio. E in estrema sintesi è questa l'accusa che la società torinese muove al Maestro Ferrara e la Fondazione, che il 12 maggio scorso avevano annunciato con un comunicato essenziale e privo di motivazioni la cessazione del rapporto di lavoro tra la kermesse ed i suoi procacciatori di sponsor. Mancata presentazione dei rendiconti trimestrali con cui la MediaVip doveva tenere aggiornata al Fondazione, la giusta (?) causa del siluramento quindi, per la "proprietà" che ha ereditato la Creatura Menottiana, stava nell'assenza, o comunque nella non puntualità della consegna dei report di aggiornamento sullo stato dei lavori. "E' una scusa ignobile, un'enorme balla - afferma l'amministratore delegato Michele Costantino - le nostre rendicontazioni ci sono tutte, e sono depositate in tribunale". Già, perché questa vicenda è destinata ad avere pesanti strascichi legali. E non potrebbe essere altrimenti, ci sono in ballo molti soldi e un "grosso danno di immagine nei confronti delle aziende già clienti della società", che ha chiesto infatti 2,5 milioni di euro di risaricmento.


Affiancato dall' Avv. Calai, Costantino analizza il rapporto di lavoro tra Mediavip e Fondazione, "all'inizio basato sulla reciproca trasparenza, anche se per noi gli inizi sono stati durissimi". Perché il doppio lavoro svolto, sul territorio locale e su quello nazionale ha cozzato contro ostacoli di non trascurabile entità. Molti grandi sponsor erano infatti creditori della manifestazione "e convincerli a credere nel nostro progetto e tornare a Spoleto non è stato facile, ma ce l'abbiamo fatta". E a quanto dice Mediavip le cose sono anche andate meglio del previsto perché "a fronte di un minimo di 600mila euro di sponsorizzazione previste dal contratto, abbiamo portato nelle casse del Festival più di un milione, lavorando inoltre a livello diplomatico per ricucire i rapporti fra Ferrara e le due principali banche locali". Erano infatti entrati gli sponsor storici della società, tre mesi di lavoro molto fruttuosi, il progetto sembrava condiviso.


Sembrava... perché qualcosa si è inceppato. "Nell'ottobre del 2008 stavamo lavorando con le banche e con le associazioni di categoria regionali, noi avevamo Unicredit pronta ad un cospicuo investimento. Inoltre avevamo intenzione di organizzare un congresso sull'economia con Tremonti e Bersani, un progetto da noi depositato, come il contratto richiedeva, in Fondazione. Avevamo 150 potenziali sponsor, nonostante la crisi, a cui lavoravano ininterrottamente 12 persone. Ma è cominciata l' ‘attività illecita ': abbiamo scoperto che alcuni nostri contatti venivano curati dalla Fondazione alle nostre spalle, nonostante l'esclusiva per contratto". Contratto che non prevede un fisso, Mediavip lavora "a successo", cioè prende soldi se porta a casa lo sponsor, e la provvigione è di un terzo più bassa di quella pattuita se il cliente è "segnalato" dalla Fondazione. "Il senso di questa azione è chiaro - commenta Costantino - bypassandoci non avrebbero dovuto corrisponderci la percentuale pattuita". Siamo ai primi mesi del 2009: Mediavip scrive una lettera alla Fondazione in cui contesta formalmente la violazione dell'esclusiva prevista. E' l'inizio della fine.


I rapporti si congelano, lavorare da "separati in casa" è impossibile, non c'è comunicazione: "Ci dicevano che non potevamo chiudere dei contratti perché alcune sponsorizzazioni erano ‘pendenti',di conseguenza noi non eravamo in condizione di contattare i competitor di queste aziende che ‘ci stavano pensando su'. Ha funzionato così per le banche, per un importante azienda che opera nel settore dell'olio ad esempio, avevamo le mani legate, ma ormai il loro progetto era chiaro: "svuotare" il contratto gestendo con il nostro metodo il mercato in prima persona" Come? "Con dei veri e propri ricatti sulle clausole contrattuali, cercando di ridurci le provvigioni, toglierci l'esclusiva e l'ufficio marketing". E come se non bastasse arriva una ulteriore doccia fredda.


29 aprile 2009, a Roma Ferrara presenta con Brunini e il Ministro Bondi il Festival dei Due Mondi. Potrebbe essere l'occasione per dare un segnale di distensione, invece... " Abbiamo visto che le banche avevano la visibilità che si concede agli sponsor, infatti così era, peccato che non fossimo stati noi a chiudere quei contratti. Il Maestro Ferrara si è inoltre premurato di specificare al microfono il ruolo di sponsor, e non di socio (che dà un contributo a fondo perduto ndr), che questi istituti di credito ricoprivano. Non dimentichiamo poi la ‘marchetta Sgarbi': le mostre da lui curate avevano sponsor che non avevano trattato con noi. Temevamo di non poter più raddrizzare la situazione, eravamo in una situazione di forte imbarazzo con i nostri clienti, così abbiamo segnalato alla Fondazione gli abusi perpetrati nei nostri confronti. A quel punto loro erano all'angolo, e l'unico modo per venirne fuori è stato è stato quello di risolvere il contratto". E al Festival ora manca un mese e mezzo di marketing, comunicazione, e possibili introiti derivanti da sponsorizzazioni. Difficile far stare a galla un giudizio concreto su quanto avvenuto, di sicuro il tribunale sposterà pesantemente gli equilibri (La Fondazione è anche in causa con Etheria, l'azienda di sponsoring sostituita poi con Mediavip, che chiede un milione di euro), al momento però il "bilico economico" non risparmia nessuno.


(Modificato ore 22.20)




 



Commenti (5)

Commento scritto da mp il 04 Giugno 2009 alle 23:41
Un film già visto! La voglia di rubare idee, soldi e conoscenze alla fine viene a galla. E non mi dite che Francis non era vittima. SPOLETINI SVEGLIAAAA!!!!!


Commento scritto da Roberto il 05 Giugno 2009 alle 09:11
Appunto.... Si ricomincia


Commento scritto da Sandro Fumini il 05 Giugno 2009 alle 10:50
Beh, Francis è stato vittime di se stesso piu' che altro. Il resto lo si sapeva. Tutti a suonare la sveglia ma nessuno ha mai impostato l'orario. Triste.


Commento scritto da Dio aiuto il 05 Giugno 2009 alle 12:37
possiamo stupirci ancora di fronte all' ennesima manovra perpretata senza vergogna nei confronti dell\'unica risorsa culturale della città? Francis è stato vittima della sub-cultura dei regnanti della città e di quella a cui gli stessi costringono i suoi abitanti.


Commento scritto da rita il 05 Giugno 2009 alle 16:18
POVERO MAESTRO MENOTTI, SI RIVOLTERA' NELLA TOMBA, LO DICEVA PRIMA DI MORIRE CHE SE ENTRAVA LA POLITICA IL SUO FESTIVAL MORIVA E COSI è STATO VIA FERRARA VIA CERQUESTRETTE /ZUBI META-DONADIO-CAGLI-SICILIANI-MUTI- E 1000 ALTRI, CHI VOLETE MA CHI SI INTENDE VERAMENTE DI CULTURA


Aggiungi un commento [+]
Pizzeria Mr Cicci
Bar Kiss
Tofi Impianti Elettrici
Ristorante La Pecchiarda
TWX Evolution
Lavanderia La Perfetta
Stile Creazioni
Sicaf Spoleto
Necrologio
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Associazione Cristian Panetto
Albergo Ristorante Paradiso
De.Car. Elettronica
Bar Moriconi
Perugia Online
Performat Salute Spoleto
Principe
Lavanderia La Perfetta
Aldo Moretti S.r.l.
Supermercati della convenienza offerte speciali
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Fondazione Giulio Loreti - 5xmille